Noemi Polimanti: «Per San Giustino è il mese decisivo»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 13, 2014 08:55
Polimanti Noemi

Noemi Polimanti

“Piegagli, piegagli, piegagli le mani… Polimanti piegagli le mani”! È l’incitamento cantato che si leva dalla curva della Fossa Lupi & Bufali ogni volta che la schiacciatrice umbertidese, beniamina della tifoseria, va al servizio e magari il turno suo diventa determinante per la squadra. Senza dubbio, uno dei punti di forza del San Giustino Volley l’atleta 25enne (capace di mettere in crisi la ricezione avversaria con le sue potenti battute e spesso di realizzare ace), che però sabato scorso, dopo i dieci punti messi a segno, ha lasciato la scena alle compagne di squadra. Queste le parole di Noemi Polimanti: «La partita contro Amelia si è rivelata abbastanza abbordabile, perché le nostre avversarie erano prive di tante titolari e alcune hanno giocato in ruoli diversi da quelli abituali. Per quanto mi riguarda personalmente, mi sono in effetti un tantino riposata, ne avevo anche bisogno, al fine di ritemprare le forze in vista dei prossimi delicati appuntamenti e poi sono contenta per le compagne che hanno avuto finalmente il loro meritato spazio. Alludo in particolare alle due esordienti in campionato, Giulia Garofalo e Anastasia Fabbri, che lavorano assiduamente nel corso della settimana; peraltro, sono state entrambe molto brave e questo è un doppio motivo di soddisfazione». Quando entri in partita diventi decisiva per la squadra, ma inizialmente non ti si nota molto. Perché? «Perché parto sempre dietro, poi giro davanti e a quel punto mi ‘scaldo’ e comincio ad attaccare». Sabato prossimo a Ponte Felcino prenderà il via per voi il mese ‘tosto’, che proseguirà nelle gare contro Castiglione del Lago, Chiusi e Città di Castello; saranno queste quattro sfide a decidere il primo posto finale e quindi la griglia di partenza nei play-off. «Penso proprio di sì, anche perché gli scontri diretti non coinvolgono soltanto noi; per esempio, sabato prossimo c’è un Città di Castello – Castiglione del Lago tutto da vedere, un match che si preannuncia molto interessante». La squadra lacustre è l’avversaria più pericolosa. «È chiaro che così dice l’attuale classifica, ma resto dell’avviso che Città di Castello e Monteluce sono le formazioni sulla carta più forti». La fortuna continua a voltare le spalle con infortuni a ripetizione alle alto tiberine. «Intanto, voglio sottolineare come, nonostante le disavventure che ci affliggono da inizio stagione, riusciamo a vincere e stare al vertice. Evidentemente, abbiamo come gruppo un carattere tale da sconfiggere anche le avversità e poi anche le disgrazie dovranno pur finire. L’auspicio di tutti è quello di presentarsi ai play-off con l’infermeria vuota, il che non significherebbe nemmeno essere fortunati, ma aver semplicemente ripristinato un regime di normalità. A noi non interessa pertanto essere fortunate, quanto eliminare infortuni e imprevisti ed essere messe nella condizione di poter dimostrare il nostro effettivo valore». Sabato c’è la trasferta di Ponte Felcino, una squadra da temere. «Hanno una valida opposta come Lucia Moretti inoltre, si esprimono bene in difesa. Non hanno particolari aspetti nei quali riescono ad eccellere, però non lamentano nemmeno punti deboli e questo ci obbliga ad affrontarle con la massima concentrazione». E allora, la stagione regolare entra nell’ultimo quarto, Castiglione del Lago e San Giustino sono divise da un solo punto e davanti c’è un sabato che può riservare davvero di tutto prima della sfida al vertice del 22 marzo al palasport di via Anconetana.
(fonte San Giustino Volley)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 13, 2014 08:55