Piersanti-Vagni, è umbra la direzione del derby

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 22, 2014 11:30
Vagni-Piersanti

Ilaria Vagni e Francesco Piersanti

Giorni di grande attesa per la pallavolo umbra. È cominciato il contro alla rovescia per l’appuntamento più importante dell’anno. Domenica prossima al Pala-Evangelisti ci sarà il derby della serie A1 maschile che metterà a confronto i padroni di casa della Sir Safety Perugia e gli ospiti della Vivi Altotevere San Giustino. Mai come in questo caso si può dire che il duello avrà un sapore tutto speciale e tutto regionale. Non è la prima volta che si disputa un match con due formazioni del Cuore Verde d’Italia nella massima categoria, era già successo nella stagione agonistica 1991-1992 con la gara tra l’allora Venturi Spoleto e la Ingram Città di Castello, e si era ripetuto lo scorso anno con il confronto tra Sir Safety Perugia ed Altotevere San Giustino. Non è nemmeno la prima volta che anche la direzione arbitrale sarà tutta di casa nostra, sia lo scorso anno che nella gara di andata, infatti, i fischietti erano stati il perugino Fabrizio Saltalippi ed il tifernate Simone Santi. Stavolta però c’è di più perché a salire sul seggiolone sarà il folignate Francesco Piersanti che avrà come assistente a terra la perugina Ilaria Vagni. La cosa particolare dei due fischietti è che sono marito e moglie, ed anche il fatto che saranno in coppia nel rettangolo da gioco per la prima volta… o quasi. A confermarlo è Francesco Piersanti: «Ci siamo conosciuti su un campo di pallavolo, chiamati ad arbitrare una partita dei campionati regionali nella palestra di Monteluce, era il 1989, poi la cosa si è ripetuta in un campionato interregionale a Grosseto nel 1992, ma fu un sos dell’ultimo minuto ed ancora non eravamo sposati». Originario di Valtopina lavora per la Knoll, nota azienda che produce mobili da ufficio, e quella di domenica sarà la sua ultima gara della carriera. «Dopo 31 anni di arbitraggio, 15 in serie A, non ci poteva essere cornice migliore di questa, da primo arbitro ed insieme a mia moglie, nella mia città adottiva, davanti ad amici e parenti. Credo per me sia il massimo e domenica la sfida più grande sarà quella di vincere l’emozione». Di certo si capiranno al volo i due fischietti, che mostrano estrema soddisfazione come testimonia Ilaria Vagni, da undici stagioni in serie A ed internazionale dal 2011: «La speranza c’era di arbitrare questa gara, ma non credevo di poterla arbitrare con lui, è una bella soddisfazione senza dubbio, c’è emozione è innegabile, penso che ci saranno oltre ai tifosi e agli appassionati tanti amici nostri, partita di grande significato il derby e con qualcosa ancora da decidere». Di professione è tecnico di dipartimento al dipartimento di ingegneria civile ed ambientale all’Università di Perugia, parla della vigilia di questo match. «Da lunedì la notizia è di dominio pubblico e si è propagata alla svelta, sono arrivate tante telefonate e messaggi, alcuni molto simpatici. In casa ne parliamo ogni tanto della partita, ma senza particolari ansie». Ambedue in carriera hanno conquistato il premio di miglior arbitro della serie A2 e si apprestano a conquistare il premio della critica perugina. In un contesto nel quale le tifoserie non sono proprio gemellate è lecito attendersi un certo agonismo ai limiti del nervosismo in campo, la speranza è che non ci sia proteste ma la coppia Piersanti-Vagni all’unisono afferma: «Ci aspettiamo da parte delle squadre un comportamento corretto ed il pubblico agirà di conseguenza. Rispetto al passato oggi esiste il video check, un supporto è valido per arrivare a individuare la decisione giusta, un mezzo tecnologico importante che è stato messo in pratica anche nelle recenti finali di champions league. Lo spirito è quello di valutare meglio alcune azioni in cui i direttori di gara non sono nella miglior condizione di vedere e questo contribuirà a vivere serenamente il duello in campo». Le tifoserie sono già in fermento per prepararsi a vivere questo irripetibile avvenimento e per colorare il Pala-Evangelisti con bandiere e striscioni. È facile pronosticare in questa occasione un pienone sugli spalti che farà vivere grandi emozioni all’impianto sportivo di Pian di Massiano. Sarà una festa della pallavolo per tutti gli sportivi, quella del 23 marzo è una data da circoletto rosso per gli amanti delle schiacciate che non mancheranno per nessun motivo.

FRANCESCO PIERSANTI
Nato a Foligno (PG) il 23 aprile 1965
Arbitro dal 1983, regionale dal 1985, nazionale dal 1987, in serie A dal 1999.
Gare dirette in serie A 287, di cui 125 in A1.
Premio Ilario Toniolo 2006 come miglior arbitro di A2
Gare più significative:
Finale promozione A2 femminile 2004.
Final Four di Coppa Italia di A2 femminile 2004.
Finali di Coppa Italia di A2 maschile 2005.
Finale play-off promozione A2 maschile 2005, 2006, 2008, 2009.
Final Eight di Coppa Italia di A1 femminile 2011.

ILARIA VAGNI
Nata a Roma l’11 settembre 1970.
Arbitro dal 1986, nazionale dal 1991, in serie B dal 1995, in serie A dal 2003, internazionale dal 2011.
Gare dirette in serie A 200, di cui 75 in A1.
Premio Cesare Massaro 2011 come miglior arbitro di A2.
Gare più significative:
Quarti di finale play-off scudetto A1 maschile 2012
Supercoppa Italiana Femminile 2012.
Quarti di finale Coppa Italia A1 maschile 2013
Finale play-off scudetto A1 femminile gara-due 2013.
Semifinale Coppa Italia A1 femminile 2014.
Prima donna arbitro in Italia a dirigere come primo arbitro una gara di A1 maschile; una finale di Coppa Italia di A2 maschile, i play-off di A1 maschile e femminile, una finale scudetto, ad ottenere il ruolo di internazionale.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 22, 2014 11:30