Sir Perugia corsara a Cuneo, è semifinale scudetto

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 30, 2014 21:01
Petric Nemanja (attacca)

Sir Safety Perugia in Sir Safety Perugia in attacco con lo schiacciatore Nemanja Petric che sfida il muro a tre di Cuneo

Ma che bella Sir Safety Perugia. La squadra bianconera stringe i denti e trova la seconda affermazione consecutiva dei play-off eliminando la Bre Lannutti Cuneo dalla corsa allo scudetto. I block-devils lo fanno sopperendo alla cattiva giornata di Atanasijevic, sostituito da Cupkovic, e alla condizione fisica precaria di Paolucci, rilevato da Mitic. Dagli spalti i tifosi non hanno mai fatto mancare il sostegno ai propri beniamini, credendo nel risultato più di ogni altro. L’esito del duello è stato decretato da un perfetto atteggiamento in campo, con gli ospiti che si sono dimostrati competitivi malgrado un assetto ed equilibri differenti. Squadre confermate rispetto a gara-uno al fischio d’inizio. Gli ospiti rompono subito il ghiaccio con Petric che trascina sul 3-6. A provare il recupero ci pensa Casadei che piazza palloni importanti ed il punteggio si riapre (11-13). Le difficoltà dei locali vengono attenuate da qualche regalo della Sir che permette di ridurre il gap (16-17). La reazione dei perugini è immediata e con il grintoso Petric (sei punti nel set d’apertura) che torna ad allargare la forbice, il primo parziale va in cassaforte col muro di Semenzato che vale il vantaggio. Al cambio di campo in regia c’è Mitic ma la musica non cambia e Perugia parte sparata (1-4). I piemontesi sono capaci di riorganizzarsi e sugli affondi di Maruotti il punteggio si ribalta (8-6). La situazione peggiora con i block-devils che perdono cattiveria e Cuneo incrementa il vantaggio (13-7). Kovac toglie un impalpabile Atanasijevic e getta nella mischia Cupkovic che con tre punti consecutivi riduce il ritardo (14-11). Cuneo cala in fase offensiva ma resta attenta a muro e questo le basta per restare al comando (19-14). L’ex Alletti, entrato al posto di De Togni, propizia il pareggio dei conti. Nella terza frazione la Sir torna a dettare il ritmo e sul 2-5 costringe a sostituire Kohut con De Togni. La Bre Lannutti non dispera e si getta all’inseguimento trovando la parità sul 12-12, non senza l’aiuto dei perugini che sbagliano molto. I ragazzi del presidente Gino Sirci si rimboccano le maniche facendo perno sulla generosa prova di Cupkovic che riporta al comando delle operazioni. I freni inibitori vengono tolti anche dalla battuta che torna a creare difficoltà ed agevola il compito a muro (13-17). Il finale è un crescendo con Buti che determina il nuovo vantaggio, dopo una sospensione finale dettata da un video-check assegnato prima a Perugia e poi, dopo l’inversione dei campi, a Cuneo. Le squadre sono quindi costrette a riprendere le posizioni e dopo due set-point annullati arriva il punto in veloce di Semenzato che vale il due ad uno. Il quarto periodo comincia in equilibrio e ci rimane per lungo tempo (14-14). Cupkovic trova a muro il break che sblocca il punteggio (15-18). Il margine viene amministrato con grande esperienza da Vujevic ed il sigillo finale lo appone Petric a muro. La Sir trionfa e va a sfidare in semifinale ancora una volta quella Piacenza che non ha mai battuto… sperando che stavolta l’esito sia diverso dai precedenti.
BRE LANNUTTI CUNEO – SIR SAFETY PERUGIA = 1-3
(20-25, 25-17, 20-25, 21-25)
CUNEO: Casadei 16, Maruotti 15, Antonov 12, De Togni 6, Gonzalez 4, Kohut 3, De Pandis (L1), Alletti 5, Rauwerdink, Rouzier, Marchisio (L2). N.E. – Coscione. All. Roberto Piazza e Massimiliano Giaccardi.
PERUGIA: Petric 14, Buti 13, Vujevic 7, Semenzato 7, Atanasijevic 5, Paolucci, Giovi (L1), Cupkovic 19, Mitic 4. N.E. – Barone, Della Corte, Della Lunga, Fanuli (L2). All. Slobodan Kovac e Carmine Fontana.
Note – Spettatori 2’200.
Durata dei set: 25’, 26’, 31’, 28’.
Arbitri – Luca Sobrero (SV) e Roberto Boris (PV).
BRE LANNUTTI (b.s. 15, v. 3, muri 10, errori 8).
SIR SAFETY (b.s. 15, v. 6, muri 10, errori 10).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 30, 2014 21:01