All Sir Perugia non basta Atanasijevic, vince Piacenza

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 6, 2014 21:05
Petric Nemanja (attacca)

Sir Safety Perugia in attacco da zona-quattro con lo schiacciatore Nemanja Petric

 

Manca il lieto fine alla Sir Safety Perugia che dopo aver fatto tremare la sua bestia nera, termina al tappeto in gara-uno di semifinale per la corsa allo scudetto. Un punteggio netto in favore della Copra Elior Piacenza, che ha il merito di aver tenuto sotto pressione i block-devils con il suo muro impenetrabile. La vittoria degli emiliani è sintomo di una superiorità mentale, nonché di un gioco scintillante. De Cecco, ha orchestrato la manovra con ispirazione e continuità, trova un valido terminale d’attacco in Vettori, ma tutta la formazione ha fornito il suo contributo. In avvio tutto funziona alla perfezione, sembra il meccanismo di un orologio svizzero. La Copra fa tutto bene, a cominciare dalla battuta che complica i piani della ricezione perugina (10-7). Malgrado ciò non riesce a disinnescare il gioco offensivo di Atanasijevic (nove palle a terra in apertura), e si lotta spalla a spalla sino al 15-15. Il contrattacco emiliano è implacabile e i punti arrivano da ogni zona del campo, in particolare da Vettori. Il muro fa buona guardia e Piacenza incassa il vantaggio. Sullo slancio del primo set si avvia anche il secondo con qualche errore di troppo dei bianconeri (12-5). La Sir subisce e Kovac opta ancora per la regia di Mitic, cercando di cambiare qualcosa nel gioco. Dalla parte opposta è sempre De Cecco a dettare il ritmo forzando su Simon anche quando la palla non è proprio perfetta, ma le scelte sono ripagate dal fuoriclasse cubano che è un cecchino incredibile (17-10). La rimonta è abbozzata dalla battuta di Semenzato che produce tre punti consecutivi ma non impensierisce i locali. Una fiammata che viene spenta da Fei che propizia il due a zero. La crescita di Perugia si manifesta in modo evidente nel terzo parziale, che la squadra umbra gioca alla grande dalla prima all’ultima palla con Mitic confermato al palleggio. L’uscita dai blocchi di Petric è perfetta e fa guadagnare un rassicurante 1-5. Barone rileva Semenzato ed Atanasijevic torna a graffiare aprendo un cratere sul suo turno di battuta (9-18). Monti cerca di mischiare le carte del mazzo ed inserisce Zlatanov, Le Roux, Tencati ed Husaj ma è tutti inutile. Di Atanasijevic (altri nove sigilli) il punto a muro che riduce le distanze rifilando un’autentica scoppola ai locali. All’inizio del quarto set si sentono solo i tifosi perugini sugli spalti del Pala-Banca ma l’orgoglio del Piacenza riesce a contenere l’irruenza di Atanasijevic e prendere il comando delle operazioni (7-5). Vettori sale in cattedra ed allarga la forbice con attacchi potenti (13-8). Gli uomini del presidente Sirci ammainano la bandiera e consegnano la meritata vittoria alla loro bestia nera. Mercoledì prossimo i bianconeri ci proveranno ancora a rombere il tabù che li vuole sempre perdenti con Piacenza, al Pala-Evangelsiti c’è in programma gara-due delle semifinali.
COPRA ELIOR PIACENZA – SIR SAFETY PERUGIA = 3-1
(25-22, 25-17, 12-25, 25-18)
PIACENZA: Vettori 19, Simon 15, Kaliberda 11, Fei 9, Papi 8, De Cecco 3, Marra (L1), Zlatanov 2, Husaj 1, Le Roux, Partenio, Tencati. N.E. – Smerilli (L2). All. Luca Monti e Davide Alessandro Delmati.
PERUGIA: Atanasijevic 26, Petric 11, Buti 8, Vujevic 7, Semenzato 1, Paolucci, Giovi (L1), Barone 4, Mitic 2, Cupkovic. N.E. – Della Lunga, Della Corte, Fanuli (L2). All. Slobodan Kovac e Carmine Fontana.
NOTE – Spettatori 3’150.
Durata dei set: 26’, 22’, 22’, 24’.
Arbitri – Matteo Cipolla (PA) e Daniele Rapisarda (UD).
COPRA ELIOR (b.s. 16, v. 3, muri 10, errori 7).
SIR SAFETY (b.s. 11, v. 8, muri 3, errori 8).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 6, 2014 21:05