Certificato penale per i soggetti che operano con minori

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 18, 2014 00:01

Gazzetta UfficialeA seguito dell’entrata in vigore del nuovo certificato penale denominato antipedofilia (6 aprile 2014), da più parti sono stati manifestati dubbi e perplessità sulle modalità di applicazione della norma (D.Lgs. n. 39/2014) sia riguardo ai soggetti obbligati a presentare tale certificato sia riguardo al fatto se la norma si riferisse ai rapporti di lavoro instaurati dalla data di entrata in vigore in avanti oppure a quelli già preesistenti. I numerosi dubbi avanzati in merito all’obbligo di richiedere il certificato penale introdotto a carico dei datori di lavoro che abbiano un ‘contatto diretto e regolare’ con minori, hanno spinto il Ministro del Welfare Giuliano Poletti a chiarire durante il question time del 9 aprile 2014 alla Camera dei Deputati che il nuovo obbligo vale solo per i nuovi rapporti di lavoro, cioè quelli siglati a decorrere dal 6 aprile 2014, e non per quelli preesistenti. Anche il Ministero della Giustizia, dopo le varie circolari interpretative emanate negli ultimi giorni volte a dissipare ogni equivoco, ha pubblicato sul proprio sito una ‘scheda pratica’ aggiornata orientata a fornire le indicazioni operative sulle procedure di richiesta e di rilascio del certificato. Dalla scheda, in particolare, deriva innanzitutto in maniera più chiara a quale tipologia di lavoratori si estenda l’obbligo, specificando che l’adempimento “sorge solo quando si intenda stipulare un contratto di lavoro e non quando ci si avvalga di semplici forme di collaborazione”. Ciò significa, come affermato dal Ministero del Lavoro, “il certificato deve essere richiesto solo in caso di rapporti di lavoro in senso stretto, non per i volontari, e solo nei confronti di chi ha rapporti regolari con i minori”. Altro punto risolto è quello della durata. Non varrà più solo sei mesi, al termine dei quali il datore di lavoro sarebbe stato obbligato a reiterarlo, perché, dice il Ministero, “la richiesta non va ripetuta alla scadenza della validità del certificato”. Inoltre sarà necessario solo per le nuove assunzioni e di conseguenza la domanda “non va presentata per le persone già impiegate alla data di entrata in vigore della normativa (6 aprile 2014)”.
(fonte Federvolley)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 18, 2014 00:01