La Sir Perugia è già con la testa a mercoledì

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 7, 2014 16:17
DellaLunga-Sirci-Barone

Dore Della Lunga, Gino Sirci e Rocco Barone

La regola nei play-off di serie A1 maschile è che tempo per pensare non c’è, bisogna solo giocare e dare il massimo. La farà sicuramente propria la Sir Safety Perugia rientrata in città dopo la sconfitta in gara-uno di semifinale al Pala-Banca di Piacenza. Risultato giusto, ma Kovac ed i suoi ragazzi hanno lottato, giocando pressoché alla pari nel primo set e molto bene nel terzo (quello vinto), dando a sé stessi ed ai propri tifosi la sensazione che, nonostante Piacenza sia una vera e propria corazzata, hanno le carte per poter mettere in crisi il dispositivo degli emiliani ed impattare la serie mercoledì sera. Il Pala-Evangelisti si prepara a mettere il vestito buono mercoledì per gara-due. La prevendita dei biglietti d’ingresso procede speditamente ed è assai probabile un palasport gremito con i supporters bianconeri e tutta una città che proveranno a spingere i block-devils verso l’impresa. A proposito di tifosi, l’ennesimo esodo stagionale, stavolta a Piacenza, è un atto d’amore verso la squadra e verso la società impossibile da non sottolineare. Almeno centocinquanta, con due pullman e tante auto private, sono saliti al Pala-Banca creando una macchia bianca nello spicchio riservato, bellissima, trascinante, sempre nel massimo rispetto delle regole dello sport e dell’avversario. La società, lo staff tecnico e la squadra stessa hanno più volte evidenziato che avere al proprio fianco tanta gente è motivo di grande orgoglio, ma stavolta è il numero uno della Sir, il presidente Gino Sirci, che vuole esprimere, nonostante la sconfitta sul campo, la sua enorme soddisfazione per aver visto ieri tanti tifosi venuti da Perugia: «Ieri, per l’ennesima volta quest’anno, i nostri tifosi sono stati fantastici! Erano in tantissimi, almeno centocinquanta, e voglio davvero ringraziarli uno ad uno per l’affetto ed il grande attaccamento verso di noi. Ieri, vedendo tante gente sugli spalti a tifare per Perugia, un tifo correttissimo e coinvolgente, abbiamo avuto la dimostrazione di quello che rappresenta adesso la Sir, la consacrazione, se posso, come grande società oltre che come grande squadra. Non posso che dare loro appuntamento a mercoledì sera per gara-due nella quale speriamo, grazie anche alla loro spinta dagli spalti, di riequilibrare la serie».  Già, c’è naturalmente anche l’aspetto tecnico di cui parlare. Di cosa ieri sera non ha funzionato e di cosa abbia fatto in concreto la differenza in campo. L’analisi la fa il vice allenatore Carmine Fontana: «Piacenza ha vinto meritatamente. Nulla da dire, ieri sera si sono dimostrato migliori. Noi abbiamo fatto un primo set buono e ordinato dove a decidere è stata la loro capacità di sfruttare le occasioni avute. Poi la gara ha vissuto della nostra difficoltà a trovare contromisure alla loro fisicità e qualità a muro, fondamentale che ha funzionato nella loro metà campo e meno nella nostra, pur essendo solitamente un perno del nostro sistema di gioco. Poi ha avuto un peso specifico notevole il servizio. Nei primi due set non ci è entrato, nel terzo invece ci ha permesso di creare il gap, lo stesso a loro nel quarto. Credo che dobbiamo e possiamo giocare meglio di ieri, cercando di essere ancora più efficaci in battuta, nello specifico più costanti, e più incisivi tutti quanti in attacco contro il loro muro schierato. Le gare di questa serie saranno così, avremo poche occasioni e dovremo essere bravi a non sciuparle, anche perché Piacenza è una squadra che, se la lasci scappare, non ti concede occasioni per recuperare». Ecco quindi che l’attenzione si focalizza subito sulla seconda sfida, anche perché, con i ritmi incessanti della post season, è già alle porte. «Intanto ce la giochiamo nel nostro palazzetto, davanti al nostro pubblico sempre caloroso e partecipe. È un privilegio per noi poter scendere in campo e pertanto onoreremo al massimo il match, lottando dal primo pallone, spingendo sull’acceleratore e tirando su il piede dal pedale solo alla fine. Ci vorrà la massima intensità e, come a Piacenza, la battuta sarà preponderante e la nostra dovrà essere costante. Naturalmente rimane intatta la qualità avversaria e sappiamo che dovremo aggiustare delle situazioni di gioco e fare bene tutto per vincere. Match decisivo? Beh, è evidente che per l’economia della serie questa gara per noi è fondamentale». Prosegue come detto la prevendita dei biglietti di ingresso per gara-due di semifinale in programma mercoledì 9 aprile alle ore 20,30 al Pala-Evangelisti. Si ricorda che domani pomeriggio, martedì 8 aprile, dalle ore 17 alle ore 19 direttamente al palasport, sarà possibile acquistare il biglietto. In più, anche in considerazione delle tante richieste ricevute, la società comunica che per tutta la giornata di domani 8 aprile, la prevendita per i biglietti da 10 euro (distinti) e da 15 euro (poltroncine dietro le panchine) sarà effettuata anche presso il Centova Cafè (Strada Centova, snc), sponsor del club.
(fonte Sir Safety Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 7, 2014 16:17