Magione vince e torna a sperare nella salvezza

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 18, 2014 11:15
Medda Francesca (sporca)

la schiacciatrice Francesca Medda in attacco

L’ottava vittoria stagionale tiene vive le speranze di salvezza diretta dell’Avis Magione, che supera in cinque set la più quotata Gherardi Cartoedit Città di Castello e si prepara ad affrontare con il coltello tra i denti le ultime tre partite della regular season di serie C femminile. La formazione ospite può avvalersi dell’ispirata regia di un’atleta come Di Crescenzo, che manda ripetutamente a segno le sue bocche di fuoco in un primo set senza storia, in cui le magionesi muovono il tabellone quasi esclusivamente grazie agli errori delle avversarie (regalati ben sette punti al servizio). Ben altra musica nel secondo parziale, con le bianconere subito incisive e determinate in avvio (5-1). Due ace consecutivi dell’ex di turno Gradassi impattano (6-6), ma è Cardinali a piazzare l’allungo buono (17-12); l’ace di Monti spegne definitivamente le speranze di rimonta (22-15) ed il punto in secondo tocco di Valeri procura il set-point, Alessandrini concretizza il pareggio al terzo tentativo. Tanto equilibrio dopo il cambio campo, con Magione che cerca di mantenere fino all’ultimo l’esiguo vantaggio (21-20). Il finale è però tutto di marca biancorossa, con Giorgi che alza i tentacoli a muro e firma il sorpasso (21-22), anticipando l’ace di Mancini che chiude i conti e riporta avanti le ospiti. Le locali accusano il colpo e rientrano in campo pietrificate (0-5); coach Montazemi esaurisce presto i time-out a sua disposizione (8-13), ma la seconda sfuriata riesce a ottenere l’effetto desiderato e a cambiare l’inerzia della gara. La rimonta parte dall’ottimo lavoro in seconda linea dei liberi Favilli e Lustri e dalle due bande Medda e Nucciarelli, che davanti non concedono sconti; è proprio quest’ultima a mettere la firma sia sul punto dell’aggancio (14-14) che sul decisivo attacco, che rimanda il verdetto al tie-break. Tanti rovesciamenti di fronte ed un pubblico che non smette mai di credere nell’impresa magionese sono i punti salienti del quinto set, in cui è la squadra maggiormente affamata di punti ad aggiudicarsi la posta più alta, dopo aver rischiato per due volte di capitolare (12-14); a far saltare di gioia la panchina bianconera è l’ultimo muro di Alessandrini, che concretizza dopo oltre due ore di gioco l’occasione offerta su un piatto d’argento dall’ace di Bertinelli. Nella rincorsa per evitare i play-out, la netta vittoria di Ellera nello scontro diretto di Nocera Umbra ha dato un nuovo scossone alla classifica, che il 10 maggio assegnerà un unico posto al sole per le tre contendenti. Nell’augurare buona Pasqua a tutti i propri tifosi, lo staff Avis al completo dà loro appuntamento a sabato 26 aprile per la proibitiva trasferta di San Giustino, in cui l’obiettivo sarà provare comunque a conquistare altri pesantissimi punti, che varrebbero oro in questo incerto e tiratissimo finale di stagione.
AVIS MAGIONE – GHERARDI CARTOEDIT CITTÀ DI CASTELLO = 3-2
(15-25, 25-17, 22-25, 25-19, 16-14)
MAGIONE: Nucciarelli 19, Cardinali 15, Medda 13, Alessandrini 5, Bertinelli 1, Orsini, Favilli (L1), Monti 7, Valeri 1, Lustri (L2). All. Puya Montazemi
CITTÀ DI CASTELLO: Giorgi 12, Budassi 10, Gradassi 9, Mancini 9, Tarducci 9, Di  Crescenzo 8, Cesari (L1), Maracchia 9, Caselli, Bracchini, Gambino. N.E. – Vagnuzzi. All. Andrea Madau Diaz.
Arbitri:  Silvano Alunni ed Alessandro Bianchi.
AVIS (b.s. 12, v. 7, muri 8, errori 27).
GHERARDI CARTOEDIT(b.s. 17, v. 14, muri 9, errori 25).
(fonte Polisportiva Magione)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 18, 2014 11:15