Una Sir Perugia fantastica cede solo di misura a Piacenza

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 12, 2014 20:23
Buti Simone (muro)

Sir Safety Perugia a muro con Goran Vujevic e Simone Buti che si oppongono a Hristo Zlatanov

Manca il lieto fine alla Sir Safety Perugia che dopo aver fatto infiammare i tifosi al seguito si arrende, ma resta in piena corsa per lo scudetto. Uno scarto minimo nei confronti della Copra Elior Piacenza, che forse è più umana di quanto si pensasse, penalizza i bianconeri. La vittoria degli emiliani è sintomo di una superiorità fisica ma a livello mentale i perugini ci sono e non hanno nulla da invidiare ai rivali. Mitic, ha orchestrato la manovra con diligenza, trovando validi terminali d’attacco sulla banda ma rendendo il compito dei martelli più complicato trascurando il gioco al centro. Ottimo come sempre Aleksadar Atanasijevic che con trentuno palle a terra è sempre il pericolo numero uno ma il muro di Piacenza resta un ostacolo molto arduo da supoerare. L’avvio è drammatico per i block-devils che mostrano qualche sbavatura e i padroni di casa ne approfittano per mettere pressione con l’attacco, soprattutto quello di Zlatanov che ne mette giù subito quattro (sette nella frazione), scappando via di forza sul 7-1. Kovac inserisce Paolucci per cambiare registro ma tutto funziona alla perfezione nel meccanismo degli emiliani capaci col muro di oscurare i rivali. La difesa bianconera fa gli straordinari ma il gioco offensivo della Sir diventa innocuo e il margine resta ampio (18-10). Le fiammate finali di Simon al servizio (tre gli ace) portano in vantaggio i piacentini. Totalmente diverso dal primo parziale l’avvio del secondo. La Sir comincia a crescere trascinata da Petric e, dopo essere rimasta a stretto contatto, si concede il lusso di accelerare sulle imprecisioni dei locali (5-10). Nel quadrato di casa viene schierato Le Roux al posto di Vettori ed il francese riesce a far ritrovare vitalità ai suoi riducendo le distanze (11-12). Nel momento difficile della ricezione perugina si vede Fanuli in campo ma a tenere a distanza i piacentini sono prima i muri di Petric e poi le perle di Vujevic che risolve situazioni intricate (17-21). Mitic pecca nella precisione d’alzata ma si fa valere a muro dove ferma Le Roux e firma il momentaneo pareggio. Perugia va avanti anche nel terzo parziale ma sul 3-6 avviene il cambio di ritmo con Simon che forza da fondo campo ed inverte il punteggio (7-6). Papi trova efficacia sulle mani del muro ma è Perugia a palesare qualche incertezza di troppo che porta sul 13-9. La Sir resta aggrappata con le unghie agli avversari e sfrutta non appena possibile le bombe di Atanasijevic in battuta, due ace ristabiliscono la parità (15-15). L’ancora di salvezza locale è Marra che impedisce agli umbri di prendere il sopravvento e Simon impone il suo strapotere fisico (19-15). Il gioco proposto da De Cecco è più vario e si vede nei primi tempi che sono letali, quello di Fei vale il due ad uno. Nel quarto frangente la partenza dei perugini è buona ed il turno di battuta di Petric recupera il break di svantaggio (5-5). Perugia non si scompone e con grandi difese, unite a fucilate di Atanasijevic in battuta, scava un piccolo solco, non esclusi errori altrui (13-17). Si procede punto a punto ma Petric diventa imprendibile (17-23). La Sir è eccitata e si guadagna il tie-break con una sua diagonale. Al quinto set la partenza è in salita ma i tre punti di ritardo vengono recuperati (5-5). La tensione gioca un brutto scherzo a Perugia che sbaglia qualcosa e regala il 10-7. Atanasijevic è l’unico punto di riferimento ma riesce a fare la voce grossa (12-11). Entra anche Semenzato nel momento topico, Perugia pareggia ma poi due punti del fenomenale Simon procurano altrettante palle match (14-12). Stavolta è la Copra a fare festa. Ora attenzioni rivolte alla quarta sfida, mercoledì al Pala-Evangelisti sarà una bolgia per sostenere una Sir che ha le carte in regola per andare allo spareggio.
COPRA ELIOR PIACENZA – SIR SAFETY PERUGIA = 3-2
(25-12, 21-25, 25-19, 21-25, 15-13)
PIACENZA: Zlatanov 23, Simon 20, Fei 11, Papi 8, Vettori 6, De Cecco 4, Marra (L1), Le Roux 9, Husaj 1, Tencati, Smerilli (L2). N.E. – Kaliberda, Partenio. All. Luca Monti e Davide Alessandro Delmati.
PERUGIA: Atanasijevic 31, Petric 12, Vujevic 11, Barone 7, Buti 5, Mitic 4, Giovi (L1), Della Lunga, Paolucci, Cupkovic, Semenzato, Fanuli (L2). N.E. –Della Corte. All. Slobodan Kovac e Carmine Fontana.
NOTE – Spettatori 2’253.
Durata dei set: 21’, 29’, 30’, 29’, 23’.
Arbitri – Vittorio Sampaolo (MC) ed Andrea Puecher (PD).
COPRA ELIOR (b.s. 15, v. 6, muri 20, errori 9).
SIR SAFETY (b.s. 12, v. 5, muri 7, errori 12).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 12, 2014 20:23