Nocera Umbra supera Terni e si mette al sicuro

Pianeta Volley
By Pianeta Volley maggio 5, 2014 10:45
Friservice Nocera Umbra (squadra) serie C femminile

la squadra della Friservice Nocera Umbra di serie C femminile

Letta oggi la classifica avrebbe il sapore dell’impresa per la Friservice Nocera Umbra che dopo un’intera stagione passata ad annaspare immersa nella zona play-out, ora per la prima volta riesce a mettere la testa fuori e a vedere la luce della salvezza diretta vincendo contro la Azzurra Endas Terni in quattro set (12-25, 25-19, 25-19, 25-18). Ad una sola giornata dalla fine, precede Ellera di un punto e Magione di due. Ma non è il caso di farsi illusioni perchè nell’ultimo turno, servirà un vero e proprio miracolo per le rossoblu che faranno visita sul campo della capolista Trasimeno con l’obbligo di vincere a causa del concomitante scontro diretto proprio tra Ellera e Magione che nel migliore dei casi darà comunque due punti ad una delle due rivali. Sarà un sabato al cardiopalma, dove non si dovranno sprecare energie mentali per aspettare il risultato del campo di Ellera ma si dovrà mettere cuore e determinazione per tentare qualcosa di grande ed impensabile. Tutto ciò comunque non andrà a scalfire la convinzione della crescita avuta dalle nocerinenel girone di ritorno. Benchè la squadra non attraversi un momento di forma straordinario, è riuscita a vincere le partite che poteva e doveva vincere, strappando punti su campi di difficili e con solo qualche rimpianto per la partita casalinga persa con Ellera che conti alla mano sarebbe stata decisiva. Ma non si possono non considerare tutte le avversità che hanno condizionato una stagione già difficile di suo per un campionato di rango come la serie C femminile e resa ancora più difficile per diverse indisponibilità delle giocatrici nocerine. Fortunatamente alcuni innesti preziosi avvenuti a stagione in corso, come quello di Deborah Travaglini e della ritrovata Andrea Barrionuevo, hanno mantenuto la barca a galla e hanno permesso di arrivare ad una sola giornata dalla fine se non altro con la possibilità di essere artefici del proprio destino. Proprio Andrea Barrionuevo risulta una delle migliori in campo nella sfida contro un combattivo Terni. La giovane sudamericana, chiamata in campo da Guerrini durante il primo set per sostituire una Travaglini spaesata, trova fiducia rapidamente e non verrà più sostituita fino a fine gara. Non ha ancora l’esplosività tipica del suo dna ma sembra aver acquisito una maturità di gioco che le permette di ottenere punti preziosi anche in situazioni complesse con colpi giocati di astuzia e lucidità. Decisivo anche il ritorno in campo del libero Brancaleone che stringe i denti e recupera dall’infortunio avuto proprio contro Ellera. Anch’essa nel primo set sembra in rodaggio dopo tre settimane di stop ma dal secondo set blinda la difesa e annienta tutti gli attacchi provenienti dalla metà campo avversaria, specie quelli da seconda linea che all’inizio avevano mandato in crisi la Friservice. Meno luci invece sulla prestazione di Valeria Rondelli che non al meglio per un fastidio al ginocchio, gioca condizionata e viene sostituita ad inizio secondo set da Travaglini che non sfigura nell’inconsueto ruolo di opposta. Anche Cerbella non brilla e sembra assolutamente in affanno nelle prime due frazioni: vaga per il campo in maniera confusionaria, non trova l’intesa con Cesaretti e quando chiamata in attacco, non riesce a trovare una palla vincente nonostante le dirette avversarie non siano obiettivamente un ostacolo insormontabile. Il colosso di Fossato però pian piano ritrova lucidità e nella seconda parte di gara è preziosissima per l’economia del risultato finale. Più costanti le prestazioni di Manuela Mataloni ed Erica Gaudenzi che pur senza giocare una prestazione che andrà agli annali, raggiungono comunque la sufficienza limitando gli errori e trovando a sprazzi delle soluzioni interessanti. L’alzatrice Cesaretti sbaglia qualche battuta di troppo ma quelle che mette in campo sono sempre una spina nel fianco per le avversarie. Fatica anch’essa a trovare la condizione ma nel complesso non sfigura. Bene Elena Gaudenzi che chiamata in causa per qualche punto, fa la sua parte specie al servizio. Nel complesso, la Friservice ha rischiato di pagare caro un approccio totalmente sbagliato alla gara. Si è sottovalutata la consistenza dell’avversaria che non è assolutamente sul livello dell’Amerina e anche durante la stagione ha messo in difficoltà squadre anche più blasonate. Un errore che non potrà essere ripetuto sabato prossimo sul campo della capolista e mister Guerrini dovrà lavorare in settimana sulla testa delle proprie atlete che hanno bisogno di una presatazione super per poter aspirare a qualcosa di super…
(fonte Nuova Pallavolo Trevi)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley maggio 5, 2014 10:45