San Giustino spazza via Acquasparta alla bella

Pianeta Volley
By Pianeta Volley maggio 25, 2014 20:32
Ubaldi Claudia (pallonetto)

la schiacciatrice Claudia Ubaldi opera un attacco in pallonetto

Massima attenzione nei fondamentali, margini di errore ridotti al minimo e grande determinazione nel volere a tutti i costi la vittoria. Il San Giustino Volley si ‘resetta’ nell’arco di appena 48 ore e guadagna a passo di carica la qualificazione alla semifinale dei play-off nel campionato regionale di serie C femminile, superando nella bella casalinga la Cmp Acquasparta con un tre a zero senza discussioni, come del resto testimoniano i parziali, dal momento che le ospiti sono sempre rimaste sotto quota venti. Una positiva prestazione dell’intero collettivo, con Kseniya Ihnatsiuk e Arianna Luciani prolifiche in attacco, Lucrezia Brunetti con personalità in regia e la ritrovata Noemi Polimanti (ancora decisiva) per nulla condizionata dagli acciacchi fisici che in ultimo la stanno tormentando. A queste, aggiungere i contributi sempre efficaci della capitano Valentina Morelli, la positiva serata di Maddalena Rosi e le puntuali difese del libero Giada Carrai. Insomma, solo una grande prestazione avrebbe consentito il passaggio del turno e così è andata in un match che ha registrato una bella cornice di pubblico sugli spalti (nutrita anche la rappresentanza dei sostenitori ospiti) e che il tecnico locale Francesco Brighigna ha dovuto seguire fuori dal campo per una squalifica comunicata soltanto alle 16,30 di sabato. A sostituirlo in panca c’è Paolo Volpi, con il solito affiancamento del direttore generale Antonio Leonardi e dell’assistente Diego Forasiepi. Fin dall’inizio Acquasparta è alle corde, i turni in battuta della Polimanti e della Morelli fruttano un 5-1 d’acchito (time-out chiesto dalla Petrocchi), che diventa più ampio sull’ace della Rosi, pungente pure lei al servizio. Nuova sospensione chiesta dalla Petrocchi, ma San Giustino si ferma solo sul 13-3 e poi riparte fino al 17-8. Piccolo recupero smorzato dall’errore della Ascani in battuta e, dopo l’ace del 20-11 firmato dalla Ihnatsiuk, un nuovo tentativo di rimonta bloccato sul 21-14 dal time-out di Volpi. Un muro sulla Guerreschi e l’attacco vincente della Ihnatsiuk chiudono il primo set. L’unica vera fiammata acquaspartana matura nella fase iniziale della seconda frazione, quando una palla servita dalla Guerreschi cade nella zona di conflitto e porta le ospiti sul 2-5. Ci vuole allora il turno in battuta della Ihnatsiuk, con una corta quanto maligna palla sulla quale costruisce il 4-5, per promuovere la reazione di San Giustino con un break di cinque punti consecutivi, interrotto da una intelligente intuizione in palleggio della Petrelli. Il parziale vive una fase di sostanziale equilibrio, con due tentativi di allungo delle padrone di casa subito rintuzzati ed Acquasparta che rimette il naso davanti sul 14-15 per poi cedere a un primo tempo della Luciani, a una chiusura della Polimanti sulla ricezione slash provocata dalla battuta della Rosi e una palla accompagnata sotto rete, rilevata dal primo arbitro. Sul 18-16, il mani-fuori sulla schiacciata della Polimanti dà il via al rush finale delle biancoazzurre, complici i tanti errori sul fronte avversario che portano la situazione sul 23-16. La Petrelli diventa protagonista nel bene e nel male, piazzando prima un ace e servendo poi lungo e consegnando i due a zero alle locali. A questo punto, la Cmp deve produrre l’ultimo sforzo per evitare la capitolazione definitiva, anche se ben presto si rende conto che c’è poco da fare. Avanti sul punto a punto fino al 6-6, poi una palla vincente della Luciani, una botta fuori della Carboni e un altro slash della Polimanti danno il primo importante strattone al punteggio; la Ihnatsiuk piazza un diagonale e la Rosi gioca sulle mani del muro, si comprende bene che non c’è più storia (14-10). L’opposta di origine bielorussa in forza alle altotiberine trova un altro diagonale efficace dalla lunga distanza, la Luciani allunga con un implacabile primo tempo e la Rosi indovina lo spigolo giusto in battuta. Siamo sul 20-13 e i due punti della Polimanti, che ritoccano la situazione, fanno scorrere i titoli di coda sulla partita. Mancano soltanto il punto della Morelli, l’errore al servizio della Ubaldi e il colpo finale della Rosi per far esultare il palasport, che mercoledì 28 maggio alle 21 sarà teatro della gara-uno di semifinale fra le biancoazzurre e Chiusi, promossa al tie-break dopo una intensa sfida contro il Ponte Felcino. L’avventura continua, anzi, il bello viene proprio ora! Francesco Brighigna, tecnico squalificato, spazza via anche l’amarezza per il ‘castigo’ comminatogli in extremis ed elogia le sue giocatrici: «Brave, brave, brave! Lo dico tre volte! Sono state attentissime e tatticamente ordinate; dopo tre gare, siamo riusciti a registrare ciò che non avevamo fatto giovedì. Pochi gli errori commessi sui fondamentali. Siamo partiti di gran carriera, perché questo avevo chiesto di fare alle ragazze. Una vittoria costruita in ricezione e con un attacco supportato da una distribuzione che ha funzionato al meglio. E poi, nei momenti cruciali questa squadra è capace sempre di tirare fuori il meglio di sé stessa». Quando si vince, il merito è dell’intero collettivo, ma due parole di elogio sembrano doverose nei confronti di Noemi Polimanti, considerando le sue condizioni fisiche. Le avevo detto che sarebbe andata in campo e lei ha risposto alla sua maniera, ma permettetemi un ringraziamento particolare anche a Paolo, Diego e Antonio (ossia Volpi, Forasiepi e Leonardi) per l’aiuto fondamentale che mi hanno saputo dare».
SAN GIUSTINO VOLLEY – CMP ACQUASPARTA = 3-0
(25-17, 25-18, 25-17)
SAN GIUSTINO: Luciani 14, Ihnatsiuk 14, Polimanti 10, Rosi 7, Morelli 2, Brunetti 1, Carrai (L1). N.E. – Leminci, Ottaviani, Garofalo, Gobbi, Morgia (L2). All. Paolo Volpi.
ACQUASPARTA: Muzi 9, Guerreschi 7, Ubaldi 5, Rosa 4, Carboni 3, Petrelli 2, Guerrini (L1), Ascani 1, Romani, Todini, Barbabella, Grechi (L2). N.E. – Leorsini. All. Consuelo Petrocchi.
Arbitri: Marco Dionigi e Azzurra Marani.
(fonte San Giustino Volley)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley maggio 25, 2014 20:32