Sirci blocca Atanasijevic e manda messaggi forti

Pianeta Volley
By Pianeta Volley maggio 8, 2014 10:35
Atanasijevic-Sirci

Aleksandar Atanasijevic e Gino Sirci

Ventidue anni, potenza pura dentro al rettangolo da gioco, un sorriso contagioso quando è fuori. Inseguito dalle squadre di mezzo mondo ha deciso di firmare per la Sir Safety Perugia e di fermarsi per altri tre anni nella città che lo ha accolto e lo ha eletto suo re. È Aleksandar Atanasijevic luomo copertina del giorno, atleta in grado di far crescere esponenzialmente la notorietà della squadra di pallavolo bianconera, tanto da farla diventare un fenomeno popolare. Idolo incontrastato delle teenager che fanno la fila per scattare una foto con lui o per farsi firmare un autografo, e lui è sempre disponibile per tutti. Mai si era vista tanta gente radunarsi in piazza per festeggiare una squadra che ha fatto sì sognare, ma non ha vinto. Il catalizzatore forte che ha reso celebri i block-devils ad ogni latitudine è senza ombra di dubbio lui. Lo ha capito bene il presidente Gino Sirci che per lui ha fatto uno sforzo notevole, dovendo competere con le offerte di Modena e Macerata (la cifra dovrebbe aggirarsi di poco sotto al mezzo milione di euro). Sono queste cose che erano impensabili fino a pochi mesi fa. Come impensabile e sorprendente è stato vedere ieri all’ora di pranzo ospite al Tg3 regionale dell’Umbria il numero uno del club che, nel bel mezzo del notiziario sportivo, ha dato la notizia in diretta: «Posso dire ufficialmente che Aleksandar ‘Magnum’ Atanasijevic ha firmato con noi per altri tre anni». Se questo è voluto essere il primo passo del mercato, significa che la squadra che costruirà attorno a lui sarà di primo livello. E poi, in serata, cena di gala al castello di Monte Vibiano. Unici assenti Giovi, influenzato, Kovac e il preparatore Sati, già partiti per andare in Iran, dove faranno parte dello staff della nazionale. Alla sua terza esperienza nella massima categoria dovrà fare un organico ancor più forte dato che avrà anche l’onore di rappresentare l’Italia in champions league. La base su cui ripartire è completamente da rivedere dato che sono quasi tutti in scadenza di contratto. Buona eccezione la fa il centrale Simone Buti che è l’unica certezza al momento. Ma di certo le intenzioni sono quelle di confermare anche il tridente balcanico formato dagli schiacciatori Nemanja Petric e Goran Vujevic (al quale si sta pensando come panchina). Il vulcanico presidente Sirci ha le idee chiare su quello che sarà la squadra del futuro ed aggiunge. «Petric firmerà a giorni, resteranno Giovi e Buti mentre Vujevic probabilmente farà il terzo, dobbiamo parlarne». E dunque arriveranno un regista e uno schiacciatore. Sulla bocca di tutti per il ruolo di palleggiatore c’è Luciano De Cecco, ex Piacenza, la sensazione è che le trattative siano molto avanzate anche se il patron continua a ripetere che questo è un ruolo da decidere insieme all’allenatore e dunque prima bisogna scegliere il coach. Per sostituire il tecnico serbo sono stati fatti molti nomi Blengini, De Giorgi, Montagnani, Piazza e Travica, tanto per citarne alcuni, ma è probabile che l’idea del primo dirigente perugino sia ben altra. A Sirci piace fare colpi a sorpresa e ieri sera si è lasciato andare affermazioni belligeranti. «Sarà un tecnico impensabile». Tutto lascerebbe supporre che sia il bulgaro Radostin Stoytchev, uno dei più vincenti degli ultimi anni che dopo sei stagioni a Trento ha guidato quest’anno Ankara in Turchia. Dopo la spending review dello scorso anno, la crisi continua a frenare le ambizioni della maggior parte dei club italiani, la corsa allo scudetto potrebbe essere un discorso per pochi. Il panorama tricolore non è dei migliori: Piacenza è sull’orlo della chiusura e ha già smobilitato i pezzi migliori, Trento non sembra in grado di risollevarsi in tempi brevi, gli unici club ambiziosi a questo punto sono la consolidata Macerata, l’emergente Perugia e la ritrovata Modena. I block-devils hanno fermato ‘Magnum’… è un buon inizio per essere competitivi.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley maggio 8, 2014 10:35