Una Gecom Perugia superba abbaglia Agrigento

Pianeta Volley
By Pianeta Volley maggio 21, 2014 23:28
Puchaczewski Jessica (spara)

Gecom Security Perugia in attacco con l’opposta perugina Jessica Puchaczewski, miglior realizzatrice contro Agrigento

Nello scontro del Pala-Evangelisti è la Gecom Security Perugia a festeggiare. Cade per la seconda volta nella serie dei quarti di finale l’Akragas Agrigento che gioca col coltello fra i denti ma perde e viene eliminata dalla corsa alla promozione. Un match dagli spiccati contenuti tecnici che le padrone di casa si sono aggiudicate grazie ad una tenuta di nervi migliore nei tiratissimi finali di ogni parziale. Dopo il fischio si fanno trovare impreparate le perugine che sbagliano molto, sette errori favoriscono le avversarie (2-8). Dopo il time-out tecnico è capitan Tosti a suonare la sveglia con tre punti consecutivi dei suoi che riducono il gap (5-8). La rimonta si concretizza definitivamente con le siciliane che cominciano a perdere sicurezza ed una ottima Valentini che propizia il 10-10. Qui però inspiegabilmente le magliette nere smettono di giocare e subiscono la precisione di Ferro (otto palle a terra) che fa ripartire le ospiti e va a vincere il primo set. Alla ripresa le perugine cambiano radicalmente registro e con Tosti e Cristina Cruciani piazzano l’accelerazione disarmante (9-2). Non cade più nulla nel quadrato locale, la ricezione delle locali registra picchi di assoluto valore e l’attacco incide alla grande (61%). Il pareggio giunge con punteggio severissimo. Nel terzo frangente il copione è simile al precedente, cambia solo la protagonista, è Puchaczewski a scavare il solco con sei bombe d’attacco incontenibili per chiunque (11-3). La differenza è notevole con l’opposta che continua a martellare (chiuderà con dieci colpi vincenti) e con le ospiti in completa balia delle onde (22-11). I cinquecento presenti applaudono le proprie beniamine che passano al comando rifilando un’altra dura lezione. Il quarto periodo evidenza la reazione d’orgoglio delle isolane che vanno avanti sfruttando il passaggio a vuoto della ricezione della Gecom (3-7). Per quanto ci provi la squadra di coach Bovari non riesce a completare la rimonta, per tre volte arriva ad un passo ma la centrale Salamone riesce a mantenere il naso avanti (20-22). Qui avviene il cambio di passo con quattro punti consecutivi. Due palle-match a disposizione, la seconda è quella giusta e Cristina Cruciani schianta a terra la palla della vittoria che porta in semifinale. Si giocherà la serie contro Caserta che ha superato in due partite Olbia. Perugia continua l’avventura con la consapevolezza di avere le carte in regola per puntare al bersaglio grosso.
GECOM SECURITY PERUGIA – AKRAGAS AGRIGENTO = 3-1
(21-25, 25-11, 25-11, 25-23)
PERUGIA: Puchaczewski 19, Tosti 15, Cruciani Cr. 16, Valentini 14, Cruciani Co. 6, Cecato 3, Rocchi (L1), Mearini, Pistocchi, Di Mitri, Chiavatti (L2). N.E. – Montechiarini. All. Fabio Bovari e Daniele Panfili.
AGRIGENTO: Ferro 17, Salamone 10, Composto 7, Piscopo 9, Lombardo 5, Moncada 2, Pietrangeli (L), Rotondo 1, Caruso. N.E. – Polito, La Gaipa. All. Valerio Lionetti e Luca Scandurra.
Note – Spettatori 500.
Durata dei set: 29’, 23’, 29’, 33’.
Arbitri: Sandro Paolieri e Marco Bertonelli.
GECOM (b.s. 7, v. 2, muri 9, errori 12).
AKRAGAS (b.s. 3, v. 3, muri 7, errori 20).


Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley maggio 21, 2014 23:28