Castiglione del Lago vende cara la pelle ma esce di scena

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Giugno 1, 2014 08:22
Pirchio Martina (attacca)

la perugina Martina Pirchio in attacco e le castiglionesi Marina Vivolo ed Irene Boi a muro

Il duello che oggi è andato in scena alla palestra Sant’Erminio di Monteluce fra le padrone di casa della Qsa Promovideo Perugia e la Sport Evolution Castiglione del Lago di sicuro è stata una finale anticipata di questi play-off di serie C femminile. Le perugine, con mezzo biglietto in tasca per l’ultimo atto del campionato, ed il team del presidente Pomerani chiamato a riequilibrare la serie. Dopo oltre due ore la spunta al tie-break la formazione locale che sfiderà San Giustino per la promozione. Il team lacustre parte con questo sestetto: Ponti in cabina di regia, sulla diagonale Vivolo, di banda Alessandra Barone e Giada Vergoni, al centro il tandem Boi-Vergari, libero Valentina Pomerani, e parte bene con Vergari e cui risponde Pero, e l’allungo di Vivolo che porta sul (6-8). Vergari e Vergoni sono in stato di grazia e creano un divario di sette lunghezze, l’uno a zero per le ospiti è timbrato da Eleonora Vergari. Nel secondo parziale l’equilibrio iniziale è rotto da Marina Vivolo e da una incontenibile Giada Vergoni (8-14). L’ottima difesa biancorossa stoppa sul nascere ogni tentativo di rimonta perugina (15-18). Un attacco vincente di Vivolo porta le lacustri sul due a zero. Nel terzo frngente è la squadra di casa a dettare legge (8-2), complice un calo di concentrazione delle avversarie. Il collettivo del tecnico Pippi comincia a macinare gioco e ad essere più ordinato riducendo sensibilmente il gap (10-9). Fiorucci prende il posto di Scorcini ed insieme a Pirchio e Burnelli allunga fino a (16-11). Le ospiti non riescono più a rimontare e un muro di Pirchio su un attacco di Vergari accorcia le distanze nel conto dei set. Vergari ad inizio di quarto periodo è protagonista, ma le perugine mettono la freccia con Burnelli (4-3). Alessandra Barone al servizio e Boi effettuano il contro sorpasso (7-9) e le bocche di fuoco Vergoni, Barone e Vivolo trascinano le castiglionesi sul15-20. Qui piovono errori in ricezione e un vistoso calo di concentrazione regala alle perugine sei punti consecutivi che ribaltano il punteggio. Alla fine le locali sono più ciniche sottorete e riescono a rimandare il verdetto. Il tie-break è al cardiopalma con Perugia che infila i primi tre punti e con un attacco di Fiorucci va sul +4. Vergoni al servizio ricuce lo strappo ma Fiorucci e Burnelli fanno ripartire la qsa promovideo (10-6). Tocca a Vergoni ed Alessandra Barone suonare la carica ed agganciare (12-12). Qui una palla toccata dal muro, non vista dalla coppia arbitrale, manda avanti le perugine. È poi un attacco di Fiorucci a spedire Perugia in finale. Un grande applauso va alle ragazze che hanno condotto la stagione quasi sempre in testa al campionato nella regular-season, l’orgoglio di una comunità che ha fatto sognare le bambine e ragazze del settore giovanile che sperano un giorno di emulare le loro gesta. Un caloroso ringraziamento va al numeroso pubblico che ha sempre sostenuto le proprie beniamine anche nei momenti più difficili.
QSA PROMOVIDEO PERUGIA – SPORT EVOLUTION CASTIGLIONE DEL LAGO = 3-2
(17-25, 22-25, 25-19, 27-25, 15-13)
PERUGIA: Burnelli 21, Pirchio 16, Sfascia 15, Pero 13, Scorcini 4, Bertinelli 3, Mastroforti (L1), Fiorucci 9. N.E. – Giugliarelli, Bazzurro, Hromis, Bellavita, Gliorio (L2). All.Luca Tomassetti e Monica Sargenti.
CASTIGLIONE DEL LAGO: Vergoni 23, Vergari 17, Barone A. 16, Vivolo 12, Boi 3, Ponti 1, Pomerani (L1), Truffarelli 3, Barone S., Vescarelli. N.E. – Gigli, Bartolucci, Pulcinelli (L2). All. Emanuele Pippi e Matteo Cacciamani.
Arbitri: Massimo Rossi e Luigi Crociani.
QSA PROMOVIDEO (b.s. 8, v. 4, muri 11, errori 24).
SPORT EVOLUTION (b.s. 8, v. 9, muri 5, errori 17).
(fonte Trasimeno Castiglione del Lago)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Giugno 1, 2014 08:22