Per la Sir Perugia esordio amaro a Ravenna

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Settembre 23, 2014 21:53
Paolucci Adriano (alza)

Adriano Paolucci costruisce il gioco della Sir Safety Perugia di serie A1 maschile

Prima uscita stagionale per la Sir Safety Perugia. Al Pala-Costa i block-devils hanno affrontato i padroni di casa della Cmc Ravenna di coach Kantor per un test amichevole che ha fornito al tecnico bianconero Grbic (curioso scontro in panchina tra due grandi ex alzatori) molte utili indicazioni per il proseguo del lavoro. Il punteggio finale evidenzia un match dai buoni contenuti tecnici (considerando la fase assolutamente embrionale della stagione) ed in particolare di una Perugia apparsa ovviamente ancora in fase di costruzione e con diverse cose, soprattutto dal punto di vista tecnico-tattico e di affinità, competenze ed amalgama in campo, da sistemare. Grbic ha preso appunti con molta attenzione per lavorarci su. Il tecnico serbo è partito inizialmente con Paolucci in regia (De Cecco è in arrivo domani dall’Argentina), il giovane greco Tzioumakas opposto, la coppia Beretta-Buti in zona tre, Maruotti e l’americano Sunder in banda e Giovi libero. Il primo parziale ha visto la Sir avere il sopravvento nella fase iniziale (4-8), con i padroni di casa capaci di rientrare con i fondamentali del servizio (tre ace) e del muro (cinque i punti nel fondamentale) portandosi a condurre a metà parziale (16-15) e chiudendo. Nel secondo set spazio ad Atanasijevic in zona due e Barone al centro per un Buti non al meglio della condizione. Gioco più equilibrato con Perugia avanti per buona parte del parziale (13-16) e con i romagnoli capaci di piazzare sul finale il break decisivo del raddoppio. Reazione bianconera nel terzo set con la coppia Vujevic-Sunder in posto-quattro. Con un buon contributo dai nove metri (quattro ace) i perugini hanno subito preso margine (9-16), mantenendolo fino al termine ed accorciando le distanze. Molto equilibrio nel quarto ed ultimo periodo. Grbic ha inserito nuovamente Maruotti per capitan Vujevic. Punteggio in bilico praticamente per tutto l’arco del set con Perugia ancora meglio in battuta (4 ace) e Ravenna più incisiva in attacco (57%). È dei padroni di casa il guizzo decisivo (26-24) che chiude il test. Nonostante il risultato finale, alcune utili indicazioni come detto per Nikola Grbic. Bello pimpante subito Atanasijevic (21 punti in tre set con tre ace). Degne di nota anche le prestazioni di Barone (10 punti con l’80% in attacco) e Beretta (5 muri punto) al centro, incisivo in attacco l’americano Sunder (15 colpi vincenti) e molto positivo Giovi in seconda linea (70% di positività). Proprio la ricezione ha dato riscontri positivi allo staff tecnico bianconero (66% globale), al pari del servizio (9 gli ace totali), mentre gli automatismi ancora da oliare si sono notati in alcune fasi in attacco e nella correlazione muro-difesa. Tutti argomenti che saranno certamente sviluppati da domani al Pala-Evangelisti dallo staff tecnico Sir in attesa dell’arrivo di De Cecco e Fromm per completare la rosa.
CMC RAVENNA – SIR SAFETY PERUGIA = 3-1
(25-19, 25-23, 17-25, 26-24)
RAVENNA: Cebulj 17, Jeliazkov 16, Cester 12, Mengozzi 9, Koumentakis 8, Cavanna 3, Bari (L1), Gabriele 6, Goi (L2). N.E. – Zappoli, Ricci, Rossi. All. Waldo Kantor e Cristiano Lucchi.
PERUGIA: Sunder 15, Beretta 9, Maruotti 7, Tsioumakas 3, Buti 2, Paolucci 1, Giovi (L1), Atanasijevic 21, Barone 10, Vujevic 3. N.E. – Cricco, Fanuli (L2). All. Nikola Grbic e Carmine Fontana.
CMC (b.s. 12, v. 6, muri 14, errori 7).
SIR (b.s. 15, v. 9, muri 9, errori 7).
(fonte Sir Safety Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Settembre 23, 2014 21:53