Thomas Beretta: «Perugia può essere la svolta della mia carriera»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Settembre 3, 2014 16:00
Beretta Thomas (pesi)

Thomas Beretta

È uno dei volti nuovi della Sir Safety Perugia che da lunedì ha iniziato la preparazione per la serie A1 maschile. Anzi, con Fromm e De Cecco impegnati ai mondiali e con l’americano Sunder in arrivo nel fine settimana, Beretta è uno dei tre acquisti già presenti al Pala-Evangelisti al pari di Maruotti e del giovane greco Tzioumakas. E non passano certo inosservati a Pian di Massiano i 205 cm di muscoli ed i tanti riccioli del ventiquattrenne centrale milanese, cresciuto nelle giovanili del Treviso, forgiatosi tre anni in A2 a Mantova, Milano e Monza e proveniente da Modena dove lo scorso anno ha disputato il suo primo campionato di A1. In mezzo anche tanto azzurro, compresa l’estate di World League appena trascorsa. Si è messo al lavoro subito di buona lena, con tanto entusiasmo, tanta voglia e grande applicazione. Perché questa stagione alle porte potrebbe essere quella, diciamo così, della definitiva consacrazione per Thomas Beretta che dice: «Sono d’accordo! Devo dire che anche l’anno scorso a Modena era così, ma quest’anno ho la possibilità di fare davvero bene. Avere la possibilità di essere in una squadra come la Sir che parte con l’obiettivo di lottare per vincere è per me motivo di orgoglio e chissà, potrebbe essere anche l’anno di svolta definitiva della mia carriera. Ma adesso sono concentrato soprattutto sul lavoro da fare». Giustissimo, anche perché con il nuovo tecnico Grbic si lavora sodo. «Non ho mai avuto occasione di giocarci contro, per cui, pur avendolo ammirato più volte in campo, quasi non lo vedo come un ex giocatore. Il primo impatto è stato molto positivo. Ho avuto modo di parlarci, mi piace come persona. Ovviamente stiamo lavorando solo da pochi giorni e sarà, come si dice in questi casi, una scoperta reciproca, ma per ora sono proprio molto contento». Perugia è ambiente nuovo per Beretta che però sembra essersi subito calato alla perfezione nella sua nuova realtà sportiva. «Questi a Perugia sono i primissimi giorni e sinceramente l’impressione che ho adesso è molto positiva. Tutti mi stanno facendo sentire come se fossi sempre stato qua. Mi sto ambientando in città, abbiamo iniziato il lavoro molto bene e con società e staff ho avuto un impatto proprio bello. E poi ho subito sentito l’entusiasmo dell’ambiente. È un bell’impegno per noi, si parte per fare se possibile meglio dell’anno scorso e quindi per provare ad essere protagonisti. E questo si vede anche nella squadra perché tutti si allenano con grande impegno. Non siamo ancora al completo, ma lo spirito che si respira al palazzetto sembra quello giusto». In attesa del nuovo soprannome (“sono impaziente di conoscerlo” ha confidato Beretta), il nuovo centrale bianconero è già entrato in pieno spirito block-devils!
(fonte Sir Safety Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Settembre 3, 2014 16:00