Il commento di Altotevere dopo la sconfitta

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 2, 2014 18:03
Gustinelli Valdemaro (panchina)

Gustinelli Valdemaro (panchina)

Si sapeva che contro Piacenza non sarebbe stato semplice ma, dopo l’ottima prima parte di set giocata dall’Altotevere Città di Castello – Sansepolcro, si cominciava a sperare di poter costruire un risultato positivo ma, nel finale di frazione, cioè dal 20-17, le cose sono cambiate e sono venuti fuori esperienza e cinismo degli emiliani che hanno rimontato e vinto. I successivi sets hanno visto una squadra, quella di Montagnani, che tentava di scrollarsi di dosso il dispiacere di aver visto volare via in pochi attimi quello che di buono era stato costruito, e un’altra squadra, quella ospite, determinata a sfruttare il momento, grazie soprattutto alla lucidità di Valerio Vermiglio. L’analisi di coach Paolo Montagnani parte proprio da questo: «Mi dispiace molto di come sia finito il primo set perché, secondo me, fino al 20-17 avevamo giocato la migliore pallavolo di quest’anno e quella pausa imprevista ha svantaggiato chi era davanti come noi e ha dato il tempo di organizzarsi all’avversario. Nel resto del match abbiamo pensato troppo a come era finito il primo set e ce lo siamo trascinati dietro fino a fine partita. Dobbiamo continuare a ricercare il nostro miglior gioco. Prendiamo ad esempio per ripartire il primo set, il cambio palla che abbiamo messo in atto in quei frangenti, ma, in generale, dobbiamo ottenere più punti dall’attacco di Randazzo e dal servizio, perché abbiamo fatto passi indietro in questo fondamentale. I problemi in battuta poi hanno condizionato anche il muro perché far ricevere bene Piacenza con Vermiglio in regia fa diventare tutto più complicato. Ho sempre detto che la pallavolo deve diventare un appuntamento fisso, per far divertire tutti, il dato degli spettatori ci conforta ma ora, per far divertire, dobbiamo essere competitivi, aumentare gli sforzi per vincere le partite, ci dispiace non aver fatto nemmeno un punto in questi due appuntamenti casalinghi». Ludovico Dolfo è lucido e preciso nel commento al match: «Della partita di ieri c’è poco da dire, ci ha lasciato solo tanta amarezza e delusione. Nel primo set stavamo giocando un’ottima pallavolo e, probabilmente, per colpa di quell’interruzione ma anche per colpa nostra l’abbiamo buttato via, secondo me vincendo quel set la partita sarebbe cambiata in qualche modo. Nei restanti due set abbiamo fatto una prestazione molto brutta davanti al nostro pubblico che comunque ha continuato a incitarci. Vorrei dire a tutti che noi non siamo questi, dobbiamo continuare a lavorare sodo ed avere fiducia in noi stessi e sono sicuro che i tifosi credono molto in noi. Poi Piacenza nel corso della partita ha aumentato sempre più il livello del gioco e contro squadre come questa diventa poi impossibile riuscire a vincere. Sono contento di avere fatto il mio esordio in casa e fatto i primi punti di questa stagione, anche se purtroppo in un brutto momento. Mi sto allenando sempre al massimo per dare il mio contributo come singolo al lavoro di squadra». Il direttore sportivo Valdemaro Gustinelli chiede ai suoi di migliorare ulteriormente per regalare gioie al numeroso pubblico presente: «Se vogliamo commentare la partita di ieri con Piacenza dobbiamo fermarci al 21/18 del primo set, da quel momento in poi si è spenta la luce e per Piacenza è stato tutto facile, troppo facile. Non mi preoccupa il trend negativo dei risultati quanto l’atteggiamento remissivo della squadra palesato ogni qualvolta l’avversario ci ha messo la testa davanti. La società è conscia della qualità dei giocatori e del duro percorso che ci aspetta ma pretende che tutto questo avvenga dopo aver dato il massimo in campo. In alcuni momenti in queste prime tre gare pare non essere avvenuto, se a tutto questo aggiungiamo il rendimento sotto i propri standard di alcuni giocatori cardine della nostra squadra, ecco spiegato l’attuale momento. Occorre che i ragazzi siano più esigenti tra di loro durante il lavoro settimanale, non possono pretendere che ciò accada automaticamente nel momento gara. Questo se lo possono permettere, e non sempre, i campioni, e noi di campioni non ne abbiamo. Nessun dramma, da martedì in palestra per migliorare quel tanto su cui c’è da lavorare. Dispiace solo per il pubblico del palasport di Sansepolcro, loro meritano molto di più». Corvetta e compagni avranno due giorni liberi fino a lunedì sera, appuntamento martedì mattina alla palestra Elitè per riprendere gli allenamenti in vista della partita di domenica prossima a Latina.
(fonte Altotevere Città di Castello – Sansepolcro)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 2, 2014 18:03