La Zambelli Orvieto non graffia e Pesaro approfitta

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 9 Novembre, 2014 01:25
Biccheri-Kotlar (muro)

la pesarese Elisa Mezzasoma in attacco e le orvietane Valentina Biccheri e Giulia Kotlar a muro (foto Michele Benda)

La Zambelli Orvieto lotta ma cade ancora nella quarta giornata del campionato di serie B1 femminile, stavolta accade dopo un combattimento di cinque set che ha entusiasmato il folto pubblico presente al Pala-Papini. La Volley Pesaro, costruita per puntare ai vertici della classifica, scende in campo con il chiaro obiettivo di continuare la sua corsa vincente e ci riesce al termine di due ore di aspra battaglia in cui lascia un punto sul campo. Per la seconda volta consecutiva in questa stagione è costretta alla resa la squadra della Rupe che ha cercato di contrastare le accreditate rivali senza poter disporre di Eleonora Fastellini (tenuta a riposo) e disputando una prova a corrente alternata. Partenza lenta per le padrone di casa che sono subito costrette ad inseguire nonostante il buon abbrivio di Ubertini (3-6). La rincorsa è difficile ma le biancoverdi approfittano di ogni minima disattenzione per tornare a far sentire il fiato sul collo e col muro di Rossini, il primo del match, impattano (16-16). Le ospiti fanno un altro break ma dura poco perché le incursioni di Biccheri operano il sorpasso sul 21-20 ed è poi la battuta orvietana a piazzare l’accelerazione che consente ad Ubertini di scrivere l’uno a zero. Alla ripresa le marchigiane sembrano più determinate e tentano di scollare il punteggio con Bellucci che lancia la fuga, le locali soffrono e non riescono a reagire subendo l’attacco potente di Mezzasoma che propizia sei punti consecutivi interrotti solo dal secondo time-out tecnico 8-17. Il muro delle ospiti diventa impenetrabile e la situazione peggiora ulteriormente con la ricezione che va in bambola, è un muro di Bellucci a siglare la parità. Nel terzo frangente di gioco i sorpassi sono molteplici, Babbi è incisiva ma a domare la sua irruenza è Kotlar (otto palle a terra) che rompe gli indugi e fa la voce a muro (ne prende tre) e in attacco (18-15). Iannuzzi getta nella mischia Tiberi che va subito a segno e aumenta il distacco, la stessa cosa fa Bertini inserendo Concetti che si fa valere a muro e Bordignon che va subito a segno in attacco (23-20). Il finale è senza ulteriori sussulti con Tiberi che scrive il nuovo vantaggio. Il quarto periodo comincia in equilibrio ma sul 4-4 le pesaresi schiacciano sul pedale del gas e vanno avanti di tre. È sempre Kotlar a cercare di dare la scossa alle locali, ma dalla parte opposta della rete Mezzasoma e Babbi tornano ad infierire colpi durissimi (10-15). La Zambelli perde consistenza e pur non commettendo troppi errori viene punita. Al tie-break partenza sprint del Pesaro che vola sull’1-6. Il contraccolpo psicologico è pesante per le orvietane che vanno sempre più a fondo commettendo ingenuità imperdonabili. A far scorrere i titoli di coda è Di Iulio che rimedia col muro un punto che praticamente era già perso. Folta la cornice di pubblico con gli sportivi sempre pronti a caricare la squadra, incitare i ragazzi che portano in alto il nome della propria città. Da segnalare che le ragazze del Pesaro sono scese in campo con un braccialetto bianco per dare la propria adesione alla campagna denominata ‘il volley non è reato’ per la liberazione di Ghoncheh  Gavami, la ragazza britannico-iraniana incarcerata a Teheran da quasi cinque mesi perché voleva  assistere alla partita di pallavolo di Word League maschile tra Iran e Italia. Questa iniziativa ha coinvolto e sta coinvolgendo tutto il mondo della pallavolo, dalla serie A alle categorie giovanili. Ghonchen ha iniziato pochi giorni fa lo sciopero della fame e per questo motivo bisogna fare presto ed essere in tanti a spingere perché lo sport induca le autorità governative iraniane a liberarla.
ZAMBELLI ORVIETO – VOLLEY PESARO = 2-3
(25-22, 14-25, 25-21, 16-25, 6-15)
ORVIETO: Biccheri 15, Kotlar 15, Ubertini 11, Rossini 11, Mazzini 2, Bigini, Andreani (L1), Tiberi 3. N.E. – Fastellini, Volpi, Piastra, Macari, Righi (L2). All. Giuseppe Iannuzzi e Marco Gobbini.
PESARO: Mezzasoma 24, Babbi 18, Sestini 10, Bellucci 10, Salvia 8, Di Iulio 5, Zannini (L1), Bordignon 2, Concetti 1, Battistoni. N.E. – Spadoni, Battistelli (L2). All. Matteo Bertini e Luigi Portavia.
Arbitri: Luca Grassia e Stefano Caretti.
ZAMBELLI (b.s. 7, v. 4, muri 6, errori 23).
PESARO (b.s. 11, v. 6, muri 11, errori 18).
kg2a-5ir9W0

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 9 Novembre, 2014 01:25