Martina Barneschi: «San Giustino ha ripreso convinzione»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 27, 2014 08:45
Barneschi Martina

Martina Barneschi

Dalla Valdichiana con tanta umiltà, ma anche con grinta da vendere. Nella Top Quality San Giustino che è tornata con i tre punti in tasca dalla trasferta romana di Casal De’ Pazzi c’è una certezza in più: si chiama Barneschi da Castiglion Fiorentino e fino alla scorsa stagione era una schiacciatrice nei campionati regionali. La società biancoazzurra l’ha prelevata dal Cortona e ha esordito in serie B1 femminile la prima giornata contro il Pesaro. Rimasta in panchina nel derby contro Perugia, è entrata fin dall’inizio nel sestetto che il tecnico Brighigna ha schierato sabato scorso, affidandole le mansioni di opposta. E lei ha risposto presente, rendendosi autrice di una prestazione senza dubbio positiva. Una chiara indicazione per la squadra, che sa di poter contare anche sull’apporto della 25enne attaccante. Sentiamo dalle vive parole di Martina Barneschi come ha vissuto il pomeriggio da protagonista sul campo: «Fin dall’inizio della settimana avevamo apportato dei cambiamenti e quindi ho subito preso consapevolezza del fatto che per me avrebbe potuto essere la grande occasione, anche ricoprendo un ruolo non mio. Ho capito insomma che anche da opposta avrei potuto dare il meglio e allora mi sono trascinata appresso un velo di tensione che al fischio d’inizio si è trasformato in un’autentica carica di adrenalina. Ho preso fiducia fin dall’inizio, poi sono un tantino calata nel terzo set. La sostituzione è stata salutare, perché sono rientrata nel quarto e ho piazzato quattro ace importanti». Una vittoria netta, peraltro ottenuta a spese di un’avversaria tutt’altro che abbordabile. «Le laziali sono una squadra giovane, ma composta da ragazze con lo scudetto under 18 al petto e soprattutto compatta, che sa il fatto suo, per cui abbiamo ottenuto un bel risultato su un campo molto difficile. Ricordiamo che, prima di sabato scorso, avevano perso soltanto una volta, muovendo sempre la classifica». Battuta, attacco e muro: sono i tre fondamentali sui quali avete costruito l’impresa. Ce n’è stato uno in particolare che ha rivestito un peso determinante secondo lei. «Diciamo che al servizio siamo andate molto bene, perché le abbiamo messe in difficoltà. Rimane qualche problema in ricezione, dove comunque stiamo migliorando, ma il tutto è stato compensato da un attacco molto efficace». Racconta anche del risvolto di fine gara. «Certo! Avevo giocato titolare in una partita molto delicata, ero soddisfatta della mia prestazione e la squadra aveva vinto, insomma, tutto era andato nel migliore dei modi e allora mi è scesa qualche lacrima, ma di felicità e di… scarico». La grinta che ci mette ha finito con il conquistare i tifosi. «Sono salita all’improvviso di due categorie, mi rendo conto del livello tecnico che caratterizza la B1 e allora fronteggio le difficoltà con la grinta. Provengo da una settimana di pressioni che ho saputo reggere e anche questi sono fattori che aiutano a crescere». Primi tre punti esterni e una posizione riguadagnata in classifica. Come dire, la vittoria giusta arrivata al momento giusto. «Personalmente, spero nel prosieguo di dimostrare che non ho giocato titolare per caso. A livello di squadra, tante aspettative e una gran mole di lavoro che finora non erano state ripagate; spero quindi che il momento negativo si sia interrotto. Abbiamo ripreso convinzione nelle nostre potenzialità, il gruppo si sta sempre più amalgamando e, per ciò che riguarda il nuovo assetto tattico, mi limito per ora ad affermare che a Roma ha funzionato».
(fonte San Giustino Volley)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 27, 2014 08:45