San Giustino alza il muro e ferma Pagliare

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 30, 2014 22:07
Ihnatsiuk Kseniya (attacca)

Top Quality San Giustino in attacco con la centrale Kseniya Ihnatsiuk (foto Art Metis)

Seconda vittoria consecutiva per la Top Quality San Giustino e un’altra posizione guadagnata nella classifica del girone C di serie B1 femminile. Scavalcata proprio la Re-Hash Pagliare, battuta per tre ad uno al termine di una partita dominata dalle biancoazzurre, che soltanto nel secondo set, quello perso, hanno pagato un minimo di impasse psicologico per poi riprendere il comando delle operazioni. Non sono bastate una Annalisa (tutto) Pepe e le altre prolifiche attaccanti, Claudia Di Marino e Ludovica Orazi, per tenere in piedi la compagine del tecnico Chiovini, ma sul fronte locale, oltre a una Francia ancora a quota 27 punti, ci sono da registrare le positive prestazioni di Kseniya Ihnatsiuk e Martina Barneschi e una Lucia Marcacci straordinariamente efficace a muro, con cinque punti conquistati su questo fondamentale. Le marchigiane si presentano con la diagonale Capriotti-Orazi, con la Agostini e la Di Marino al centro, con la coppia Pepe-Taddei a lato e con la Ventura libero. Il 6+1 umbro è lo stesso di Casal De’ Pazzi, diagonale Marcacci-Barneschi, Ihnatsiuk e Kus al centro, Francia e Mautino alla banda e Rocchi libero. Contrariamente a quanto avvenuto contro Perugia, stavolta le padrone di casa partono concentrate. Mirka Francia firma i primi tre punti poi sfrutta al meglio il turno in battuta con due ace e con palle che mettono in crisi la ricezione della squadra ospite, la quale incappa in qualche errore quando non trova il muro biancazzurro. Il primo massimo vantaggio è sul 9-3, poi anche la Ihnatsiuk e la Barneschi al servizio contribuiscono ad allungare il divario, che arriva a toccare +10 (16-6) al secondo time-out tecnico. Il set è oramai in discesa e le due insidiose battute della Ihnatsiuk che portano la situazione sul 19-8 archiviano in anticipo il set, chiuso da un ace della Kus e da un errore al servizio della Capriotti. Nella seconda frazione, la partenza è ancora buona (Ihnatsiuk e Francia a segno), ma il Pagliare inizia a riorganizzarsi in difesa, mentre le sangiustinesi sono meno pulite in ricezione e subisce anche qualche ace di troppo, come quelli della Di Marino e della Pepe, che portano le ascolane sull’11-8 in loro favore. Un muro della Francia e il turno in battuta della Ihnatsiuk producono il pareggio (11-11) e qui Pagliare riprende il via grazie a qualche errore in battuta delle locali e anche a un’ottima difesa su una diagonale della Ihnatsiuk con palla che ricade sul campo sguarnito. Entrano la Rosso in regia e la Escher opposto, che subisce un muro così come la Francia. Il divario oscilla sempre fra i tre ed i quattro punti di vantaggio per le marchigiane fino al 18-22, quando cioè non arriva il turno in battuta della Francia, che piazza subito un ace e la squadra rimonta fino al 21-22. A quel punto, sono due attacchi vincenti della Pepe a portare sul 22-24, ma risponde bene la Mautino e sull’errore di posizione al momento della battuta della Barneschi (rientrata assieme alla Marcacci) si va sul 24 pari. Al mani fuori della Taddei risponde la Ihnatsiuk in fast, poi una battuta lunga della Mautino e un muro vincente della Agostini sulla Francia permettono al Pagliare di chiudere ed andare così in parità. Nel terzo set, la squadra di casa riparte con il giusto piglio e due muri consecutivi della Kus costringono coach Chiovini a chiedere il time sul 6-3 per le padrone di casa. E’ allora capitan Pepe a suonare la riscossa, con immediata risposta della Barneschi, autrice di una precisa parallela che manda le due squadre al primo time-out tecnico sull’8-6. Un primo significativo strappo lo infligge la Ihnatsiuk con un muro vincente e una fast, poi l’ace della Mautino porta la formazione di Brighigna sul 13-8. Il Pagliare è sostenuto dagli attacchi della Pepe, San Giustino replica con due muri vincenti della Kus e poi con due attacchi a segno della Barneschi e un mani fuori della Mautino, che portano il vantaggio sul 19-14. Un muro della Marcacci e poi della Francia spianano la strada alla Top Quality Group, che sul 23-17 subisce un ritorno delle avversarie fino al 23-20. Un punto colto sulla disattenta difesa e un errore in attacco della Pepe permettono poi alla Marcacci e compagne di andare sul due ad uno. Partenza decisa anche nel quarto set (3-0), per quanto il Pagliare si rifaccia sotto fino al 4-3, poi la Francia, la Barneschi e un ace della Marcacci scavano un divario abbastanza importante. Anche dopo il primo time-out tecnico le locali continuano a colpire con la Kus a muro e soprattutto con la Ihnatsiuk, che è efficace sullo stesso fondamentale e anche in attacco. Tuttavia, sul 13-7 si verifica un piccolo black-out che riporta sotto il Pagliare (13-11); altri due muri della Ihnatsiuk e della Marcacci permettono di riallungare sulle ascolane, che non demordono, anche se debbono arrendersi a un secco diagonale della Francia (16-13), che in questo frangente prende la squadra per mano. Dura a morire la formazione del Pagliare, che recupera dal 19-15 fino al 19-18, poi ci pensa Bruna Mautino a firmare un nuovo allungo fino al 21-18, ma il Pagliare replica ancora e sul 21-20 Brighigna è costretto al time-out. Ed è pareggio sul mani fuori della Taddei, ma da questo momento in poi è solo e soltanto… Francia, suoi gli ultimi quattro punti, il Pagliare annulla un match-ball poi si arrende. Il tecnico Francesco Brighigna è soddisfatto per il risultato e per l’atteggiamento della squadra: «Intanto, abbiamo dato un minimo di continuità ai nostri risultati vincendo per la prima volta due gare di fila e poi non dimentichiamo che questo nuovo assetto tattico è soltanto alla seconda partita. Abbiamo ancora, quindi, diverse cose da mettere a puntino, perché inevitabilmente determinati equilibri sono cambiati. Fatta questa premessa, rivolgo un elogio alle ragazze per la prestazione corale che hanno messo in mostra; stiamo acquisendo sempre più le prerogative di squadra e mi è piaciuta la loro capacità di saper rispondere e reagire quando una di loro accusava un minimo di flessione. Diciamo che a turno sono state tutte protagoniste, venendosi incontro l’una con l’altra».
TOP QUALITY SAN GIUSTINO – RE HASH PAGLIARE = 3-1
(25-13, 25-27, 25-20, 25-22)
SAN GIUSTINO: Francia 27, Ihnatsiuk 17, Mautino 11, Barneschi 8, Kus 7, Marcacci 6, Rocchi (L1), Escher, Rosso. N.E. – Izzi, Bartolini, Fabbri (L2). All. Francesco Brighigna.
PAGLIARE: Pepe 18, Orazi 12, Di Marino 11, Taddei 7, Agostini 7, Capriotti 1, Ventura (L), Traini, Roncarolo. N.E. – Di Bonaventura, Ciccanti, Canella. All. Domenico Chiovini.
Arbitri: Francesco Aiello ed Andrea Di Tullio.
TOP QUALITY (b.s. 11, v. 9, muri 17, ricezione 46% (26% perfetta), attacco 44%,errori 15).
RE HASH (b.s. 13, v. 5, muri 6, ricezione 59% (33% perfetta), attacco 33%, errori 11).
(fonte San Giustino Volley)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 30, 2014 22:07