Spoleto: prove tecniche di fuga

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 23, 2014 12:00
Vigilante Cristian (attacco)

un attacco dell’opposto Cristian Vigilante (foto Cristian Sordini)

La Monini Spoleto perde il primo set del suo campionato ma torna dalla trasferta di serie B2 maschile con tre punti pesantissimi e una maggior consapevolezza nei propri mezzi. Contro la Medea Montalbano Macerata gli oleari dimostrano di saper soffrire ed esaltarsi nei momenti di difficoltà, una caratteristica che nelle partite precedenti, vinte in maniera decisamente più agevole, non era ancora venuta alla luce. Ecco perché, primato solitario in classifica a parte, questa partita può davvero rappresentare la ‘svolta’ della stagione. Coach Restani cambia un solo uomo rispetto alla trasferta di Perugia: è Miscione, che prende il posto di Ceccarelli. Per il resto confermati Vanini in regia, Vigilante opposto, Segoni e Garofalo schiacciatori di banda, Battistelli al centro e Cavaccini libero. Dopo un primo tentativo di allungo ospite (0-3) prontamente recuperato da Montalbano, il primo set procede punto a punto fino al 10-10, quando una buona rotazione al servizio del centrale Molinari scava un divario in favore dei padroni di casa che risulta decisivo. I biancoverdi giocano un po’ contratti, commettendo qualche errore di troppo. Ci prova capitan Lattanzi, subentrato a Garofalo, a suonare la carica con due attacchi vincenti consecutivi e un ace che valgono il 21-22, poi però il tentativo di difesa di Cavaccini si infrange sul soffitto della palestra e Paterniani chiude i conti. Quella che rientra in campo nel secondo set, col sestetto invariato rispetto al primo, è un’altra squadra, decisamente più attenta e convinta dei propri mezzi. Vanini a muro, Miscione al servizio e Vigilante da posto-due firmano il break (1-5). I padroni di casa riescono a riavvicinarsi ma mai ad impattare. È ancora Lattanzi, rientrato a metà set al posto di Segoni, a mettere a terra il pallonetto dell’11-16. Quando Vigilante firma i punti del 14-21 il parziale sembra ormai archiviato, invece un piccolo passaggio a vuoto degli ospiti permette ai marchigiani di risalire (20-22) e induce coach Restani a chiamare un time out discrezionale. La paura passa con un mani fuori di Lattanzi ed un attacco di prima intenzione di Battistelli che approfitta di una ricezione avversaria troppo lunga. Uno a uno nel conto dei set. Il terzo frangente si apre con la conferma di Lattanzi in campo per Segoni. È il capitano a firmare lo 0-2, con la collaborazione di Vanini che sotto rete contende per due volte il pallone ai più lunghi avversari. Gli umbri vanno al primo time-out tecnico in vantaggio di due punti, che diventano tre al secondo grazie ad un primo tempo fulmineo di Miscione (13-16). Il centrale oleario è scatenato in questa fase, con un muro ed un ace porta i suoi sul 14-20, poi però tre punti consecutivi dei locali ‘consigliano’ a Restani di parlare coi suoi. Dopo il tempo gli spoletini sono praticamente perfetti, un muro di Lattanzi e poi una sassata di Vigilante valgono il 17-23. Sono infine due errori dei padroni di casa a consegnare il vantaggio agli ospiti. Il quarto parziale è il più equilibrato. La Monini vuole aggiudicarsi l’intera posta in palio ma dall’altra parte la Medea Montalbano lotta su ogni pallone per trascinare la partita al tie-break. Il primo scatto è dei padroni di casa che vanno al riposo tecnico in vantaggio di due lunghezze (8-6). Coach Restani manda in campo Ceccarelli per Battistelli ed i centimetri del centralone toscano si fanno subito sentire. Suo il muro del 10-11. Spoleto sembra sempre a un passo dall’aggancio ma commette qualche errore di misura che consente a Macerata di rimanere avanti (18-17). Qui una difesa stratosferica di Cavaccini permette a capitan Lattanzi di mettere a terra il mani-fuori della parità. Il duello si ‘scalda’ tantissimo, i giocatori sanno che la posta in palio va al di là dei punti in classifica. Tra gli oleari esce Vanini ed entra Costanzi, autore subito di un perfetto pallonetto di seconda intenzione (22-21). Il nuovo pareggio lo firma con un muro Vigilante, che poi da posto-due attacca per il sorpasso (22-23). Ceccarelli tira un missile dai nove metri che mette in difficoltà la ricezione avversaria, l’attacco successivo è out. Finisce con i giocatori biancoverdi letteralmente impazziti di gioia. Coach Paolo Restani si gode il successo: «Vincere così è bellissimo anche se, specialmente nel primo set, abbiamo commesso qualche errore di troppo e sofferto un po’ sulla fase cambio palla. Loro hanno giocato una buona partita, hanno attaccanti di valore che possono mettere in difficoltà chiunque. Ad ogni modo, queste vittorie ti danno tanta forza». Per la prima volta dall’inizio del campionato, inoltre, Spoleto è prima da sola con 15 punti. Montorio ha infatti vinto solo al tie-break contro Perugia, fermandosi a 14. Il ‘segnale’ al campionato è lanciato.
MEDEA MONTALBANO MACERATA – MONINI SPOLETO = 1-3
(25-22, 20-25, 18-25, 23-25)
MACERATA: Fiori 11, Marra 11, Molinari 11, Paterniani 8, Cenci 4, Pison 2, Quaglia (L), Scuffia 10, Ortolani, Paoletti, Grassi, Medei. All. Francesco Bernetti.
SPOLETO: Vigilante 22, Miscione 11, Segoni 9, Garofalo 5, Battistelli 5, Vanini 2, Cavaccini (L), Lattanzi 14, Ceccarelli 1, Costanzi 1, Di Renzo, Musco. All. Paolo Restani.
Arbitri: Mario Scarpitta ed Antonio Di Stefano.
(fonte Marconi Spoleto)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 23, 2014 12:00