Una Sir Perugia sorniona regola Ravenna

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 23 Novembre, 2014 21:17
DeCecco-Buti (muro)

attacco del ravennate Klemen Cebulj e muro dei perugini Luciano De Cecco e Simone Buti (foto Michele Benda)

Una prestazione non esattamente scintillante quella della Sir Safety Perugia che deve avere pazienza e ricorrere a tutti gli espedienti per domare l’irruenza di una Cmc Ravenna pericolosa e che dimostra di meritare l’attuale posizione nella classifica di Superlega maschile. Una gara nella quale i block-devils hanno dovuto sopperire alla serata no del muro con qualche variazione di assetto. La mossa vincente alla fine è stata quella dell’inserimento di capitan Goran Vujevic che ha meritato la palma di migliore in campo con un quarto set da incorniciare. Inizialmente gli ospiti trovano varchi con Cebulj e con Koumentakis che li proietta avanti (6-8). È questo il momento del cambio di velocità che avviene per merito di Atanasijevic, l’opposto serbo ha gioco facile e mette la freccia (12-8). Per rimarginare la ferita Kantor chiama tempo e Cavanna prova a forzare in primo tempo ma la fase cambio-palla funziona a meraviglia con Fromm che mette a terra tutti gli attacchi e De Cecco che tira fuori dal cilindro colpi di classe andando a chiudere di prima intenzione. Non altrettanto preciso è invece Jeliazkov (14%) che viene neutralizzato dalla difesa di Giovi (21-16). Gli avvicendamenti tra le fila ospiti servono a poco perché gli umbri non si fermano e il punto dell’uno a zero arriva inesorabile con una pipe di Fromm. Dopo il cambio di campo la partenza ospite è migliore, i ravennati sbagliano di meno e registrano il muro che diventa più difficile bucare (9-9). La Cmc cerca di mettere pressione col servizio e con rinnovata calma aspettano il momento per portare il colpo alla figura. I sorpassi si susseguono ma il muro di Cavanna vale il 22-24 e procura due set-point. Il secondo è quello buono con Cebulj che tira forte sul muro e trova la parità. Nel terzo periodo resta in campo Vujevic che prova a restituire sicurezza ai compagni che prendono in mano il pallino del gioco (11-7). Il solito Cebulj e Koumentakis cercano di recuperare ma Atanasijevic dice no ed allunga (19-13). L’inerzia resta non varia e l’errore di Jeliazkov riporta in vantaggio i padroni di casa. Nel quarto frangente Cebulj carica sulle spalle Ravenna (8-11). La battuta perugina non è ficcante e affiora un po’ di nervosismo per una recupero che stenta ad arrivare. Le occasioni ci sarebbero ma vengono gestite male e la Cmc rimane avanti (12-14). Bello il confronto ad altezze stratosferiche tra Atanasijevic e Cebulj che strappano applausi al folto pubblico (oltre tremila anche stavolta). Nel momento clou i bianconeri stringono i denti e sfruttano i due attacchi fuori bersaglio per mettere a segno quattro punti consecutivi (18-16). C’è ancora da lottare ma Vujevic sfodera tutto il suo sapere pallavolostico e spinge con tre magie sul 24-20. A chiudere i conti è proprio un lungo linea del capitano che fa esplodere il Pala-Evangelisti. Quarta vittoria consecutiva in campionato che significa sorpasso su Ravenna.
SIR SAFETY PERUGIA – CMC RAVENNA = 3-1
(25-21, 23-25, 25-18, 25-22)
PERUGIA: Atanasijevic 24, Fromm 12, Beretta 11, Buti 8, De Cecco 3, Maruotti 2, Giovi (L1), Vujevic 6, Tzioumakas, Barone, Paolucci. N.E. – Sunder, Fanuli (L2). All. Nikola Grbic e Carmine Fontana.
RAVENNA: Cebulj 20, Koumentakis 13, Jeliazkov 10, Mengozzi 9, Cester 3, Cavanna 1, Bari (L1), Gabriele, Ricci, Goi (L2). N.E. – Zappoli, Rossi. All. Waldo Kantor e Giuseppe Patriarca.
Note – spettatori 3’200.
Durata dei set: 28’, 31’, 27’, 31’.
Arbitri – Armando Simbari (MI) e Marco Braico (TO).
SIR (b.s. 17, v. 7, muri 5, errori 13).
CMC (b.s. 20, v. 2, muri 7, errori 12).


Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 23 Novembre, 2014 21:17