Altotevere Città di Castello – Sansepolcro beffata a Milano

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Dicembre 20, 2014 23:46
Della Lunga Dore (attacco)

Altotevere Città di Castello – Sansepolcro in attacco con lo schiacciatore Dore Della Lunga (foto Lega Volley)

Si può proprio parlare di occasione persa per Altotevere Città di Castello – Sansepolcro, non tanto per il quinto set, quanto perché il match poteva finire tre a zero per i biancorossi che, avanti di un set, non hanno chiuso il secondo set, rimettendo in corsa una Revivre Milano che era in chiara difficoltà. Anche il vantaggio di due set a uno viene rimontato dai milanesi che poi vincono al quinto nell’anticipo di Superlega. Nell’Altotevere rientra nel roster Kaszap che va a referto, nei padroni di casa non c’è ancora l’olandese Horstink, sostituito da Dos Santos. Si parte con il servizio fuori di Mazzone e col pareggio di Randazzo  che va a segno anche con la palla del 2-2. Milano passa in vantaggio  con l’ace di De Togni (5-3) e si mantiene avanti con l’errore di Veres (7-7). In questa fase ci sono diversi errori al servizio, anche su battute non forzate che fanno arrabbiare gli allenatori (10-10), poi una palla out di della Lunga manda le due squadre alla sosta di metà set sul 12-10. Un altro ace su servizio flottante porta a tre i punti di ritardo dell’Altotevere (15-12). Montagnani chiama time out per dare consigli ai suoi che soffrono molto in ricezione e non riescono a dare una svolta al set (21-17). La sosta sortisce comunque un effetto e, grazie alla battuta in salto di Della Lunga, l’Altotevere rimonta (22-21). Il giocatore marchigiano impatta con un ace (22-22) ed il muro di Randazzo consente il sorpasso (22-23, time out Maranesi). Il neo entrato Preti riesce ad impattare (23-23) poi Bencz fallisce il servizio ma l’Altotevere non concretizza la palla del 24-23 e così Veres pareggia ancora (24-24).   Altre due palle set sono annullate sempre da Veres, una da Vinicius, una da Bencz poi la Revivre ha due set point ma non chiude. Mazzone riporta avanti i suoi (31-31) e l’ace di uno scatenato Randazzo mette il sigillo alla frazione. Maranesi toglie Vinicius per Preti, l’Altotevere va subito avanti (0-3) con Mazzone e Randazzo. Si fa sentire anche Aganits a muro su Valsecchi (0-4 e time out Maranesi). Milano non riesce a passare (0-6), Maranesi reinserisce Vinicius, Baroti (ottimo nel primo set con 11 punti) e Della Lunga allargano il gap (1-8). Al time out di metà set i ragazzi di Montagnani conducono nettamente (4-12) e si mantengono avanti anche grazie al buon momento di Aganits, molto presente a muro (8-16). La Revivre non molla, un paio di errori, su uno dei quali gli arbitri non vedono un netto tocco a muro su Baroti ed allora Milano si riavvicina (14-18, time out Montagnani). Ci pensa ancora una volta Randazzo che va a segno due volte per il 16-21, Milano torna a meno tre con Vinicius (19-22), poi a meno due per un errore di Baroti (22-23). Veres riagguanta incredibilmente la parità (23-23, time out Montagnani) e Vinicius chiude un’azione lunghissima regalando alla Revivre la palla set (23-24). Quello che sembrava impossibile accade e Milano festeggia così un insperato uno pari. Break Baroti dalla zona di battuta subito nel terzo set (0-2), Randazzo lo imita (2-5) ma l’Altotevere non riesce a scappare via (6-6). Montagnani mette in campo anche Lensi, Randazzo spara la parallela punto dell’8-11, sono due i punti di vantaggio biancorossi alla sosta di metà set (10-12). Punti di vantaggio che diventano quattro con l’ace di Baroti e il muro di Corvetta (10-14) che raddoppia su Vinicius per il 12-18. Il brasiliano esce per Preti che fallisce subito la ricezione su Aganits (12-19 e time out Maranesi). Ancora un recupero Revivre, sempre sul turno di servizio di Mattera, gettato in campo dalla panchina milanese proprio per questo fondamentale (16-20). Come nel set precedente l’Altotevere si ferma in ricezione (20-21), Montagnani chiama tempo ma Bencz agguanta di nuovo il pareggio (21-21). Entra Maric per Baroti, il serbo mura subito Veres (21-22) e guadagna due palle set (22-24). L’errore in battuta di Kauliakamoa regala il terzo set, e di conseguenza almeno un punto, all’Altotevere. Nel quarto set è la Revivre a partire meglio (3-0), sfruttando i soliti problemi in ricezione dell’Altotevere. Montagnani getta ancora nella mischia Goran Maric al posto di Baroti (8-4), il muro dei padroni di casa però va a segno (10-4). Milano conduce nettamente al time out tecnico (12-5), l’allenatore biancorosso manda in campo Kaszap per dare fiato a capitan Corvetta e poi anche Dolfo per Randazzo (17-11). Il set è ormai compromesso (23-17), sentenza rimandata. Quinto set in parità fino al 3-3, break di Vinicius (5-3) e Milano avanti al cambio campo (8-6). Sul 9-6 coach Montagnani chiama time out ma l’abbrivio del set è per gli avversari (11-7). Dolfo regala un sussulto con l’ace del 13-10, Randazzo prova un disperato recupero ma Bencz spegne la rimonta.

REVIVRE MILANO – ALTOTEVERE CITTÀ DI CASTELLO SANSEPOLCRO = 3-2
(32-34, 25-23, 23-25, 25-19, 15-13)
MILANO: Veres 24, Bencz 21, Dos Santos 16, De Togni 13, Valsecchi 7, Kauliakamoa 6, Rizzo (L), Preti 2, Mattera. N.E. – Bermudez, Cerbo, Patriarca. All. Marco Maranesi.
CITTÀ DI CASTELLO SANSEPOLCRO: Randazzo 20, Baroti 16, Aganits 10, Mazzone 10, Della Lunga 7, Corvetta 2, Tosi (L1), Maric 12, Dolfo 2, Kaszap, Lensi (L2). N.E. – Franceschini, Teppan. All. Paolo Montagnani.
NOTE – Spettatori 930, incasso 845.
Durata dei set: 36′, 28′, 29′, 26′, 19′; tot: 138′.
Arbitri: Dominga Lot (TV) e Daniele Rapisarda (UD)
REVIVRE (b.s. 22, v. 5, muri 17, errori 10).
ALTOTEVERE (b.s. 17, v. 9, muri 13, errori 10).
(fonte Altotevere Città di Castello – Sansepolcro)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Dicembre 20, 2014 23:46