Barone e Fanuli commentano il nono successo della Sir Perugia

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Dicembre 8, 2014 19:00
Fanuli Fabio

Fabio Fanuli

Immacolata di riposo per la Sir Safety Perugia. I block-devils, reduci dalla vittoria di ieri sera al Pala-Evangelisti contro Milano che è valsa il terzo posto in classifica, torneranno ad indossare magliette e pantaloncini domattina per dare il via alla preparazione al big match di sabato prossimo 13 novembre a Macerata ospiti dei campione d’Italia in carica. Sarà la prima sfida ufficiale tra le due formazioni (senza dimenticare l’amichevole precampionato di Vasto) dopo le spettacolare serie di finale play-off dello scorso anno che ha visto i marchigiani cucirsi lo scudetto sulle maglie e la Sir uscire tra gli scroscianti applausi del proprio pubblico e non solo. Pubblico che dimostra ogni settimana di apprezzare il lavoro della squadra e della società bianconera, riempiendo ogni domenica il Pala-Evangelisti come mai si era visto in passato. Pubblico sempre più a fianco di capitan Vujevic e compagni anche durante la settimana negli allenamenti. Pubblico che sta già organizzando, con i Sirmaniaci in testa, la vicina trasferta di Macerata per supportare i ragazzi in questo difficile appuntamento. Tornando alla squadra, il match di ieri contro Milano, con tutte le sofferenze iniziali del primo set, ha confermato ancora una volta la bontà della rosa a disposizione di Grbic capace di sopperire al meglio alle assenze di De Cecco, Buti, Giovi e Sunder. Il tecnico bianconero non può che gioire per la garanzia tecnica assicurata dai vari Paolucci, Barone e Fanuli, con un più un campione a disposizione come Vujevic, il cui spettacolare ingresso ieri sera ha cambiato la storia dell’incontro. Sulla vittoria con i lombardi, la nona consecutiva tra Superlega e champions league, torna Rocco Barone: «È stata una partita molto difficile. In questi ultimi giorni ci siamo allenati non al completo. È difficile così tenere intensità in allenamento e in partita poi non viene per magia. Non era facile ieri, soprattutto dopo un primo set nel quale siamo partiti con il freno a mano tirato. Però siamo stati bravi a rimanere attaccati al match ed a crederci sempre. Poi dal secondo parziale abbiamo ripreso a giocare come sappiamo ed alla fine abbiamo vinto penso meritatamente». Il libero Fabio Fanuli conferma: «Quella di ieri è l’ennesima dimostrazione che in questo campionato non si può mai partire con la guardia bassa. Certamente dei meriti vanno al nostro avversario, noi poi siamo stati bravi a rimettere la partita sul binario giusto ed a portare a casa i tre punti, che è sempre la cosa più importante. Le assenze? Non ci sono scuse per chi c’è e chi non c’è, chi gioca e chi non gioca, perché poi dal secondo set abbiamo dimostrato che, se giochiamo al nostro ritmo, per gli avversari è dura starci attaccati». È già tempo di guardare oltre per la Sir. All’orizzonte la super sfida di Macerata. La settimana di lavoro sarà illuminante per Grbic per capire il recupero dei giocatori alle prese con qualche problema fisico. Intanto i due bianconeri, tra i ‘senatori’ del gruppo essendo entrambi alla seconda stagione a Perugia, la pensano così: «Dal punto di vista morale – continua Barone – siamo tutti molto carichi, perché vincere fa sempre bene. Ovviamente sarà molto dura perché affrontiamo un avversario di assoluto valore, sopra a noi in classifica ed in casa loro. Però come sempre ce la giocheremo. Siamo la Sir, non molliamo niente e puntiamo a vincere tutte le partite che abbiamo di fronte». «Partite come quella di sabato – conclude Fanuli – sono sempre belle da giocare. Non serve il mio parere per dire che la Lube è una squadra formidabile piena di grandissimi campioni. Il mio augurio è che riusciamo soprattutto a lavorare in settimana in maniera completa e tranquilla. È un periodo un po’ sfortunato, se riusciamo a vivere una buona settimana in palestra penso che arriveremo pronti a Macerata a giocarcela».
(fonte Sir Safety Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Dicembre 8, 2014 19:00