Per Altotevere un Santo Stefano amaro

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Dicembre 26, 2014 20:19
 Baroti-Aganits-Randazzo (muro)

il perugino Aleksandar Atanasijevic in attacco e gli altotiberini Arpad Baroti, Andri Aganits e Luigi Randazzo a muro (foto Michele Benda)

La Sir Safety Perugia vince per la prima volta il derby in trasferta contro un Altotevere Città di Castello – Sansepolcro che ha lottato per quanto ha potuto, soprattutto nel primo set e nella prima metà del secondo nella dodicesima giornata di Superlega maschile. Si comincia con il palasport praticamente gremito e con una brutta notizia per i tifosi biancorossi perché Maric, affetto da tonsillite, non è nemmeno in panchina mentre la Sir Safety recupera il regista De Cecco ed anche Buti. Primo punto dell’ex Fromm, risponde Baroti (1-1). La Sir sbaglia due servizi di fila, Altotevere ha due ricostruzioni non sfruttate (3-3) poi break di Fromm in pipe (3-5) e altro punto di Buti (5-8) dopo una lunga azione che ha visto Tosi e Della Lunga in evidenza in difesa. Alla sosta tecnica, dopo una gran palla di Randazzo sulle mani del muro perugino, la Sir conduce di quattro lunghezze (8-12) con un altro attacco di Fromm. Al rientro Aganits accorcia le distanze con un servizio proprio sulla riga di fondo (10-12), il check poi dà ragione agli ospiti (muro di Mazzone su Atanasijevic fuori di un soffio) che vanno sull’11-14. Della Lunga mette a terra un ace (13-15), un’incomprensione tra De Cecco e Maruotti su altra bomba del giocatore marchigiano consente un altro recupero ai biancorossi (14-15, time out Grbic). L’Altotevere c’è e si mantiene a un break dai perugini (15-17) che allungano con un muro su Baroti (15-18, time out Montagnani). Fromm spara out il 17-18 poi l’ex Della Lunga apre il muro e pareggia i conti (19-19). La partita è bella e tesa e soprattutto in grande equilibrio (21-21). Il muro di Maruotti sulla P1 dell’Altotevere costringe Montagnani al time out (21-23), anche Mazzone è fermato a muro (21-24); Baroti annulla la prima palla set, il pallonetto di Atanasijevic è decisivo per il vantaggio. Randazzo e Della Lunga rispondono ad Atanasijevic (2-2), Baroti porta avanti l’Altotevere con un ace su Giovi (4-2), Beretta pareggia e sorpassa (4-5). L’opposto ungherese spara out un attacco (5-8) ed allora Montagnani ferma il gioco e chiama i suoi in panchina. Il risultato è un recupero di due punti (7-8) e il pareggio grazie all’ace di Aganits (8-8). Poi l’abilità di Della Lunga sotto rete consente il sorpasso: l’allungo è firmato Corvetta (ace) e Baroti (muro su Maruotti) e così alla sosta tecnica è 12-9. Per sistemare la ricezione coach Grbic chiama in causa capitan Vujevic. La Sir però si fa sentire a muro e va anche avanti (12-13) tra le proteste per un evidente  tocco non ravvisato su attacco di Randazzo. Il parziale di 0-5 a favore ospite fa arrabbiare Montagnani che chiama time out (12-14). Con Maric out per la febbre tocca a Teppan andare in campo per Baroti, ci pensa Della Lunga a riportare la palla nella metà campo Altotevere quando però Perugia è sul 13-16 grazie alla battuta di De Cecco. Atanasijevic pesca l’ace del 15-21 davanti a un Altotevere che s’è praticamente bloccata sulla P1 con l’alzatore ospite in battuta. I perugini rincarano la dose grazie a un errore in attacco biancorosso. Terzo set con Baroti in campo per l’Altotevere e Vujevic per i perugini. Un punto per parte fino al 4-4 poi è ancora De Cecco dalla zona di battuta a propiziare lo 0-4 sulla P1 biancorossa (4-8 e time out Montagnani. Il terzo set sembra essere saldamente nelle mani degli ospiti che hanno cinque punti di vantaggio alla sosta di metà set (7-12).  Un fallo di seconda linea dell’opposto serbo e un muro di Mazzone che cade nella metà campo ospite riportano i biancorossi a meno 2 (12-14 e time out Grbic). Il coach serbo ottiene subito il risultato sperato, sempre sulla P1, e questa volta è Paolo Montagnani a dover fermare il set (12-17). Entra Dolfo per Della Lunga (12-18), la Sir riesce a mantenere il vantaggio acquisito nelle prime fasi del set (16-21). Aganits ferma  a muro Fromm (17-21) ma è l’ultimo sussulto biancorosso: il derby lo vince Perugia col punto del neo entrato Sunder.
ALTOTEVERE CITTÀ DI CASTELLO – SANSEPOLCRO – SIR SAFETY PERUGIA = 0-3
(22-25, 17-25, 19-25)
CITTÀ DI CASTELLO – SANSEPOLCRO: Baroti 14, Randazzo 8, Della Lunga 7, Aganits 4, Mazzone 3, Corvetta 1, Tosi (L1), Kaszap, Dolfo, Teppan. N.E. – Daldello, Franceschini, Lensi (L2). All. Paolo Montagnani.
PERUGIA: Atanasijevic 16, Buti 12, Fromm 11, Beretta 6, Maruotti 1, De Cecco 1, Giovi (L1), Vujevic 2, Sunder 2, Barone. N.E. – Paolucci, Tzioumakas, Fanuli (L2). All. Nikola Grbic.
Arbitri: Fabrizio Saltalippi (PG) ed Ilaria Vagni (PG).
ALTOTEVERE (b.s. 12, v. 5, muri 4, errori 8).
SIR SAFETY (b.s. 13, v. 3, muri 11, errori 3).
(fonte Altotevere Città di Castello – Sansepolcro)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Dicembre 26, 2014 20:19