La Sir Perugia apre male il 2015 ed inciampa sul Modena

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 3, 2015 20:16
Atanasijevic-Buti-Fromm (muro)

Aleksandar Atanasijevic, Simone Buti e Christian Fromm a muro (foto Michele Benda)

De Cecco contro Mossa de Rezende, una sfida nella sfida per il big-match della Superlega maschile. Le attenzioni degli oltre tremila presenti al Pala-Evangelisti sono state calamitate dai due funambolici registi che hanno deliziato i palati fini della disciplina. E per mettere più pepe al duello a distanza, diciamo pure che il confronto tra l’argentino ed il brasiliano ha vissuto anche della rivalità che da sempre esiste tra i due Paesi sudamericani. Ad entrare nel clima agonistico non ci è voluto molto, con le tifoserie cariche come molle ed un impianto ben oltre il limite del livello di guardia nell’inquinamento acustico. Alla distanza la Sir Safety Perugia non è riuscita ad arrestare l’esuberanza di una Volley Modena dalle mille vite. Gli emiliani si mostrano fuori portata per i block-devils, squadra molto aggressiva ma anche molto volubile in questi ultimi tempi. Gli ospiti hanno un buon approccio al match, il gioco dei ‘canarini’ è fluido grazie alla regia di Mossa De Rezende, ‘Bruninho’ smarca spesso e volentieri Vettori che incide alla grande (100% d’attacco in apertura), ma sono anche le colpe del muro umbro a consentirgli di incidere senza essere disturbato. A rispondere per le rime è Atanasijevic (subito 75% in attacco) che noncurante del muro a tre buca muro e difesa avversaria con una rara cattiveria offensiva (11-11). In un duello che rasenta la perfezione offensiva a produrre i break sono proprio i minimi errori nei quali incappano prima i modenesi e poi i perugini. Sul 18-20 il gioco s’interrompe per quasi venti minuti per consentire agli operatori del 118 di soccorrere uno spettatore che si sente male sugli spalti. Mentre i sanitari effettuano il massaggio cardiaco, i direttori di gara convocano a colloquio i giocatori delle due squadre, ma poi si riprende con gli emiliani che trovano il guizzo del 20-23 ostentando una solidità impressionante con Ngapeth e Petric (83% e 75% rispettivamente nel primo set), il punto del vantaggio è firmato proprio dall’ex. C’è Sala in campo per gli ospiti dopo l’inversione dei campi ma si scatena l’ira di Atanasijevic che scava un solco impressionante (14-7). La rimonta parte da Petric che raccoglie due ace consecutivi ma le distanze non si avvicinano più del 16-12 perché Maruotti risolve due palle ignoranti e incrementa (21-13). Quando può De Cecco insiste su Buti che fa vedere i sorci verdi a Piano e con Vettori che esce completamente di scena il coach Lorenzetti getta nella mischia Ishikawa ma è del tutto inutile perché Atanasijevic mette giù palloni a ripetizione ed il suo nono personale del set vale il pareggio. Nel terzo parziale Mossa de Rezende cerca di cambiare qualcosa e cerca i primi tempi di Sala, che incide, e Piano, che fatica. Petric è l’unico vero terminale costante ma è sufficiente per portare al comando i gialloblu (10-12). A passare il testimone al comando è il muro di Beretta, il primo del match, che scrive il 15-14 ma due errori di Maruotti ribaltano ancora (18-20). Il gap viene difeso con le unghie e con i denti e le occasioni di pareggio perugine vengo sperperate in malo modo fino all’errore che consegna il nuovo vantaggio agli ospiti. Il quarto frangente parte in salita e Vujevic rileva un Maruotti in affanno sull’1-3. La situazione non cambia e l’ingresso di Paolucci coincide con tre muri consecutivi di Piano che allargano la forbice al time-out tecnico (7-12). È proprio il muro ospite a salire in cattedra non consentendo più di incidere nemmeno ad Atanasijevic (13-19). L’ingranaggio della squadra umbra è inceppato ed i modenesi vanno a trionfare.
SIR SAFETY PERUGIA – VOLLEY MODENA = 1-3
(22-25, 25-20, 22-25, 21-25)
PERUGIA: Atanasijevic 30, Fromm 11, Buti 8, Maruotti 7, Beretta 2, De Cecco 2, Giovi (L1), Vujevic, Barone, Paolucci. N.E. – Sunder, Fanuli (L2). All. Nikola Grbic e Carmine Fontana.
MODENA: Petric 24, Ngapeth 19, Vettori 17, Piano 7, Mossa De Rezende 3, Verhees 1, Rossini (L1), Sala 7, Ishikawa, Boninfante. N.E. – Kovacevic, Casadei, Donadio (L2). All. Angelo Lorenzetti e Lorenzo Tubertini.
NOTE – Spettatori 3’840.
Durata dei set: 47’, 29’, 31’, 27’.
Arbitri – Daniele Rapisarda (UD) e Diego Pol (TV).
SIR SAFETY (b.s. 10, v. 3, muri 7, errori 9).
MODENA (b.s. 20, v. 3, muri 14, errori 10).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 3, 2015 20:16