La Sir Perugia pesca i polacchi dello Jastrzebski Wegiel

Andrea Sacco
By Andrea Sacco gennaio 29, 2015 15:55
De Cecco - Buti (Sir Safety Perugia Champions League 2014-2015)

il regista Luciano De Cecco e il centrale Simone Buti in azione

Saranno i polacchi dello Jastrzebski Wegiel gli avversari del primo turno dei play off di champions league per la Sir Safety Credito Cooperativo Umbro Perugia! L’urna della Cev ha stabilito stamattina gli accoppiamenti della prima fase ad eliminazione diretta della massima competizione europea a livello di club ed ha riservato ai Block Devils la formazione dei “minatori” polacchi guidata in panchina dal tecnico italiano Piazza.  Considerando che in lizza sono rimaste solo le migliori formazioni europee, la crema del volley internazionale, sorteggio tutto sommato non male per i ragazzi del presidente Sirci che evitano nel primo turno derby italiani e, nella propria parte di tabellone, le tenute corazzate russe. La vincente di Perugia- Jastrzebski se la vedrà infatti con la vincente della sfida tra Treia e Belchatow per un curioso ed intrigante incrocio italo-polacco che spedirà una delle quattro contendenti dritta dritta alla final four di Berlino (città designata oggi per l’organizzazione dell’atto conclusivo della champions league) in programma nel weekend del 28 e 29 marzo. Ma ovviamente l’attenzione è focalizzata unicamente sul primo turno che si disputerà in due incontri di andata e ritorno (tra il 10 ed il 12 febbraio in Polonia e tra il 17 ed 19 febbraio al PalaEvangelisti) con eventuale golden set al termine della seconda gara. E sarà grande sfida per i Block Devils perché lo Jastrzebski è formazione di spessore internazionale, habituè della champions league e molto temibile soprattutto tra le mura amiche. In più ha una forte matrice italiana perché la guida in panchina, come detto, Roberto Piazza (ex tecnico di Treviso e Cuneo) e perché ha il suo attaccante principale nell’opposto mancino azzurro Lasko. Ma dal nostro campionato arrivano anche il martello tedesco Kaliberda (ex Piacenza, in questo momento out per infortunio), l’altro schiacciatore francese Quesque (ex Modena e che fino a dicembre era tesserato con Monza), lo schiacciatore polacco Bartman (ex Verona, Taranto e Modena, pure lui assente nelle ultime partite dello Jastrzebski) ed il centrale sloveno Pajenk (ex Verona e Macerata). Completano il sestetto tipo l’esperto regista slovacco classe ’79 Masny, lo schiacciatore polacco classe ’76 Gierczynski, i due centrali Kosok e Czarnowski (con quest’ultimo favorito al momento per una maglia da titolare a fianco di Pajenk) ed il libero Wojtaszek. Per la Sir dunque un banco di prova certamente importante con la consapevolezza di tutte le difficoltà della doppia sfida, ma anche con la squadra che è conscia di avere tutte le carte in regola per giocarsela ad armi pari per il passaggio al turno successivo, potendo anche contare sul ritorno da giocare in casa e sull’effetto PalaEvangelisti. La Sir ha già raggiunto un grande risultato qualificandosi per la seconda fase (oltretutto da prima del proprio girone), ora cercherà di mettere la ciliegina, anzi la “ciliegina”, nei playoff per provare a proseguire il finora fantastico cammino europeo! Nikola Grbic commenta così il sorteggio di stamattina di champions: «Penso che chiunque passa il primo turno di champions è una squadra che lo ha meritato, per cui ogni avversario avrebbe avuto le sue insidie e sarebbe stato difficile. Sicuramente le russe erano peggio, ma lo Jastrzebski è una squadra forte, più abituata di noi a questi palcoscenici, anche se pure noi abbiamo diversi elementi di livello internazionale e stiamo facendo buone cose in Champions. Una squadra quindi che va affrontata con grande attenzione, contro la quale dovremo scendere in campo con la massima concentrazione, con il coltello tra i denti e dare il massimo che abbiamo. Lo dico dall’inizio dell’anno, ma è il solo modo per raggiungere i risultati. Lo Jastrzebski ha certamente diversi giocatori di ottima caratura tecnica, ma è la squadra il punto di forza. Fondamentale sarà avere la giusta interpretazione delle due gare perché questi sono match che fanno storia a sé». Chiude Grbic con un’ultima considerazione: «Abbiamo ovviamente seguito il sorteggio di stamattina, ma adesso la nostra concentrazione è tutta verso la sfida di domenica con Padova». Giusto per far capire che allo Jastrzebski ci si penserà a tempo debito. Per il momento gli unici sogni europei sono quelli dei tifosi bianconeri.
(fonte Sir Safety Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Andrea Sacco
By Andrea Sacco gennaio 29, 2015 15:55