Perugia in fermento per i sorteggi di champions league

Andrea Sacco
By Andrea Sacco gennaio 28, 2015 18:22
Sir Perugia (esulta) Champions League 2014-2015

il sestetto della Sir Safety Credito Cooperativo Umbro Perugia esulta dopo un punto

Giornata di viaggio per la Sir Safety Credito Cooperativo Umbro Perugia. I Block Devils, reduci ieri sera dall’ultima fatica del girone eliminatorio di Champions League in quel di Ankara, fanno rotta oggi per l’Italia per poi tornare domani al PalaEvangelisti per preparare al meglio il match di domenica, quinta di ritorno di SuperLega, in casa contro Padova. Sarà quella del primo febbraio la quinta partita in quattordici giorni per i bianconeri di Grbic che intanto hanno chiuso al primo posto la Pool G della massima competizione a livello europeo per club. Un risultato davvero fantastico ed eccezionale quello raggiunto da capitan Vujevic e compagni. Alzi la mano chi, all’inizio della Champions, avrebbe scommesso sulla Sir capolista di un girone che vedeva in lizza anche i vice campioni d’Europa in carica. E invece domani al sorteggio di Vienna per definire gli accoppiamenti dei playoff, seduta al tavolo delle grandi, ci sarà anche Perugia! C’è attesa in città e tra i supporters bianconeri per conoscere il cammino che attende i Block Devils nelle sfide ad eliminazione diretta. Avversari che usciranno dalle urne di Vienna al pari della città e della squadra che ospiteranno la Final Four della competizione. Tra le “magnifiche tredici” (una delle quali, organizzando la Final Four, entrerà di diritto nell’ultimo atto della Champions) comandano le superpotenze europee con Russia (Novosibirsk, Kazan e Belgorod), Polonia (Resovia, Belchatow e Jastrzebski) e Italia (Perugia, Piacenza e Treia) che portano alla seconda fase tre formazioni a testa, alle quali vanno aggiunte le due tedesche Berlino e Friedrichshafen, i turchi dell’Ankara ed i rumeni del Costanza. Voci di corridoio indicano in Berlino e Kazan le due più serie candidate ad ospitare le Final Fuor, ma non sono escluse sorprese e non resta d’altronde che attendere domani nella tarda mattinata quando verrà effettuato il sorteggio e tolto il velo sull’organizzatore della Final Four. Tornando alle faccende di casa Sir, e nello specifico al match di ieri ad Ankara, Grbic può ritenersi soddisfatto del comportamento e della prestazione della squadra. Il tecnico serbo ha dato ampio spazio ai giocatori finora meno impiegati ed ottenuto risposte assai confortanti di fronte ad una delle formazioni migliori del palcoscenico europeo scesa in campo con il sestetto tipo infarcito da grandi campioni. Ciò nonostante la Sir se l’è giocata con Paolucci in regia bravo nella gestione del gioco, Barone e Beretta spesso ficcanti nel gioco al centro, Maruotti e Sunder che hanno tenuto botta in banda e Fanuli solido in seconda linea tanto da chiudere con il 72% di ricezione positiva. Menzione soprattutto per il greco Tzioumakas (classe ’95) che ha tirato senza paura da posto due chiudendo con 17 punti a referto. Grbic ha anche approfittato dell’occasione per dare respiro ai vari Fromm, De Cecco, Atanasijevic, Giovi, Buti e Vujevic. Un turno di riposo sicuramente salutare per degli atleti che, dal 30 novembre 2014 al primo febbraio 2015 (cioè in due mesi considerando anche il match di domenica contro Padova) hanno disputato una dopo l’altra sedici gare ufficiali. Da domani dunque (con un occhio ovviamente volto a Vienna e con il primo turno dei playoff che si giocherà, tra andata e ritorno, a cavallo tra la seconda e la terza settimana di febbraio) l’attenzione di sposta nuovamente sulla SuperLega e sulla partita con Padova nella quale la Sir cerca nuovo slancio per la sua rincorsa in campionato verso le zone altissime della classifica.
(fonte Sir Safety Umbria Volley Perugia)

 

Commenti

comments

Andrea Sacco
By Andrea Sacco gennaio 28, 2015 18:22