Sconfitta indolore ad Ankara per la Sir Perugia

Andrea Sacco
By Andrea Sacco gennaio 27, 2015 20:45
Thomas Beretta (Sir Safery Perugia 2014-2015) Champions League

il centrale Thomas Beretta in attacco

Prima sconfitta in Champions League per la Sir Safety Credito Cooperativo Umbro Perugia. Una sconfitta assolutamente indolore per i Block Devils che escono battuti 3-1 ad Ankara contro l’HalkBank, vice campione in carica della competizione, ma conservano ben saldo il primo posto nella Pool G già acquisito la settimana precedente con la vittoria contro il Tours. Grbic, anche per far rifiatare chi in questo periodo ha giocato con maggiore continuità (quarta gara ufficiale in nove giorni per Perugia), ha lasciato a riposo Fromm, Atanasijevic, De Cecco e Giovi (con Buti e Vujevic rimasti a Perugia) e dato spazio a Paolucci e Tzioumakas diagonale di posto due, Barone e Beretta coppia di centrali, Sunder e Maruotti in banda e Fanuli libero. In panchina anche il giovane centrale Bucciarelli. Ankara al contrario ha schierato la miglior formazione con l’artiglieria pesante di Juantorena, Sokolov, Kubiak e Mozdzonek. Ma la Sir si è resa protagonista di una prestazione più che positiva, considerando anche il relativo minutaggio della squadra in campo. Paolucci ha giostrato bene il gioco offensivo della squadra che ha trovato nei centrali Beretta (9 punti con 3 muri) e Barone degli ottimi interpreti ed in Tzioumakas (17 palloni vincenti) un buon finalizzatore, seppure a corrente alternata. Dall’altra parte della rete è stato Juantorena a fare il bello ed il cattivo tempo (20 punti con il 61% in attacco) ed a decidere alla fine le sorti del match. Il match si è tenuto in equilibrio fino alla metà del terzo set dopo che i primi due avevano visto Ankara nel primo e Perugia nel secondo avere il sopravvento sull’avversaria. Nella terza frazione, con il punteggio in equilibrio a quota 15, Juantorena ha preso per mano i compagni inanellando attacchi e servizi vincenti e spostando l’ago della bilancia nella metà campo turca (25-19). Lì in pratica si è chiusa la partita con Ankara che ha preso margine nella quarta frazione (20-12), difendendo il vantaggio fino in fondo (25-18). Resta comunque la buona prova della Sir che ha onorato il match con impegno e determinazione e che ha dimostrato di possedere una rosa qualitativamente importante anche in campo internazionale. Chiusa dunque la Pool con il primato in classifica, Perugia attende ora l’esito del sorteggio di giovedì per sapere l’avversario nel primo turno ad eliminazione diretta. Block Devils al tavolo dei grandi d’Europa. Il sogno della Champions continua! Grbic presenta in campo Paolucci e Tzioumakas, Beretta e Barone, Maruotti e Sunder con Fanuli libero. Bernardi schiera l’artiglieria pesante con Juantorena, Sokolov e compagnia tutti in campo. È un turno al servizio di Juantorena a scavare il primo break della sfida (7-3) con Grbic che ferma subito il gioco. Perugia, con una formazione ovviamente con poco minutaggio in partite ufficiali, manca un po’ di continuità ed il muro di Mozdzonek ampia il divario (13-7). Gap invariato al secondo timeout tecnico (16-10) con la Sir che cerca il recupero con i colpi di Tzioumakas e Sunder. I molti errori al servizio da ambo le parti sono il simbolo di una tensione in campo ovviamente blanda con Ankara che comunque conduce il parziale con autorità grazie ai colpi di Juantorena (23-16). È un primo tempo di Mozdzonek a mandare la squadre al cambio di campo (25-17). Parte forte la Sir nella seconda frazione con Beretta e Maruotti in evidenza (2-6). Il muro proprio di Maruotti su Sokolov ampia il gap (3-8) al primo timeout tecnico. Contiene la reazione avversaria Perugia ed il maniout di Tzioumakas vale l’8-13. Ancora +5 Sir dopo la diagonale lunga di Maruotti (11-16). Ace di Paolucci (11-17). Juantorena scuote i turchi (13-17) e Grbic ferma subito il gioco. Ankara ferma a muro Tzioumakas e si avvicina (16-19). Reazione dei Block Devils con la pipe di Maruotti (16-21). Timeout HalkBank. Tzioumakas e Maruotti confezionano il set point (18-24). Sunder in pipe riporta la situazione in equilibrio (19-25). L’ace di Barone apre il terzo parziale (1-2). Out Kubiak (2-4). In rete Tzioumakas (4-4). Il gioco al centro orchestrato da Paolucci produce risultati ed il maniout di Tzioiumakas porta al timeout tecnico con la Sir avanti di uno (7-8). Cambio di fronte con Sokolov a segno (10-9). Timeout Grbic. L’equilibrio regna sovrano in campo con Beretta protagonista nella metà di Perugia. Il pallonetto di Tekeli manda tutti alla seconda sospensione obbligatoria con Ankara avanti 16-15. Break dei padroni di casa con protagonista il solito Juantorena (19-16). È lo strappo decisivo con i Block Devils che commettono un paio di errori gratuiti in attacco e con Juantorena, ancora lui, che mette a terra l’ace del 24-18. Chiude Sokolov (25-19). È tutto di marca HalkBank l’abbrivio del quarto set con il turno al servizio di Juantorena che fa subito male (6-1). La Sir prova a riorganizzarsi, ma al timeout tecnico sono avanti ancora i padroni di casa (8-4). Ace di Kubiak per il 10-5 turco. Perugia assesta il cambio palla, con un buon Tzioumakas, ma non riesce ad avvicinarsi in fase break e Sokolov aziona il braccio per il punto del 16-11. Il muro turco alza una barricata che porta il match verso lo striscione del traguardo (20-12). Perugia si avvicina facendo suo qualche buon break, ma l’errore di Tzioumakas porta Ankara al match point (24-17). È l’errore al servizio di Sunder a far scorrere i titoli di coda (25-18).
HALKBANK ANKARA –  SIR SAFETY CREDITO COOPERATIVO UMBRO PERUGIA = 3-1
(25-17, 19-25, 25-19, 25-18)
ANKARA:Juantorena 20, Sokolov 16,Kubiak 13,Mozdzonek 8, Tekeli 6,  Kiyak 3, Sahin (libero), Esko, Cam. N.E.: Subasi, Batur, Dogan, Ayvazoglu (libero). All. Bernardi, vice all. Atik.
PERUGIA:Tzioumakas 17, Sunder 11, Maruotti 10,  Beretta 9, Barone 7, Paolucci 2,  Fanuli (L1), Fromm, De Cecco. N.E.: Atanasijevic, Bucciarelli, Giovi (L2). All. Grbic, vice all. Fontana.
Arbitri: David Gril – Bogdan Laurentiu Stoica
ANKARA (13 b.s., 5 ace, 8 muri)
SIR (17 b.s., 2 ace, 6 muri)
(fonte Sir Safety Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Andrea Sacco
By Andrea Sacco gennaio 27, 2015 20:45