Sir Perugia impotente contro la capolista Trento

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 18, 2015 19:52
De Cecco Luciano (alzata)

il regista della Sir Safety Perugia Luciano De Cecco impegnato in un’alzata (foto Lega Volley)

Nella prima trasferta del girone di ritorno la Sir Safety Perugia offre l’ennesima prestazione in chiaroscuro e finisce col prenderle ancora una volta dalla Energy T.I. Diatec Trentino. Una sconfitta quella di Superlega maschile che costa ai block-devils l’arretramento nella quinta posizione della classifica, superata da Verona. Nessuna novità in campo al fischio d’inizio, Trento recupera il centrale Birarelli, Perugia schiera l’ex Vujevic sin dal primo minuto. I block-devils escono meglio dai blocchi e con il muro guadagnano il primo break (5-8). La ricezione consente a De Cecco di impostare il gioco a proprio piacimento e l’argentino cerca con insistenza le veloci che vanno a segno a ripetizione (11-12). Nemec alterna cose buone ad errori ed i perugini restano avanti sino alla battuta di Kaziyski che permette l’aggancio (22-22). Decisivo per il vantaggio è il guizzo ospite con Atanasijevic (sei punti a referto) che scrive l’uno a zero. Diversa la situazione alla ripresa con i locali che affidano la regia a Giannelli, gli umbri che commettono qualche ingenuità e permettono a Nemec di scavare il solco (10-5). Entrano sia Sunder che Maruotti per cambiare l’inerzia ma i trentini non mollano la presa e aumentano il divario (20-13). Ormai non ci credono più gli umbri e l’errore di Atanasijevic decreta la parità. Nel terzo frangente emergono problemi di attenzione e Grbic richiama in panchina un Vujevic non in serata (8-3). Buti cerca di dare la scossa e in qualche maniera riesce a trasferire l’audacia per ridurre il gap (11-9). Qui però termina la benzina e il break di quattro punti consecutivi costringe a mettere in campo Paolucci e Tzioumakas che però non riescono a contrastare l’esuberante Lanza (23-16). Il crollo preoccupante porta sul due ad uno. La quarta frazione rimane in equilibrio sino all’8-7, ma poi torna ad essere un calvario a causa degli errori che fanno prendere anche un cartellino rosso a coach Grbic (20-14). Gli avvicendamenti in campo servono a poco perché Lanza continua ad essere imprendibile e castiga la Sir che si lecca le ferite e si chiede perché non riesca a mantenere la continuità.
ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO – SIR SAFETY PERUGIA = 3-1
(23-25, 25-18, 25-18, 25-19)
TRENTO: Nemec 18, Lanza 17, Kaziyski 16, Solé 11, Birarelli 2, Zygadlo 1, Colaci (L), Giannelli 3, Burgsthaler, Fedrizzi. N.E. – Thei, Mazzone. All. Radostin Stoytchev e Dario Simoni.
PERUGIA: Atanasijevic 15, Fromm 14, Buti 7, Vujevic 4, Beretta 3, De Cecco 2, Giovi (L1), Barone 4, Maruotti 3, Sunder 1, Tzioumakas 1, Paolucci. N.E. – Fanuli (L2). All. Nikola Grbic e Carmine Fontana.
Note – Spettatori 2’673.
Durata dei set: 28’, 26’, 25’, 27’.
Arbitri – Armando Simbari (MI) e Roberto Boris (PV).
ENERGY T.I. DIATEC (b.s. 18, v. 7, muri 10, errori 8).
SIR SAFETY (b.s. 17, v. 4, muri 7, errori 11).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 18, 2015 19:52