Gino Sirci: «Nessun rinforzo per la Sir Perugia»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 4, 2015 00:01
Pala-Evangelisti (anello)

panoramica del palasport Giuseppe Evangelisti tutto esaurito nelle quattro gradinate (foto Michele Benda)

Non sarà una partita qualsiasi la trasferta valida per la ventiseiesima giornata della stagione regolare. L’ultima gara del girone di ritorno della Superlega maschile coincide con la domenica di Pasqua. La festività non ferma i supporters della Sir Safety Perugia che dimostrano il loro grande attaccamento alla squadra e sono pronti alla gita fuori porta a fondo sportivo. Armati di torte al formaggio, uova sode e capocollo, circa sessanta Sirmaniaci andranno a Molfetta per essere a bordo campo a sostenere la squadra bianconera. L’amore per la squadra dei ‘malati’ di schiacciate è ulteriormente avvalorato dalla mancanza di obiettivi, la gara di domani infatti non servirà a nulla dato che i block-devils comunque vada rimarranno quarti in classifica. Una squadra che si appresta ad affrontare la sua terza esperienza ai play-off senza apportare ritocchi all’organico. Dopo il dietro-front dello schiacciatore statunitense Anderson che ha fatto sapere di essere afflitto da mal di schiena, le ipotesi della stampa sono state moltissime, alcune anche variopinte, ma senza alcun fondamento. Gli addetti ai lavori hanno azzardato previsioni per indovinare le mosse del club basandosi sulle voci esistenti. Ma la pista brasiliana che portava a Lucarelli era chiusa perché l’atleta verdeoro sarà impegnato con la sua squadra nella finale del campionato del suo paese. La fantasia allora si è scatenata sui connazionali (i vari Dante o Felipe) che erano stati eliminati in semifinale, ma su cui nessun pensiero era mai stato fatto. Di vero c’è solo che i procuratori hanno visto l’opportunità di piazzare un colpo di mercato facile e redditizio cercando di proporre i loro atleti. Il presidente Gino Sirci però ha detto di non essere intenzionato a fare pazzie: «La realtà dei fatti è che ad oggi mancano i tempi tecnici per ottenere il visto per un giocatore extracomunitario, da ieri le ambasciate sono chiuse e lo resteranno sino a martedì, per cui non si fa in tempo neppure volendo. Inoltre c’è da considerare che i fuoriclasse chiedono cifre spropositate. D’altra parte è anche vero che non si può competere con paesi come il Qatar che offrono più del triplo per un atleta che giochi i play-off nel loro campionato, cifre a cinque zeri contro le quali non si può competere». A questo proposito ci sarà da seguire le mosse delle varie stelle internazionali, alcuni sospettano che ci possa essere proprio una proposta economicamente interessante dietro alla decisione di Anderson, ma staremo a vedere. Ora il numero uno del club bianconero pensa solamente alle sfide della post season per offrire uno spettacolo maggiore. «Confermo che ci stiamo muovendo per fare sì che possa essere montata la curva nord San Marco già dal 12 aprile, esordio play-off di gara-uno nei quarti di finale contro Verona. Avere una capacità maggiorata del Pala-Evangelisti significa poter dare l’opportunità a più persone di godere di un bello spettacolo». Mentre indiscrezioni fanno emergere che una gara al rialzo sembra averla ingaggiata anche la ditta di allestimenti che nel giro di pochi giorni ha aumentato sensibilmente la richiesta economica per fornire la gradinata…

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 4, 2015 00:01