La felicità della Sir Perugia per la vittoria di Verona

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 20, 2015 11:43
Grbic-Buti-Beretta

Nikola Grbic, Simone Buti e Thomas Beretta (foto Michele Benda)

Che bella sia! C’è ancora nell’aria il profumo intenso della vittoria di ieri a Verona ed è, potenza dei playoff, già alle porte la decisiva gara-tre dei quarti di finale scudetto per la Sir Safety Umbria Volley Perugia! I play-off sono unici, adrenalinici, offrono partite e serie che non è possibile riprodurre durante il campionato come tensioni, emozioni e spettacolo. Ed il successo di ieri sera dei block-devils al Pala-Olimpia, arrivato dopo un susseguirsi di colpi di scena, ne è la migliore fotografia. Erano spalle al muro capitan Vujevic e compagni. Vincere per restare vivi, nella bolgia del palasport scaligero, era l’unica soluzione per proseguire il cammino ed i ragazzi, con coraggio e cuore, ma soprattutto con una prova di ben altro spessore rispetto a gara-uno, si sono guadagnati un’altra partita, quella di mercoledì sera in un Pala-Evangelisti che si preannuncia già incandescente e dove si deciderà il nome della semifinalista in questa serie. E lo hanno fatto a modo loro, soffrendo e facendo soffrire i tantissimi Sirmaniaci commoventi per come hanno incitato, dal primo all’ultimo pallone, i propri ragazzi. Ma alla fine la vittoria è arrivata, con la firma finale di Atanasijevic, ma con il timbro di ognuno dei bianconeri, dallo splendido De Cecco all’infallibile Fromm (capace di cambiare completamente faccia rispetto a gara-uno), da Buti a Beretta, da Vujevic a Giovi e Fanuli, da Sunder (entrato in fugaci apparizioni in prima linea) a Barone, Paolucci, Maruotti e Tzioumakas, non a referto ma ‘dentro al match’ con i loro incitamenti ed i loro consigli ai compagni. E adesso è necessario, indispensabile e giusto voltare subito pagina e concentrarsi sullo spareggio in programma tra due giorni. Sarà un’altra battaglia per i bianconeri che torneranno in palestra già oggi per prepararla al meglio. Gara-due va subito chiusa e lo fanno con le loro dichiarazioni i protagonisti, a partire dal tecnico Nikola Grbic: «Questi sono i play-off! Le emozioni di ieri sera sono le emozioni dei play-off. Ora dobbiamo essere bravi a resettare ancora una volta tutto, perché non abbiamo fatto nulla e si riparte dallo zero a zero. Certamente quello di Verona è un grande risultato, sono orgogliosissimo dei ragazzi che hanno reagito da grandi campioni fuori casa, dominando gran parte della gara ed uscendo fuori poi da una situazione che si era fatta difficile. Nel finale del terzo set ci siamo rilassati un po’ soffrendo il servizio di Coscione. Ma poi, con il pubblico gasato, siamo stati bravissimi a rimanere in gioco. Nove squadre su dieci in queste situazioni crollano, noi invece siamo riusciti a vincere». Lo schiacciatore tedesco Christian Fromm, portentoso in attacco, spiega: «Ho giocato meglio rispetto alla scorsa settimana ma posso fare ancora di più. E credo che ieri siamo stati tutti bravissimi. Sono contento per questo risultato, ma non abbiamo vinto nulla. Il terzo set? Questa è la pallavolo, bisogna stare sempre attenti, bisogna giocare fino alla fine. Però poi, con le spalle al muro, abbiamo messo il 100%, continuato a dare pressione e mai mollato. Mercoledì? Bisogna vincere». Conclude la scaletta di interventi a caldo il centrale Simone Buti che dice: «Gran bella partita, ma dopotutto questi sono i play-off, dove bisogna giocare sempre fino all’ultimo pallone. Quella di ieri è una vittoria che dà grande carica per la terza e decisiva sfida, dimostra che siamo forti. Verona è una grande squadra e verrà da noi per vincere. Dobbiamo essere concentrati e cinici e fare tutto al meglio se vogliamo conquistare le semifinali».
(fonte Sir Safety Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 20, 2015 11:43