La Sir Perugia stecca e Verona fa sua gara-uno

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 11, 2015 20:20
Atanasijevic Aleksandar (attacca)

Sir Safety Perugia) in attacco con l’opposto Aleksandar Atanasijevic (foto Michele Benda)

Perde il match della prima giornata di post season la Sir Safety Perugia, una delle prove peggiori quella del Pala-Evangelisti. Era pronosticato come uno dei quarti di finale più incerti, ma i block-devils hanno steccato clamorosamente l’esordio play-off, servendo su un piatto d’argento il successo alla Calzedonia Verona. Quattro set che hanno visto i ragazzi di coach Grbic faticare soprattutto mentalmente contro una contendente che è scesa in campo senza avere nulla da perdere. Applausi prima del via per Aleksandar Atanasijevic, il miglior realizzatore della Superlega e vincitore del Trofeo Gazzetta, è stato premiato dal presidente Gino Sirci. L’opposto serbo però non è riuscito a regalare la gioia ai suoi tifosi malgrado il bottino di tutto rispetto. Dopo il fischio d’inizio la gara entra subito nel vivo con gli ospiti che aggrediscono a muro e trovano subito l’allungo con Deroo in attacco e Gasparini al servizio (4-9). Nonostante la ricezione positiva e malgrado De Cecco insista sui centrali i bianconeri faticano a trovare la fluidità. Sul 10-14 la rimonta viene bloccata da una decisione arbitrale contraria fortemente contestata e poco dopo la ricezione ha un passaggio a vuoto che aumenta il divario (13-19). I veronesi applicano costantemente la richiesta di video-check spezzando ulteriormente il ritmo e non appena vengono commessi errori la situazione diventa pesante (15-23). L’ingresso di Barone non può cambiare l’inerzia marchiata da nove errori umbri. Anche alla ripresa partono meglio i veneti che approfittato dei regali altrui con Sander (3-6). La scossa per i padroni di casa arriva dal muro che comincia a prendere le misure, quello di Buti vale l’aggancio sull’8-8 e quello di Fromm il 12-12. Le rivali avanzano a braccetto con Sander che è implacabile ma Atanasijevic scarica tutta la sua rabbia e riesce a trovare il break in attacco (19-17). Ancora tanti errori per la Sir, compensati stavolta dagli avversari, il margine però cresce ed è proprio ‘Magnum’ a firmare l’uno pari. Nel terzo frangente l’avvio perugino è ancora di quelli orribili, sul turno al servizio di Sander il ritardo è notevole, malgrado il tempo discrezionale e l’ingresso di Barone, Paolucci e Sunder (2-12). Le distanze rimangono immutate per colpa di una ricezione che subisce tre ace e dei soliti errori (altri sette) che spianano la strada del nuovo vantaggio ai ‘calzettari’ con un punteggio severo. La quarta frazione mostra il nervosismo del momento con i locali che sbagliano cose semplici e fanno prendere ancor più coraggio a Verona che con Gasparini in battuta giganteggia (4-10). Sunder viene gettato ancora nella mischia e con qualche suo buono spunto la situazione migliora (14-16). A Verona comincia a tremare il braccio e Atanasijevic (nove colpi vincenti) si dimostra cavallo di razza andando a siglare il sorpasso con fiammate terrificanti (18-17). Il suo show personale continua e porta la Sir sul +4, annullando a muro l’offensiva di Sander e rinviando il verdetto. Al tie-break Sunder rimane in campo ma Perugia è sempre sotto e dopo il cambio di campo perde contatto (9-13). È Sander a punirla. Adesso con concentrazione massima per la seconda sfida che si gioca a campi invertiti domenica prossima e per la cui trasferta i tifosi si stanno già organizzando con due autobus.
SIR SAFETY PERUGIA – CALZEDONIA VERONA = 2-3
(25-18, 25-21, 16-25, 25-21, 12-15)
PERUGIA: Atanasijevic 27, Fromm 9, Buti 8, Vujevic 7, Beretta 6, De Cecco 4, Giovi (L1), Sunder 6, Barone 2, Tzioumakas, Paolucci, Fanuli (L2). N.E. – Maruotti. All. Nikola Grbic e Carmine Fontana.
VERONA: Gasparini 22, Deroo 19, Sander 19, Anzani 7, Zingel 6, Coscione 2, Pesaresi (L1), White 1, Bellei. N.E. – Gitto, Blasi, Borgogno, Centomo (L2). All. Andrea Giani e Matteo De Cecco.
Note – Spettatori 2’321.
Durata dei set: 27’, 28’, 26’, 34’, 19’.
Arbitri – Giorgio Gnani (PC) e Fabrizio Pasquali (AP).
SIR SAFETY (b.s. 18, v. 3, muri 11, errori 13).
CALZEDONIA (b.s. 18, v. 9, muri 9, errori 9).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 11, 2015 20:20