La Sir Safety spreca nel terzo e Trento la punisce

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 25, 2015 20:32
Sunder Joseph (piazza)

Sir Safety Perugia in attacco con lo schiacciatore statunitense Joseph Sunder contro il muro a tre (foto Lega Volley)

Che la Energy T.I. Diatec Trentino fosse più forte della Sir Safety Perugia si sapeva in partenza, bastava guardare la classifica finale della regular season: settentrionali in testa con 62 punti (e sole tre sconfitte), umbri quarti con 50 (ma sette sconfitte). Se poi a questa avversaria già forte di suo concedi il vantaggio di giocare senza pressione, la differenza diventa un abisso. Questo è il succo di una partita che i block-devils avrebbero potuto anche portare al tie-break, ma nella quale invece si mordono i gomiti per aver dilapidato cinque lunghezze di vantaggio sull’uno pari e 17-22 del terzo set. La Sir riesce a scoprire il fianco alla capolista della regular season, i trentini da parte loro dimostrano di essere squadra che non molla mai, stringono i denti e superano con carattere i momenti di difficoltà, cosa che agli umbri invece non riesce assolutamente. La formazione umbra comincia alla grande con un turno micidiale di Atanasijevic (2-9), ma il tesoretto viene dilapidato dal turno altrettanto efficace di Nemec che poi impatta con un attacco sul 13-13. Gli ingressi di Barone e poi di Sunder (che sul 21-18 prende il posto di Fromm uscito per un taglio al ginocchio in un tentativo di difesa) rimettono in carreggiata ed Atanasijevic (tredici palle a terra in apertura e 65% in attacco) annulla tanti set-point, alla fine un errore locale ed un ace di Buti valgono l’uno a zero ospite. Alla ripresa c’è di nuovo Fromm e viene confermato Barone ma i padroni di casa partono fortissimo con un ritrovato Lanza (10-3). Grbic continua a dare fiducia ai suoi ragazzi che riescono a rosicchiare qualche punto ma sul 15-12 esce fuori il muro dei trentini che rendono inoffensivo Atanasijevic (17% d’attacco) e riaprono un cratere (20-13). Nessuno fornisce un contributo Finale senza sussulti, Fromm (29%) non carbura ed il pareggio è servito. Nel terzo frangente le rivali procedono a braccetto, i centrali locali sono tremendi ma Fromm sale di livello e compensa il calo di Vujevic (12-12). Il cambio-palla dei perugini è fluido e il turno di battuta di Buti porta sul 17-22. Djuric prende il posto di uno spento Nemec ma è sempre il muro di Solé a riaprire e quello di Birarelli ad annullare il gap (23-23). La frittata è completata da due ricezioni pessime di Perugia che consentono ai rivali di ribaltare e chiudere. Grbic rispedisce in campo Beretta all’inizio del quarto periodo ma il contraccolpo psicologico si fa sentire ed i muri settentrionali fanno perdere contatto (13-7). Grbic cambia gli schiacciatori e getta nella mischia nuovamente Sunder e Maruotti ma non stavolta l’inerzia rimane saldamente nella mani degli uomini di casa (22-14). A chiudere è un ace di Solé che risulta la spina nel fianco. Martedì si torna a Perugia per la seconda sfida ed il Pala-Evangelisti si prepara a rispondere adeguatamente.
ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO – SIR SAFETY PERUGIA = 3-1
(29-31, 25-18, 25-23, 25-18)
TRENTO: Lanza 19, Solé 17, Kaziyski 15, Nemec 13, Birarelli 10, Zygadlo 2, Colaci (L), Tzourits 2, Giannelli, Fedrizzi. N.E. – Burgsthaler, Nelli, Thei (L2). All. Radostin Stoytchev e Dario Simoni.
PERUGIA: Atanasijevic 26, Fromm 13, Buti 8, Vujevic 5, Beretta 1, De Cecco 1, Giovi (L1), Barone 4, Sunder 3, Maruotti 3, Tzioumakas. N.E. – Paolucci, Fanuli (L2). All. Nikola Grbic e Carmine Fontana.
Note – Spettatori 2’540.
Durata dei set: 38’, 27’, 31’, 24’.
Arbitri – Daniele Rapisarda (UD) e Roberto Boris (PV).
ENERGY T.I. DIATEC (b.s. 16, v. 8, muri 16, errori 9).
SIR SAFETY (b.s. 15, v. 4, muri 7, errori 11).


Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 25, 2015 20:32