Per la Sir Perugia è spareggio di fuoco col Verona

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 21, 2015 10:00
Vujevic Goran (fissa)

Goran Vujevic (foto Michele Benda)

Sarà un mercoledì di grandi emozioni! Quelle del grande volley, quelle dei play-off scudetto! E quelle di una elettrizzante gara-tre dei quarti di finale tra Sir Safety Perugia e Calzedonia Verona. Le prime due sfide della serie, con una vittoria esterna per parte, tanto spettacolo ed un susseguirsi di momenti vietati ai deboli di cuore, hanno detto che, per accedere alle semifinali scudetto, è necessaria la ‘bella’. Spareggio che avrà il via domani sera al Pala-Evangelisti a partire dalle ore 20,30. Un Pala-Evangelisti che, con tutta probabilità, sarà un vulcano di passione, di tifo, di spettacolo nello spettacolo. Tanta l’attesa in città, nei Sirmaniaci ed in tutto il popolo della pallavolo perugina per un match di capitale importanza per entrambe le contendenti, nel quale sbagliare non è permesso. La tifoseria bianconera, rientrata in massa (quasi trecento persone) e festante da Verona domenica notte, sta già scaldando la voce per far tremare le volte dell’impianto di Pian di Massiano e vuole spingere i ragazzi verso un posto nelle migliori quattro della Superlega. Grbic ed i suoi ragazzi, rientrati pure loro nella notte di domenica a Perugia, si sono concentrati fin da lunedì per gara-tre. Il recupero dalle fatiche di gara-due e la preparazione tecnica, tattica e mentale del match di domani sono stati l’unico pensiero dei block-devils che cercheranno di ripetere, a livello qualitativo, di continuità e di aggressività, la prestazione di Verona. Il tecnico serbo, salvo sorprese dell’ultima ora, confermerà in campo al via la formazione tipo con De Cecco ed Atanasijevic diagonale di posto due, Buti e Beretta al centro, capitan Vujevic e Christian Fromm alla banda e Giovi a nel ruolo di libero. In panchina, pronti all’uso, gli altri ragazzi Paolucci, Barone, Maruotti, Sunder, Fanuli e Tzioumakas. Non mancheranno le emozioni in campo. Dopotutto è partita senza appello per entrambe le squadre e quindi è lecito aspettarsi un match duro, dove nessuno mollerà, dove la tensione avrà un ruolo importante. Anche il tecnico scaligero Giani dovrebbe confermare il 6+1 tipo con Coscione e Gasparini in diagonale, Zingel e Anzani al centro, Sander e Deroo in posto-quattro e Pesaresi libero. I temi tattici della partita, quello di domani è il sesto scontro diretto quest’anno tra Perugia e Verona, sono ormai facilmente individuabili con il servizio da ambo le parti e l’attacco in particolare alle bande che sposterà l’ago della bilancia da una parte o dall’altra. Poi ci sarà la questione emotiva, dei nervi, della tensione, del carattere e del cuore. E questo si capirà solo sul taraflex del Pala-Evangelisti. Dove i block-devils vogliono regalarsi, e regalare ai propri meravigliosi tifosi, un’altra notte da ricordare. La presentazione di Goran Vujevic: «Domenica abbiamo dato una bella risposta dopo la sconfitta nel primo incontro della serie. A Verona siamo scesi in campo pronti a dare tutto e si è visto per quasi tutta la partita che volevamo vincere. Se giochiamo così credo che possiamo arrivare lontano. Ma adesso nulla è scontato, dobbiamo vincere domani in casa, dobbiamo ripeterci che è la cosa più difficile da fare». Il fattore campo? Finora in questa serie non c’è stato. Sarà un’altra partita aperta, bisogna giocare bene per vincere, se giochi sotto un certo livello esci. Verona è squadra di valore, un suo grande punto di forza è battere bene e dovremo tenere un ritmo alto come in casa loro e mostrare in campo quanto fatto al Pala-Olimpia. Ora è importante recuperare energie e prepararsi al massimo. Ci teniamo tutti a passare il turno e speriamo che il nostro meraviglioso pubblico ci dia una mano come ha sempre fatto». Dieci i precedenti tra le due formazioni e finora otto i successi di Perugia che si è imposta due volte nella stagione 2012-2013 (3-1 in casa e 3-0 fuori), tre lo scorso anno (successo al tie-break a Verona e doppio 3-0 al Pala-Evangelisti, sia in regular season che nei quarti di finale di coppa Italia) e tre quest’anno, 3-1 nel match di Perugia del girone d’andata della Superlega, 3-0 nei quarti di finale di coppa Italia sempre al Pala-Evangelisti e 3-1 lontano da casa in gara-due della serie dei quarti di finale play-off. Due i successi di Verona, entrambi quest’anno ed entrambi al tie-break, nella gara di ritorno di Superlega tra le mura amiche ed in gara-uno dei quarti di finale play-off in trasferta. Tre gli ex in campo, tutti nel roster di Perugia. Si tratta del centrale Simone Buti (2007-2008), del regista Adriano Paolucci (2002-2003) e dello schiacciatore Gabriele Maruotti (2006-2007). Con le telecamere della Sm Broadcast di Stefano Mezzanotte, service tv ufficiale del club, pronte ad immortalare la sfida, l’incontro tra Perugia e Verona sarà trasmesso in diretta radiofonica, con il via alle ore 20,30, su Umbria Radio (frequenze a Perugia 92.0 e 97.2), network radiofonico ufficiale dei block-devils con radiocronaca affidata a Francesco Locatelli. Perugia: De Cecco-Atanasijevic, Buti-Beretta, Fromm-Vujevic, Giovi (L). All. Nikola Grbic. Verona: Coscione-Gasparini, Zingel-Anzani, Sander-Deroo, Pesaresi (L). All. Andrea Giani. Arbitri: Stefano Cesare (RM) ed Omero Satanassi (RA).
(fonte Sir Safety Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 21, 2015 10:00