San Giustino, rimonta vincente nel duello regionale

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 19, 2015 22:30
Marcacci-Kus (muro)

San Giustino a muro con Lucia Marcacci ed Izabela Kus (foto Michele Benda)

Il settimo sigillo è stato alla fine piazzato, ma la Top Quality San Giustino ha dovuto addirittura rimontare due set di svantaggio per aggiudicarsi il derby regionale, l’ultimo di questo campionato di serie B1 femminile, contro una Lucky Wind Trevi molto tonica all’inizio e trascinata da una super Capezzali, da una Garganese molto efficace e da una Volaj sempre temibile. Per la terza volta di fila, quindi, tra le mura amiche le sorti del match si sono decise al tie-break e la compagine di Francesco Brighigna ha da rimproverarsi l’atteggiamento sonnacchioso e disattento che l’ha vista soccombere di stretta misura in entrambe le frazioni perse. Quando poi la squadra si è svegliata, non c’è stata più partita; anzi, il successo ha avuto il sapore di una mera formalità, con Mika Francia al top stagionale dei 36 punti e Silvia Tosti tornata al suo standard, anche se il Trevi visto stavolta non merita certo di stare in zona retrocessione. Le ospiti partono con Pietrolati in regia, Capezzali opposto, Ragnacci e Volaj al centro, Garganese e Meniconi a lato e Piccari libero. Formazione base anche per le padrone di casa, diagonale Marcacci-Barneschi, coppia centrale Ihnatsiuk-Ceppitelli, Francia e Mautino alla banda e Rocchi libero. L’avvio è di marca locale, la buona difesa, gli errori in battuta trevani e un ace della Francia portano sul 6-2, che diventa massimo vantaggio con un ace firmato da Ihnatsiuk (8-3). Al rientro, però, il vento cambia improvvisamente: Mirka Francia subisce due murate consecutive da Pietrolati e poi sbaglia un attacco; le ospiti agguantano la parità sul 10-10 e passano a condurre sul tentativo di pipe piazzata da Mautino, che non supera la rete. L’ace di Garganese e gli errori in ricezione di San Giustino danno il via all’allungo di Terevi (12-16). Il tentativo di rimonta locale si ferma sempre a una lunghezza dalle avversarie, che piazzano punti importanti in attacco con la Meniconi e la Garganese, più qualche palleggio a sorpresa di capitan Pietrolati. Il pareggio delle padrone di casa, fra le quali si distinguono Barneschi, Mautino e anche Francia, è cosa fatta sul 23-23, ma un colpo maldestro sotto rete della Barneschi e un ace di Volaj sanciscono il vantaggio ospite. Sulle ali della frazione vinta, la Lucky Wind insiste e va subito sull’1-3; a questo punto, si scatena Ihnatsiuk, due attacchi, due muri e due ace, tutti a sua firma, portano la situazione sull’8-5 per le biancazzurre al primo time-out tecnico e con la Tosti titolare dall’inizio. Le ‘cugine’ non demordono e trovano la parità (9-9), con immediata risposta sangiustinese grazie a Francia e ancora ad Ihnatsiuk, che però di seguito spedisce lunghi due primi tempi; Trevi ritrova il vantaggio sul 12-13 e allora Brighigna chiede il time-out discrezionale inserendo in regia Manuela Di Crescenzo. Un ace di Francia permette a San Giustino di andare sul 16-15, anche se Trevi non impiega molto per rimettere il naso avanti con il muro di Garganese su Barneschi (sostituita con Mautino nel ruolo di opposta) che frutta il 17-16. Garganese implacabile nel punto del 17-19, ma San Giustino c’è e opera il sorpasso grazie anche a un attacco vincente della Tosti, cui seguono un muro vincente e una fast fuori della Ceppitelli. Sul 21-21, ricominciano gli errori in ricezione, Trevi torna avanti sul 23-22 e Ceppitelli ribalta la situazione con un muro e un ace. Ci pensa Capezzali a suonare la riscossa per le ospiti, che rovesciano e raddoppiano ai vantaggi. In avvio di terzo set, la novità al centro per San Giustino si chiama Izabela Kus. La rabbiosa reazione delle ragazze di Brighigna, che vanno subito sul 5-2, è subito rintuzzata e al primo time-out tecnico Trevi è a +2 (8-6). Comincia adesso a scaldare la mano Mirka Francia, che a muro e in attacco trascina la squadra fino al vantaggio di 14-11, costringendo il tecnico Sperandio a chiedere la sospensione. Ma un diagonale della Mautino e un muro della Kus fanno allungare la Top Quality fino al 16-11. La Marcacci e compagne aggiustano difesa e muro e approfittano di una Capezzali non più brillante e sostituita da Irene Della Giovampaola: il vantaggio di San Giustino arriva fino al 21-13 e poi si allunga ulteriormente con l’ace della Mautino e il muro della Ihnatsiuk che riduce le distanze. Il muro supplisce alla ricezione per San Giustino nella fase iniziale del quarto set e quando non tocca manda fuori bersaglio la Capezzali. La Ihnatsiuk trova anche l’ace del 5-2, poi sbaglia il servizio; a prendere per mano la situazione provvede una Francia oramai disinvolta, che fa la differenza anche in battuta, come in occasione dell’ace che porta sull’8-4 San Giustino al primo time-out tecnico. Anche la ex di turno Silvia Tosti comincia a colpire e lo fa per tre volte consecutive dalla banda, diventando l’artefice dell’allungo fino all’11-5. Le locali hanno comunque aggiustato a puntino la difesa e anche per la Kus c’è un ace a fil di linea, che per la Top Quality Group significa 13-5. Qualche punto in attacco per Trevi smorza la superiorità di San Giustino, che continua ad andare a segno in prevalenza con la Francia, capace persino di due ace consecutivi. Un pallonetto di Tosti e un muro di Francia permettono il rinvio del verdetto. Tosti e Kus in campo al tie-break. Si comincia con due attacchi fuori bersaglio della Garganese e della Volaj, con Francia che fa 4-1; un tocco di Capezzali che non supera la rete e un ace della Marcacci danno il “là” a San Giustino sul 6-1, poi la Francia trova il ‘mani fuori’ del 7-2 e la Mautino propizia l’8-3 e il cambio campo con un tocco a muro. Replica la Capezzali, ma sul cambio palla è la Tosti ad apporre il sigillo sul nono punto. Un lunghissimo ed esaltante scambio concluso al centro dalla Ragnacci rianima Trevi sul 5-9, non fosse per il diagonale out della Capezzali e per i due ace consecutivi della Tosti: San Giustino è avanti 12-5 e ha la vittoria in mano, suggellata poi con il punteggio di 15-6 dal muro finale di Mirka Francia. Il commento del tecnico Francesco Brighigna ricalca quanto già espresso: «Nei primi due set siamo partiti piano soprattutto in attacco, con un livello troppo basso per una squadra che vuol fare risultato e sapevamo benissimo che il Trevi era molto attento in difesa. Non so se sia stato commesso un peccato di presunzione ma il fatto è che non spingevamo a sufficienza. Ho dovuto quindi cambiare la formazione e anche il ruolo a Bruna Mautino: debbo pertanto dare atto a lei che si è sacrificata e a chi è entrata, perché hanno offerto un contributo determinante. Nei set vinti, siamo tornati ai nostri livelli ed era impensabile che l’avversaria regalasse qualcosa».
TOP QUALITY SAN GIUSTINO – LUCKY WIND TREVI = 3-2
(23-25, 26-28, 25-15, 25-13, 15-6)
SAN GIUSTINO
: Francia 36, Ihnatsiuk 14, Mautino 9, Ceppitelli 6, Barneschi 4, Marcacci 2, Rocchi (L1), Tosti 11, Kus 4, Di Crescenzo. N.E. – Izzi, Bartolini, Fabbri (L2). All. Francesco Brighigna e Marco Morani.
TREVI: Capezzali 18, Volaj 13, Ragnacci 9, Garganese 9, Pietrolati 6, Meniconi 3, Piccari (L1), Della Giovampaola, Monaci. N.E. – Nencioni, Pistocchi, Ciancio (L2). All. Gian Paolo Sperandio ed Albino Bosi.
Arbitri: Riccardo Santarelli e Luca Grassia.
TOP QUALITY (b.s. 10, v. 17, muri 11, ricezione 59% (28% perfetta), attacco 40%, errori 19).
LUCKY WIND (b.s. 5, v. 5, muri 6, ricezione 50% (17% perfetta), attacco 29%, errori 23).
(fonte San Giustino Volley)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 19, 2015 22:30