Sir Perugia da batticuore ma conquista Verona

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 19, 2015 20:40
Fromm Christian (attacca)

Sir Safety Perugia in attacco con lo schiacciatore Christian Fromm (foto Michele Benda)

Ormai si sa, la Sir Safety Perugia è vietata ai deboli di cuore. In una gara-due che poteva essere vinta a mani basse i block-devils si complicano la vita e poi devono faticare il triplo per riportare sul pianeta terra la rivale Calzedonia Verona che la scorsa settimana aveva avuto la meglio. La corsa al titolo è bella ed appassionante, come da pronostico della vigilia, e protrae il suo svolgimento. Ora i ‘nemici’ sono uno pari e servirà la bella per capire chi prosegue il sogno tricolore. Malgrado la pressione derivante dalla partita da dentro o fuori la condizione psicologica della Sir è ottima, i vice campioni d’Italia giocano sicuri come non mai portandosi sul due a zero e sul 16-22 nel terzo set. Qui accade l’imponderabile, cala la tensione degli ospiti che permettono a Verona di infilare sette punti consecutivi e di accorciare le distanza. Ci vorrà poi di fare ricorso all’orgoglio per centrare il bersaglio fornendo se non altro una dimostrazione di tenuta nervosa. Zingel parte forte e manda avanti di tre i suoi ma Fromm risponde per le rime e ribalta (9-11). Grbic alterna in seconda linea Giovi e Fanuli che riescono a garantire un buon rendimento ma gli scaligeri restano a stretto contatto (15-16). L’aggancio è scongiurato dagli errori dei padroni di casa (saranno ben dieci nella frazione d’apertura) e da un grintoso Atanasijevic che sale in cattedra e va a chiudere con una potente bordata al servizio. Il secondo set riparte con tre ace del regista De Cecco che fanno subito chiedere tempo a Giani che poi inserisce White ma il punteggio si fa sempre più pesante (2-8). I veneti sono costretti a forzare per cercare di recuperare ma sono fallosi al servizio incappando in altri svarioni ed il solo Gasparini non basta per recuperare il gap (9-16). De Cecco (migliore in campo) è un timoniere sicuro e manda a segno i compagni impostando magie dalla regia e Beretta sigla in breve il raddoppio. Terzo frangente che è sempre comandato dagli umbri per mezzo di una grande concretezza del muro (6-8). Fromm continua a bucare le maglie avversarie ma i veronesi trovano la forza nei 4’200 spettatori e mettono il naso avanti (9-8). Dura poco però perché la battuta degli ospiti è devastante ed è ancora De Cecco (sei ace per lui alla fine) ad operare un nuovo allungo (9-14). La difesa funziona e il punteggio scorre inesorabile ma i ‘calzettari’ hanno un guizzo di orgoglio e con sette punti consecutivi ribaltano (23-22). Allo sprint è l’errore di Fromm a riaprire i giochi. Nel quarto periodo l’inerzia cambia, il contraccolpo psicologico limita gli umbri che sembrano perdere le sicurezze mostrate fino a pochi minuti prima. Si mettono in mostra Anzani e Buti, la Sir insegue per un po’ ma riesce a mettere la freccia (14-16). La stanchezza si fa sentire ma quando dai nove metri si presenta Fromm le cose si mettono bene, due suoi ace scrivono il 19-24. Ma non è finita, il finale è concitato e ricco di proteste perugine all’indirizzo degli arbitri che assegnano un cartellino rosso all’indirizzo di Grbic. Atanasijevic si becca una murata che vale il 23-24, poi si riscatta e piega le mani del muro portando in trionfo Perugia. Mercoledì al Pala-Evangelisti si decide chi va in semifinale a sfidare Trento che ha vinto gara-due al tie-break a Molfetta.
CALZEDONIA VERONA – SIR SAFETY PERUGIA = 1-3
(19-25, 14-25, 26-24, 23-25)
VERONA: Gasparini 19, Deroo 13, Sander 8, Zingel 6, Anzani 5, Coscione 3, Pesaresi (L1), White 1, Gitto, Bellei. N.E. – Blasi, Borgogno, Centomo (L2). All. Andrea Giani e Matteo De Cecco.
PERUGIA: Fromm 19, Atanasijevic 18, De Cecco 10, Buti 10, Beretta 6, Vujevic 6, Giovi (L1), Sunder, Fanuli (L2). N.E. – Barone, Maruotti, Paolucci. All. Nikola Grbic e Carmine Fontana.
Arbitri: Sandro La Micela (TN) e Marco Braico (TO).
CALZEDONIA (b.s. 17, v. 5, muri 8, errori 13).
SIR SAFETY (b.s. 18, v. 11, muri 8, errori 9).



Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 19, 2015 20:40