Sir Perugia in rincorsa supera Molfetta

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 5, 2015 21:35
Sunder-Beretta (muro)

Sir Safety Perugia a muro con Joseph Sunder e Thomas Beretta

Va scomodato lo scrittore Robert Louis Stevenson ed il suo celeberrimo romano ‘Lo strano caso di dr. Jekyll e di mr. Hyde’ per spiegare al meglio l’ultima gara di stagione regolare della Sir Safety Perugia. Al Pala-Poli, tana della Exprivia Neldiritto Molfetta, con sessanta Sirmaniaci che hanno colorato di bianconero uno spicchio del palasport pugliese in un clima di festa e di assoluta sportività (è sempre bello segnalarlo), i block-devils del presidente Sirci vedono le streghe per due set, grazie alla buona prova dei padroni di casa ed anche ad una Sir davvero opaca, poi si trasformano a partire dalla terza frazione e, trascinati dalla furia agonistica e dai punti di ‘Magnum’ Atanasijevic (che si conferma splendido capocannoniere della Superlega), capovolgono il match esaltando alla fine di un tie-break combattutissimo dopo l’ultimo dei punti messi a segno dall’opposto serbo. Se questo doveva essere un test utile in vista degli imminenti play-off, può essere certamente soddisfatto Nikola Grbic perché in campo è stata gara vera, tirata, spettacolare e combattuta. Con altrettanta sicurezza lo stesso Grbic non sarà contento dei primi due parziali nei quali la squadra è sembrata poco attenta e coriacea, probabilmente anche perché il match era ininfluente ai fini della classifica. Ma il tecnico bianconero deve essersi fatto sentire al cambio di campo tra la seconda e la terza frazione perché poi, sul taraflex pugliese, c’è stata un’altra Sir. Più determinata, più grintosa, più concentrata nei fondamentali e nelle situazioni tattiche di gioco. E con un Atanasijevic un forma smagliante. Devastante l’opposto di Perugia (57% su 46 attacchi!) con intorno tutta la squadra che è cresciuta e con citazione di merito per la coppia centrale formata da Beretta e Barone (quest’ultimo in campo per un Buti tenuto a riposo). Molfetta si è confermata squadra davvero di ottima qualità, complicata da affrontare e, soprattutto davanti al proprio pubblico, capace davvero di tutto nella post season. L’attenzione dei bianconeri, dei tifosi e di tutto l’ambiente si sposta ora sui play-off. Si parte nel prossimo fine settimana con i quarti di finale e con la Sir che ospiterà Verona per gara-uno nell’anticipo di sabato 11 aprile alle ore 17,45 al Pala-Evangelisti (Trento-Molfetta, Modena-Ravenna e Treia-Latina gli altri accoppiamenti). Da adesso non si scherza più. Parte la corsa al triangolino tricolore. Grbic schiera al via il sestetto base con l’eccezione di Barone in campo al posto di Buti. Formazione tipo per Di Pinto con Bossi-Candellaro coppia di centrali. È proprio di Barone il primo punto del match (0-1). Sorpasso Molfetta con Bossi (3-2). Il muro di Noda Blanco scrive il 5-3. Molfetta forza molto al servizio e l’ace di Hierrezuelo fissa il punteggio sul 9-5 con Grbic che ferma subito il gioco. Non trova il bandolo giusto la Sir con gli avversari avanti 12-7 al timeout tecnico. Ace su Fromm (13-7) e Grbic spedisce in campo subito Sunder. Due in fila di Atanasijevic (attacco ed ace) accorciano le distanze (13-9). Altro ace, stavolta di Sunder (14-11). Riparte Molfetta con Noda Blanco (16-11). Torna sotto la Sir con il muro di Atanasijevic (17-15). Il muro di Hierrezuelo porta al nuovo allungo pugliese (22-18). Che è quello decisivo con i padroni di casa che chiudono dopo l’errore al servizio di Beretta. Torna Fromm in campo nel secondo parziale. È ancora di Molfetta l’abbrivio migliore con il punto di Torres (3-1). + 3 con il maniout di Noda Blanco (6-3). Ancora lo spagnolo a fare il bello e cattivo tempo (10-5). I Block Devils non ci sono e Molfetta vola via (12-6). Di nuovo dentro Sunder. Torres incrementa il divario (16-9) e Grbic deve ancora fermare il gioco con un timeout. Sul 19-13 dentro anche Paolucci e Maruotti. Ma i Block Devils hanno la testa altrove e l’Exprivia ha gioco facile (22-14). È un errore in palleggio di Fanuli a dare il doppio vantaggio ai pugliesi. La strigliata di Grbic sembra destare i bianconeri che, in campo con il sestetto di inizio match, entrano con altro piglio. L’attacco vincente di Atanasijevic edil muro di Fromm portano il punteggio sull’1-5. Ancora Atanasijevic a bersaglio (4-8). Fromm chiude il punto che porta al timeout tecnico (7-12). Allunga Perugia con la tesa al centro di Beretta (10-17). Magia di De Cecco per Atanasijevic (13-20). L’attacco dell’opposto serbo e l’ace di Fromm portano la Sir al set point (16-24). Chiude il solito Atanasijevic. Equilibrio pieno nel quarto parziale con Atanasijevic e Torres a randellare fortissimo (8-8). Permane la parità dopo il colpo di Fromm (10-10). Break di Molfetta con il muro di Bossi (12-10). Impatta subito Atanasijevic (12-12). Il nastro è amico di Hierrezuelo al servizio e nuovo tentativo di allungo pugliese (16-14). Lo stesso nastro ferma il primo tempo di Cadellaro per la nuova parità (16-16). Sorpasso bianconero con il muro di Barone (16-17), controsorpasso Molfetta con Sket (18-17) e nuovo break Sir con Atanasijevic (19-20). Colpi di classe di Vujevic, prima nel maniout e poi a muro su Torres (22-24). Torres annulla il primo set point (23-24). Chiude un immarcabile Atanasijevic. Tie-break nel segno dell’equilibrio iniziale (4-4). Al cambio campo ci arriva prima la Sir grazie al muro a tre vincente su Torres (6-8). Distanze immutate dopo un altro attacco vincente di Atanasijevic (8-10). Si torna in parità con il muro di Sket (10-10). Time-out Grbic. Sorpasso Molfetta con un altro muro, stavolta di Hierrezuelo (11-10). Invasione di Hierrezuelo sulla pipe di Fromm. Torna avanti la Sir (12-13). Errore di Beretta (13-13). Si riscatta il centrale bianconero. È match point Perugia (13-14). Out il servizio del neo entrato Paolucci, si va ai vantaggi (14-14). Ci pensa Vujevic a risolvere una situazione complicata (14-15). Chiude ‘Superman’ Atanasijevic.
EXPRIVIA NELDIRITTO MOLFETTA – SIR SAFETY PERUGIA = 2-3
(25-21, 25-16, 18-25, 23-25, 14-16)
MOLFETTA: Torres 24, Sket 17, Noda Blanco 16, Hierrezuelo 9, Bossi 8, Candellaro 7, Romiti (L), Del Vecchio, Spirito, Blagojevic. N.E. – Michelucci Moralez, Porcelli, Despaigne Jurquin. All. Vincenzo Di Pinto.
PERUGIA: Atanasijevic 29, Fromm 13, Beretta 12, Barone 8, Vujevic 4, De Cecco 3, Giovi (L1), Sunder 5, Tzioumakas, Paolucci, Maruotti, Fanuli (L2). N.E. – Buti. All. Nikola Grbic.
Arbitri: Alessandro Tanasi (SR) e Gianluca Cappello (SR).
EXPRIVIA NELDIRITTO (b.s. 15, v. 8, ricezione positiva 49%, ricezione perfetta 35%, attacco 48%, muri 8, errori 14).
SIR SAFETY (b.s. 19, v. 5, ricezione positiva 60%, ricezione perfetta 43%, attacco 50%, muri 11, errori 5).
(fonte Sir Safety Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 5, 2015 21:35