Spoleto annienta Sabaudia e vola in B1

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 19, 2015 02:24
Monini Spoleto (vittoria)

i ragazzi della Monini Spoleto festeggiano la vittoria (foto Cristian Sordini)

La Monini Spoleto torna nella pallavolo che conta. Lo fa in modo indiscutibile e autorevole, a tratti spettacolare, tanta è la qualità messa in campo dai vari Vanini, Dordei, Vigilante, Cavaccini, giusto per citarne alcuni. Ma questa vittoria della serie B2 maschile è del gruppo. Di un gruppo costruito alla perfezione dal direttore sportivo Pierpaolo Re e dal direttore tecnico Riccardo Provvedi, pungolato a dovere dall’allenatore Paolo Restani e dalla presidente-tifosa Vincenza Mari, unito più che mai in campo e fuori. Un gruppo in cui tutti hanno dato un contributo fondamentale quando chiamati in causa, che ha interpretato il ruolo della squadra favorita sempre con la giusta umiltà. Davanti ad un Pala-Rota quasi esaurito, i biancoverdi hanno centrato il ventunesimo successo in altrettante gare di campionato, che significa promozione matematica. La partita ha avuto poco da raccontare, con la Risparmio Casa Sabaudia che ha creato qualche grattacapo agli oleari solo nella prima parte del primo set. Per il resto è stato un monologo dei padroni di casa con un Dordei spaziale in attacco e in battuta, un Miscione in formato ‘saracinesca’ a muro e un Cavaccini tarantolato in difesa. Tutto sotto la sapiente regia (e i tocchi di seconda) di Andrea Vanini, uno che con le promozioni ha una certa dimestichezza. Coach Restani ha dato spazio a tutti i suoi uomini, partendo con Musco nel ruolo di opposto e cambiandolo in corsa con Vigilante. Nell’arco dei tre set sono entrati anche Costanzi, Trombettoni, Di Renzo e capitan Lattanzi, che proprio oggi ha riassaggiato il parquet dopo l’operazione al menisco. Significativo che a sancire la promozione sia stato proprio un suo muro. Pazzesca l’esplosione di gioia dei giocatori e dei tifosi quando quel pallone, dopo aver sbattuto sulle braccia protese del capitano, è ricaduto docilmente nella metà campo ospite. Spumante dappertutto, gavettoni, la presidente Vincenza Mari e il main sponsor Zefferino Monini portati in trionfo dai giocatori. L’urlo liberatorio di una squadra, ma forse di una città intera, che dopo la cocente delusione dello scorso anno, quando la promozione era sfuggita davvero per un soffio, si è ripresa strameritatamente un posto nella pallavolo che conta. Dove, a sentire le parole della presidente Vincenza Mari, gli olerai vogliono restare a lungo: «Abbiamo fatto qualcosa di importante per la città intera, siamo felici di essere tornati nella pallavolo che conta, speriamo di rimanerci più tempo possibile». Sulla stessa lunghezza d’onda il d.s. Pierpaolo Re che ha ringraziato tutti coloro che hanno reso possibile questo sogno, dai giocatori (anche quelli della seconda squadra, preziosissimi sia in allenamento che nelle partite quando l’infermeria era affollata) allo staff tecnico, senza ovviamente dimenticare i tifosi. Il tecnico Paolo Restani ha invece sottolineato: «Sapevamo di essere i favoriti, non è facile giocare questo ruolo, devo dire bravi ai miei ragazzi perché l’hanno fatto alla grandissima».
MONINI SPOLETO – RISPARMIO CASA SABAUDIA = 3-0
(25-20, 25-22, 25-20)
SPOLETO: Dordei 15, Garofalo 11, Musco 6, Battistelli 6, Vanini 6, Miscione 5, Cavaccini (L), Vigilante 6, Lattanzi 2, Trombettoni 1, Costanzi, Di Renzo. All. Paolo Restani.
SABAUDIA: Roberti 15, Cerasoli 7, Marino 5, Caputo 5, Schettino 3, Tari 1, Trabbona (L), Ferenciac 1, Corgnale, D’Addezio, Fiore, Latorre. All. Leondino Giombini.
Arbitri: Serena Cerigioni e Fabio Fattori.
(fonte Marconi Spoleto)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 19, 2015 02:24