Spoleto mescola le carte ma resta inarrivabile nel derby

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 26, 2015 13:30
Miscione Mirko (attacca)

Monini Spoleto attacca col centrale Mirko Miscione e Gherardi Cartoedit Città di Castello a muro con Filippo Agostini e Luca Raffanti (foto Cristian Sordini)

La Monini Spoleto coglie un’altra vittoria in serie B2 maschile, la sedicesima stagionale per tre a zero, e liquida la Gherardi Cartoedit Città di Castello con irrisoria facilità, fatto salvo l’avvio di match un po’ stentato, ed ora è a meno due vittorie dal record. Contro i tifernati, ormai retrocessi, gli oleari si presentano in campo con Vanini e Vigilante sulla diagonale palleggiatore-opposto, Lattanzi e Garofalo in banda e Miscione e Battistelli al centro. Il libero è Leonardo Di Renzo. I padroni di casa partono meglio nel primo set mantenendo un paio di punti di vantaggio sia al primo che al secondo tempo tecnico. Sul 18-14 propiziato da un ace dello schiacciatore Benedetti coach Restani prima chiama un time-out per parlare coi suoi e poi manda in campo Cavaccini in seconda linea al posto di Capitan Lattanzi. Miscione risponde a Benedetti con l’ace del 19-17, poi un errore dei padroni di casa e un attacco dalla seconda linea di Vigilante, servito da Costanzi che aveva appena rilevato Vanini, valgono il pareggio (21-21). L’opposto oleario centra l’ace del sorpasso, Costanzi mette palla a terra di seconda intenzione e Garofalo firma i due punti decisivi. Uno a zero che dimostra per l’ennesima volta nella stagione una straordinaria capacità di ‘girare’ la partita a proprio favore quando i biancoverdi sono sotto pressione. Nel secondo parziale si parte con un primo tempo di Miscione e un ace di Vigilante (2-3). Gli ospiti appaiono più in fiducia e tengono gli avversari sempre a debita distanza. Garofalo mette a terra e Vigilante fa ace (12-16). Anche i tifernati ci mettono del loro sbagliando parecchio, gli oleari ringraziano a passano all’incasso. Un muro di Costanzi, rimasto in campo in ‘cabina di regia’, vale il 14-20. A chiudere ci pensa Garofalo con un bellissimo attacco in pipe. Il terzo set sembra una formalità per i primi della classe, che scappano subito grazie a Garofalo e Miscione (0-4). Al festival degli ace si iscrive anche Battistelli (5-9), poi però i locali hanno una reazione d’orgoglio e si riavvicinano fino all’11-13. La partita prende definitivamente la strada di Spoleto dopo la seconda sospensione tecnica. Arrivano infatti quattro punti consecutivi per la Monini che in un attimo è avanti 13-20. Il match si chiude con l’errore al servizio di Benedetti con un impietoso punteggio, la prima della classe è sempre più vicina al record.
GHERARDI CARTOEDIT CITTÀ DI CASTELLO – MONINI SPOLETO = 0-3
(22-25, 17-25, 15-25)
CITTÀ DI CASTELLO: Benedetti 13, Agostini 10, Santilli 5, Cappelletti 5, Bartoli 4, Troiani 4, Barrese (L), Raffanti 4, Santi, Mariucci. All. Francesco Moretti.
SPOLETO: Vigilante 14, Garofalo 11, Lattanzi 8, Miscione 6, Battistelli 4, Vanini 1, Di Renzo (L), Costanzi 6, Cavaccini, Dordei, Trombettoni, Musco. All. Paolo Restani.
Arbitri: Marco Perotti e Luca Monini.
(fonte Marconi Spoleto)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 26, 2015 13:30