Una immensa Sir Perugia porta alla bella Trento

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 28, 2015 23:11
Atanasijevic Aleksandar (chiude)

Sir Safety Perugia in attacco con l’opposto Alexandar Atanasijevic che supera il muro di Matey Kaziyski (foto Michele Benda)

La semifinale è ancora aperta, la Sir Safety Perugia vince in un Pala-Evangelisti gremito da quasi quattromila persone e la sentenza slitta al primo maggio, giorno in cui si disputerà lo spareggio. Stavolta finisce al tappeto la Energy T.I. Diatec Trentino che in gara-due non è stata cinica e concreta come nelle precedenti occasioni, ma soprattutto non è stata graziata dai block-devils che pare abbiano imparato dai propri errori. Nella seconda sfida la differenza non l’ha fatta la battuta, né il muro, ambedue prerogativa dei trentini, ma l’ha fatta il cuore. Partita che ha entusiasmato per l’estremo equilibrio visto in campo, col momento decisivo che si è verificato nel secondo set con i block-devils che hanno operato una rimonta mai compiuta contro questa bestia nera. Un match che i padroni di casa cominciano con Barone titolare al posto di Beretta, poco convincente nelle ultime uscite. In avvio c’è la sensazione di grande nervosismo con due attacchi fuori di Kaziyski (che poi metterà a terra sei palloni in apertura) ed un muro perugino che tocca tutti i palloni impedendo ai rivali di mettere palla a terra (10-5). Basta allentare la morsa che in un batter di ciglia Trento torna a meno due ma poi Fromm sale in cattedra e De Cecco mette in azione anche Barone che provoca uno strappo (17-10). Gli ospiti non muoiono mai e con l’ennesimo guizzo d’orgoglio riducono, ma il margine permane e Fromm (anche per lui sei punti nella frazione) manda in archivio l’uno a zero. Alla ripresa è Kaziyski a tenere in piedi da solo la baracca degli ‘energetici’ con battute avvelenate che mandano in affanno la ricezione di Giovi ed attacchi micidiali dalla seconda linea (7-9). La Sir ha meno fluidità rispetto al periodo precedente e si regge sulle magie di De Cecco ma non riesce a porre rimedio agli attacchi in pipe che creano scompiglio (13-17). Atansijevic sale in battuta e fa rientrare in scia i suoi e così sul 18-19 il tecnico Stoytchev getta nella mischia Tzourits ma l’inerzia è cambiata e capitan Vujevic firma l’aggancio per tre volte consecutive (23-23). Paura sulla chiamata out dell’arbitro che sancirebbe la parità ma una provvidenziale richiesta di video-check dà ragione ad Atanasijevic il cui attacco è buono. Buti conquista il set-point e Atanasijevic spezza le mani del muro per il due a zero che infiamma gli spalti. Nel terzo frangente Tzourits picchia come un forsennato e scava un solco che poi sul turno di servizio di Kaziyski diventa una voragine (4-12). Il tecnico Grbic, consapevole dell’impossibilità di raddrizzare le sorti, fa opportunamente riposare Vujevic e Fromm, per averli più freschi nel quarto periodo. Calcolo azzeccato. Il quarto parziale, dopo un iniziale equilibrio, (6-6), prende infatti la via umbra. Giannelli rileva Zygadlo ma si scivola rapidamente sul +3, dopodiché Vujevic s’improvvisa tuttofare ed Atanasijevic diventa un ariete che sfonda qualsiasi tipo di muro (12-8). Il gap non è impossibile da rimontare ed un accelerazione dei settentrionali porta a due le lunghezze di differenza. Qui è la difesa e la grande carica del pubblico che mette le ali ai perugini che tornano ad infierire con Fromm (19-14). Le prodezze di Vujevic e le sassate di Atanasijevic (miglior giocatore in campo) pongono fine al match. Risultato giusto, dunque, perché obiettività vuole che si tenga conto delle occasioni sciupate negli scontri diretti passati. Se sia la vittoria che sblocca Perugia contro una delle sue bestie nere non si sa, ma di certo quando non ci sono le telecamere della Rai la Sir è vincente. Ed ora tutti a Trento per un primo maggio che si spera possa diventare una doppia festa.
SIR SAFETY PERUGIA – ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO = 3-1
(25-22, 28-26, 12-25, 25-18)
PERUGIA: Atanasijevic 27, Fromm 14, Buti 7, Barone 6, Vujevic 5, De Cecco 3, Giovi (L1), Sunder 1, Maruotti 1, Paolucci 1, Tzioumakas 1, Beretta. N.E. – Fanuli (L2). All. Nikola Grbic e Carmine Fontana.
TRENTO: Kaziyski 20, Lanza 10, Solé 8, Nemec 5, Birarelli 4, Zygadlo 2, Colaci (L1), Tzourits 13, Giannelli 1, Fedrizzi, Burgsthaler. N.E. – Nelli, Thei (L2). All. Radostin Stoytchev e Matteo De Cecco.
Note – Spettatori 3’815.
Durata dei set: 29’, 34’, 22’, 30’.
Arbitri – Fabrizio Pasquali (AP) e Luca Sobrero (SV).
SIR SAFETY (b.s. 17, v. 4, muri 5, errori 10).
ENERGY T.I. DIATEC (b.s. 13, v. 9, muri 9, errori 13).



Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 28, 2015 23:11