Daniel Castellani: «Perugia sta creando una identità»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 7, 2015 15:30
Castellani Daniel (pensieroso)

Daniel Castellani (foto Michele Benda)

Mezza giornata di riposo per la Sir Safety Conad Perugia. All’indomani del test amichevole di ieri sera con Sora, ai block-devils è stata concessa la mattinata libera, utile per recuperare energie e per rifiatare dopo un periodo di lavoro molto intenso come dispendio di energie. Giovi e compagni torneranno al Pala-Evangelisti oggi pomeriggio per una seduta tecnica e per proseguire il lavoro di avvicinamento al campionato impostato dallo staff tecnico bianconero. Il breve stop alla preparazione è utile per fare un piccolo punto con il tecnico Daniel Castellani partendo dai riscontri, ancora una volta positivi, avuti ieri: «Quella di ieri è stata l’amichevole più difficile di quelle fin qui disputate. Sora ha giocato molto bene, noi in più eravamo ad inizio settimana e quindi con carichi di lavoro pesanti. I ragazzi erano un po’ imballati ed appesantiti, però era giusto non cambiare il programma di lavoro. Nonostante questo, credo sia stato un buon test, anche utile per gestire situazioni dove non si è brillanti e dove bisogna saper giocare anche quando le gambe non girano. Un altro aspetto interessante di ieri è che, pur non giocando benissimo, nei momenti importanti abbiamo saputo fare cose di qualità necessarie per vincere. Alle volte giocare bene due-tre palloni ti fa vincere le partite e noi dobbiamo imparare anche ad essere furbi in certe occasioni. Su questa cosa la squadra contro Sora è stata molto brava». Cinque amichevoli fin qui disputate dai perugini e cinque buone prestazioni, condite (aspetto ovviamente meno rilevante trattandosi della pre season) da cinque affermazioni. «Stiamo creando la nostra identità, come stare in campo, come lottare tutti insieme, come tendere al nostro sistema di gioco. E vedo che la squadra lo sta cominciando a capire. Poi individualmente sono molto contento dei ragazzi, tutti hanno migliorato parecchio con il lavoro fatto in palestra. Penso a Dimitrov che sta capendo bene come gestire le diverse fasi della partita. A Tzioumakas che sta correggendo la rincorsa e stabilizzando la battuta e che ho visto molto bene su palla alta. Elia e Franceschini stanno facendo un grande lavoro sul primo tempo e si vede. E con Franceschini stiamo cercando anche di cambiare i passi di spostamento a muro. Holt sta migliorando in ricezione, specialmente sulle palle facili, per poi passare al secondo step, cioè i servizi più tesi ed impegnativi. In attacco invece, dove ha enormi potenzialità, su palla alta va già abbastanza bene, mentre il lavoro che stiamo facendo è quello di velocizzare un po’ la palla. Il reparto dei liberi infine è ottimo, Giovi e Fanuli sono due ragazzi in gamba e tecnicamente già ben impostati. E poi in generale vedo che tutti i ragazzi ascoltano e cercano di mettere in pratica in allenamento. Fanno progressi quotidiani, ogni giorno mettono qualcosa in più. Questo va sempre bene e quindi sono molto contento». Ci si avvicina al rush finale della preparazione. In attesa dell’arrivo dei nazionali, Castellani continua a spremere il gruppo di lavoro in vista del prossimo appuntamento in carnet, la ‘Sieco Service Cup’ sabato e domenica ad Ortona. «Il grosso del lavoro ormai verte sul campo. Per cui continuare sullo sviluppo tecnico individuale e giocare tanto, anche perché fisicamente i ragazzi stanno meglio, sono più veloci e quindi le cose riescono meglio. Questo week-end, a differenza degli altri test fin qui disputati, avremo il primo torneo ufficiale, delle gare vere ad Ortona dove ci sarà anche Molfetta, una nostra avversaria in Superlega che è al completo. Sarà perciò un fine settimana nel quale abbiamo bisogno di fare bene».
(fonte Sir Safety Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 7, 2015 15:30