Perugia stecca nell’ouverture contro Verona

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 25, 2015 20:11
Buti Simone (attacco)

Sir Safety Conad Perugia in attacco con il centrale Simone Buti (foto Michele Benda)

Comincia la stagione di superlega maschile ma la Sir Safety Conad Perugia non è pronta. Il duello contro la Calzedonia Verona suona come un campanello d’allarme per i block-devils che iniziano con Vujevic in panchina, ma in giacca e cravatta, e la sua assenza si sente eccome. Prima del fischio d’inizio spazio alle premiazioni per Atanasijevic, miglior realizzatore e maggior numero di attacchi vincenti della passata stagione. Saranno però gli unici sorrisi del pomeriggio. Si comincia con qualche sbavatura di troppo nel gioco dei bianconeri che mandano in campo Elia e tengono fuori Birarelli (3-6). La reazione dei padroni di casa è però immediata e, complice qualche errore altrui, si torna in parità sul 9-9. Dura poco però perché le incursioni di Sander e Kovacevic fanno riacquistare un discreto margine agli scaligeri (13-18). I veronesi continuano a martellare Russell dalla battuta ed il suo 20% in ricezione indica che la tattica è giusta impedendo nel finale di rimediare. Dopo l’inversione dei campi è battaglia aperta con Atanasijevic che infiamma la platea ma sono sempre i problemi sul primo tocco di squadra a complicare i piani dei perugini (12-14). Castellani decide di giocare la carta Fromm ed il tedesco esordisce con un bell’attacco ma la situazione non migliora e sul 15-18 entra anche Birarelli che con una serie di buoni servizi riporta in linea di galleggiamento la squadra (18-18). È l’ultimo sussulto di una squadra che mostra il fianco e Starovic la punisce. Nel terzo frangente le cose paiono andare meglio ma sono ancora i veronesi a menare le danze. Sul 10-11 paura per de Cecco che cade a terra dolorante ma si tratta solo di un crampo e riprende prontamente il suo posto, grazie al tempestivo intervento del fisioterapista Proietti. Dimitrov comunque lo rileva e con grande pazienza Perugia riesce a trovare il modo di mettere il naso avanti (17-16). Si gioca spalla a spalla fino in fondo ma i ‘calzettari’ hanno più sicurezze e trovano il break che chiude i conti. Una vera batosta per gli uomini del presidente Gino Sirci che ora devono mettersi a lavorare a testa bassa.
SIR SAFETY CONAD PERUGIA – CALZEDONIA VERONA = 0-3
(17-25, 21-25, 23-25)
PERUGIA: Atanasijevic 15, Russell 9, Kaliberda 8, Buti 5, Elia 2, De Cecco 1, Giovi (L), Fromm 2, Dimitrov, Birarelli, Tzioumakas. N.E. – Holt, Fanuli. All. Daniel Castellani e Carmine Fontana.
VERONA: Sander 12, Starovic 11, Kovacevic 10, Zingel 5, Anzani 5, Baranowicz 4, Pesaresi (L1), Lecat, Spirito. N.E. – Gitto, Bellei, Bucko Frigo (L2). All. Andrea Giani e Matteo De Cecco.
Note – Spettatori 3’048.
Durata dei set: 24’, 27’, 31’.
Arbitri – Vittorio Sampaolo (MC) e Daniele Rapisarda (UD)
SIR SAFETY (b.s. 14, v. 3, muri 3, errori 14).
CALZEDONIA (b.s. 12, v. 4, muri 6, errori 7).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 25, 2015 20:11