San Giustino si arrende a Firenze

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 18, 2015 14:51
Francia Mirka (attacca)

Top Quality San Giustino in attacco con l’opposta Mirka Francia

Sconfitta non senza rimpianti, per la Top Quality San Giustino nella partita di esordio del campionato di serie B1 femminile disputata nel ristrutturato impianto del San Michele Firenze, che ha messo a frutto la maggiore esperienza di squadra e il collaudato affiatamento fra le sue giocatrici. Due fattori determinanti per aver ragione di una formazione sangiustinese che sta ancora costruendo il giusto amalgama e che ha pagato a caro prezzo disattenzioni e sbavature in alcuni frangenti importanti della gara. Le quindici battute sbagliate e soprattutto il 53% di ricezione rispetto al 74% delle locali hanno esercitato il loro peso nell’evoluzione del risultato. Dopo aver perso i primi due set, Izzo e compagne sono riuscite a riaprire la contesa e intorno alla metà del quarto avevano creato le premesse per rinviare un verdetto che il ritorno delle fiorentine ha però impedito. Le toscane si presentano con Stolfi in regia, Colzi opposta, Brandini e Sacconi al centro, Fidanzi e Cheli schiacciatrici e Venturi libero. Rispondono le umbre con la diagonale Izzo – Francia, la coppia centrale La Rocca – Spicocchi, il tandem Tosi – Falotico alla banda e la Giorgi libero. Nonostante una buona ricezione iniziale (nel prosieguo non sarà così), è l’attacco ospite che non punge a dovere, al contrario di quello rivale, che riesce sempre a trovare le giuste soluzioni, tanto a in zona-quattro quanto al centro e anche in pipe. Le locali sbagliano poco o nulla ed allungano fino all’11-4, gestendo il vantaggio di sette punti anche al time-out tecnico. A questo punto, però, le biancoazzurre cambiano marcia e sul turno in battuta di Izzo, con la difesa che nel frattempo si aggiusta e Tosi che piazza i primi colpi vincenti, la squadra è protagonista dell’unica parentesi positiva del set, riavvicinandosi fino al 21-18. L’errore al servizio di Izzo, i due ace di Cheli e la battuta sbagliata di Bartolini, entrata al posto della Tosi, chiudono la prima frazione. La partenza del secondo set è decisamente migliore per le altotiberine che sfruttano il turno al servizio di Spicocchi poi, qualche incertezza riporta davanti le locali (5-4), ma un muro vincente di Jessica La Rocca, un ace di Chiara Falotico e una Mirka Francia che comincia a scaldare la mano rovesciano (5-7), tuttavia la ricezione resta il punto debole. Firenze riprende così il controllo della situazione e ricomincia ad attaccare con le sue migliori atlete, aggiungendo una buona ricezione e a tratti anche un muro efficace. Pressoché implacabili i primi tempi per Sacconi e Brandini, mentre sulla banda ci pensano Cheli e Fidanzi. Sul versante ospite, tanti gli errori che favoriscono la fuga delle avversarie, in particolare sugli attacchi (saranno in totale sette), fra palle che non superano la rete e muro giallorosso sempre attento. Il massimo vantaggio delle locali si concretizza sul 23-15 e su una battuta lunga della Tosi matura il due a zero. Anche in avvio di terza frazione si registra una iniziale fiammata di San Giustino, subito spenta dalle fiorentine, che aggiustano a dovere la difesa e non perdonano in attacco, arrivando fino al 13-11 in loro favore, però stavolta le umbre sbagliano di meno, mentre le padrone di casa accusano un leggero calo. La Rocca sceglie le soluzioni di precisione con pallonetti che producono punti pesanti e un muro di Izzo firma il 17-20. Al resto provvedono una diagonale di Tosi e un servizio slash di Spicocchi che accorcia le distanze, con Vescovi entrata nel frattempo e dimostratasi in battuta e in difesa. È sul turno in battuta di Francia che le sangiustinesi costruiscono un importante break in avvio di quarto frangente (6-8). La stessa fuoriclasse cubana e un attacco di Tosi scavano un ulteriore divario che porta sul massimo vantaggio di 8-13. La difesa funziona e l’attacco va a segno, come esattamente aveva fatto il San Michele nelle prime due frazioni. Una palla accompagnata fischiata ad Izzo su palla respinta dal muro, che ha alimentato più di un dubbio sull’interpretazione della nuova regola; un paio di azioni mal gestite e l’ottima difesa delle padrone di casa fanno sì che il patrimonio accumulato venga dilapidato in breve tempo (15-15). Una diagonale di Cheli ed un ace di Brandini su incertezza di Tosi in ricezione, più un successivo attacco di Falotico finito sulla rete riportano avanti le giallorosse (20-17). Firenze amministra il vantaggio pur sbagliando tre battute di fila, grazie al cambio palla e agli attacchi vincenti firmati Fidanzi, Brandini e dall’ennesima pipe di Cheli che chiude il match. Il tecnico Alessandro Della Balda commenta la sconfitta puntando l’indice su ciò che non ha funzionato: «Ragazze ancora inesperte in determinati frangenti, con troppi punti regalati malamente alle avversarie; poi, una decisione dell’arbitro non condivisa dice poco, anche se in quel momento del quarto set avremmo potuto prendere il largo. Il problema è che dopo questo punto concesso alle avversarie ci siamo un tantino scomposti. Dobbiamo lavorare sulla ricezione e aggiustare la difesa, perché le loro pipe ci hanno messo kappao e quindi su questo aspetto occorre migliorare tanto. Ciò premesso, resta l’amaro in bocca per quei 3-4 passaggi a vuoto quando eravamo sul 13-8 in nostro favore nel quarto set, aver guadagnato il tie-break sarebbe stato da considerare un primo significativo risultato, anche per come si erano messe le cose».
SAN MICHELE FIRENZE – TOP QUALITY SAN GIUSTINO = 3-1
(25-20, 25-19, 22-25, 25-23)
FIRENZE: Cheli 17, Fidanzi 16, Brandini 14, Sacconi 6, Colzi 5, Stolfi 2, Venturi (L), Baroncelli 2, Falsini 1, Lippi, Filindassi. All. Luca Alderani e Sergio Travaglini.
SAN GIUSTINO: Francia 20, Tosi 12, Falotico 10, La Rocca 9, Spicocchi 8, Izzo 2, Giorgi (L1), Bartolini 1, Vescovi. N.E. – Ditommaso, Marinangeli, Fabbri (L2). All. Alessandro Della Balda e Claudio Nardi.
Arbitri: Gabriele Pulcini e Marco Bertonelli.
SAN MICHELE (b.s. 11, v. 7, muri 6, errori 4).
TOP QUALITY (b.s. 15, v. 3, muri 10, errori 19).
(fonte San Giustino Volley)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 18, 2015 14:51