Perugia appannata ma Tzioumakas la salva a Forlì

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 11, 2015 23:06
Buti Simone (attacco)

Sir Safety Conad Perugia in attacco col centrale Simone Buti (foto Michele Benda)

Che la Cmc Romagna Forlì fosse un cliente ositico tra le proprie mura si poteva immaginare, ma che potesse spuntarla laddove non era mai riuscita nelle scorse stagioni non erano in molti a scommetterci, almeno non di parte avversaria. Nello scontro di Superlega maschile è ancora la Sir Safety Conad Perugia a prevalere, la settima affermazione consecutiva nel confronto diretto porta la striscia di successi consecutivi a quota tre (quattro con la competizione europea di Cev Cup). Ma non è stato tutto semplice perché stavolta gli uomini del presidente Gino Sirci, in campo in maglia biancorossa, non hanno sfoderato la partita impeccabile di tre giorni prima. È infatti mancata continuità alla manovra ospite che forse ha accusato un po’ di stanchezza contro una rivale ben messa in campo. A livello individuale, da rimarcare la preziosa opera del martello Georgios Tzioumakas che ha contribuito fattivamente a trascinare i compagni alla vittoria, suo anche il punto che è valso il successo. Avvio da incubo per i block-devils che presentano inaspettatamente dei problemi, la ricezione perugina trema sulle bordate di Torres ed impedisce di impostare il ritmo affondando in maniera pesante (10-2). Castellani richiama all’ordine ed manda in campo Tzioumaks per Atanasijevic trovando proprio dall’opposto greco la reazione sperata che porta all’aggancio sul 13-13. L’inerzia cambia radicalmente ed i perugini vanno in progressione siglando con il neo entrato il vantaggio. Nel secondo set, dominato largamente dagli ospiti nella fase iniziale grazie al ritorno in campo di Atanasijevic (3-7), gli umbri salgono in cattedra con uno straordinario Fromm che imperversa di banda (6-12). Sembra tutto facile ed invece un nuovo turno al servizio, stavolta di Cavanna, trova impreparati gli ospiti che in attacco non riescono più a passare e le distanze si riducono (10-12). Il tempo di coach Castellani è propizio per tirare il fiato e ripartire di slancio con la battuta che rende le ‘cortesie’ ed un Kaliberda assoluto protagonista del finale per un due a zero agevole. Il doppio vantaggio fa perdere concentrazione a Perugia e nel corso del terzo frangente Forlì torna a mettere pressione con Torres (12-9). Gli umbri sono pazienti e si affidano al muro per rimontare prima Kaliberda e poi due volte Birarelli ci mettono una pezza e rimettono in asse (22-22). L’impresa non si completa stavolta e Koumentakis piazza la zampata che riduce le distanze. Nel quarto periodo i locali forzano senza timori andando avanti subito di quattro lunghezze, ancora Tzioumakas rileva uno spento Atanasijevic e l’innesto è nuovamente positivo per un immediato rovesciamento di fronte (5-7). Il vantaggio degli uomini in maglia biancorossa cresce con Fromm che è una spina nel fianco (7-11). Si arriva ad avere sei lunghezze da gestire quando Torres propizia un break da tre punti e poi altri due sono recuperati dal muro (20-21). Le emozioni continuano a tenere il pubblico incollato e sul finale è il guizzo di Tzioumakas che spegne la Cmc.
CMC ROMAGNA FORLÌ – SIR SAFETY CONAD PERUGIA = 1-3
(20-25, 18-25, 25-23, 21-25)
FORLÌ: Torres 16, Koumentakis 12, Mengozzi 10, Polo 8, Van Garderen 8, Cavanna 1, Bari (L1), Della Lunga 1, Boswinkel 6, Perini De Aviz, Goi (L2). N.E. – Ricci, Zappoli. All. Waldo Kantor e Giuseppe Patriarca.
PERUGIA: Fromm 25, Kaliberda 18, Atanasijevic 10, Buti 5, De Cecco 3, Birarelli 2, Giovi (L), Tzioumakas 14, Russell, Fanuli. N.E. – Dimitrov, Holt, Elia. All. Daniel Castellani e Carmine Fontana.
NOTE – Spettatori 1200.
Durata dei set: 29 ’, 27’, 33’, 32’.
Arbitri – Fabrizio Pasquali (AP) e Roberto Boris (PV).
CMC (b.s. 9, v. 6, muri 7, errori 12).
SIR (b.s. 16, v. 8, muri 11, errori 6).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 11, 2015 23:06