San Giustino vince anche a Cesena ed è seconda

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 23, 2015 08:56
Tosi Sofia (attacco)

Top Quality San Giustino in attacco con la schiacciatrice Sofia Tosi

Un rodaggio alquanto difficile, durato un set intero e una bella fetta di quello successivo. Poi, una volta ripresa in mano la situazione con il raggiungimento del pareggio, la Top Quality San Giustino ha riproposto la sua vera veste sul rettangolo della Volley Club Cesena ha firmato un 3-1 che allunga a cinque la striscia di vittorie piene e che permette alle biancoazzurre di balzare sul secondo gradino della classifica di serie B1 femminile. Una Mirka Francia ancora all’altezza della situazione e i cambi azzeccati al momento giusto dal tecnico Alessandro Della Balda hanno permesso di invertire una rotta che rischiava di farsi pericolosa, anche se le romagnole non hanno mollato un attimo, facendo sì che nei frangenti finali dominasse sempre la suspense. In avvio Cesena schiera la palleggiatrice Baravelli, l’opposta Altini, la coppia centrale Piolanti-Gardini, a lato la Brina e la Calisesi e libero Nicoletta Fabbri. San Giustino risponde con il 6+1 di sempre, diagonale Izzo-Francia, al centro La Rocca e Spicocchi, alla banda Tosi e Falotico e libero Giorgi. Le ospiti partono bene sul turno in battuta della Izzo (0-4), ma poi incappa in un autentico black-out, subendo un parziale di dodici ad uno con la Brina a suonare inizialmente la riscossa per il Cesena e il muro a dire due volte no a Mirka Francia. Anche Altini fornisce il suo contributo a muro e in attacco; il vantaggio delle padrone di casa aumenta in progressione geometrica e i due errori in attacco della Tosi dopo una schiacciata vincente stanno a significare che San Giustino ancora non c’è. Gli ace della Di Fazio e della Brina fanno assumere al punteggio proporzioni ancora più vistose e a chiudere è un attacco di Piolanti. Il secondo set vede le altotiberine conquistare i primi tre punti su altrettanti errori in battuta, e saranno diversi, delle locali, che però sono più reattive e attente, soprattutto in difesa. All’ace di Falotico che porta le squadre sul 6-6 fa seguito un altro break di quattro punti delle romagnole ed allora il tecnico Della Balda toglie Jessica La Rocca per inserire Gemma Vescovi. Nel frattempo, Sofia Tosi e Mirka Francia scaldano la spalla ed un attacco out della Brina dalla seconda linea riporta la situazione in parità (11-11). A questo punto, sono gli errori ingenui a ridare fiato al Cesena, nonostante Mirka Francia faccia rimanere la squadra attaccata alle avversarie, che hanno sempre la Brina pronta a colpire e la Piolanti ottima al centro. Una pipe fuori della Francia favorisce Cesena (18-16) e Della Balda chiede il time-out; al muro vincente della Altini sulla Tosi risponde il palleggio lungo della Izzo, ma la Gardini e l’astuta Baravelli portano Cesena sul 22-19 e Della Balda opta per Giulia Bartolini al posto di Chiara Falotico. Proprio della Bartolini sono i due punti che permettono a San Giustino di andare sul 23-23, poi anche la difesa si aggiusta; un mani-fuori della Francia e un muro vincente della Vescovi sulla Brina confezionano la parità. Terza frazione con Giulia Bartolini confermata il turno e Jessica la Rocca di nuovo in campo. Il turno in battuta della Izzo produce il 3-1 per Sofia Tosi (due attacchi e un ace), anche se Cesena risponde subito e va sul 5-5 al servizio con Piolanti. Le umbre hanno tuttavia iniziato a giocare alla loro maniera, toccando diversi palloni a muro e anche la Bartolini garantisce il giusto apporto dalla banda colpendo sia di potenza che di precisione. Un lunghissimo e spettacolare scambio concluso in schiacciata da Izzo determina il più tre, cui segue l’ace della Francia per il 6-10 che costringe il tecnico Simoncelli a chiedere il time-out. Sul massimo scarto 7-13, coach Simoncelli richiama la Brina, ma Francia e Tosi sono le autrici dei punti che tengono avanti San Giustino, fino a quando un primo tempo di Piolanti e un muro di Gardini sulla Francia non ridanno breve fiducia alle bianconere, Bartolini, Tosi e Francia scavano il fosso fino al 14-21 e la pipe vincente di Francia che fa 16-22 sembra aver chiuso i giochi. Cesena, con Budini entrata in regia, recupera terreno sul turno in battuta di Gardini, con anche un ace, Vescovi in luogo di La Rocca, e un muro vincente di Piolanti su Francia, che conclude per giunta un attacco fuori dalla seconda linea. Sul raggiunto 22-22, Brina riesce nell’intento di chiudere la palla del 23-23. Una pipe di Francia e un mani-fuori da posto-due di Tosi permettono alle ospiti di riprendersi un set già vinto ma rimesso seriamente in discussione e di passare in vantaggio due ad uno. Sulle ali della frazione vinta, Izzo e compagne partono spedite con uno 0-5 sulla battuta di La Rocca che ha per protagonista principale Martina Spicocchi e la sua precisione nel trovare il campo sulle fast. Il primo punto cesenate arriva sullo 0-6. Una veloce della Piolanti vuole dare la scossa a Cesena, che arriva fino al 5-9, poi deve fare i conti con Mirka Francia e con Jessica La Rocca che piazza un muro dei suoi. Un ace di Francia consegna il massimo vantaggio (5-13), il tentativo di Cesena è subito rintuzzato dall’ace di Bartolini e dall’attacco vincente di una La Rocca più tonica e autrice anche del diagonale in fast che manda le due squadre al secondo time-out tecnico sul 10-16. Rientra la Vescovi che si distingue con le sue insidiose battute e il divario sale di nuovo ad otto punti; le locali dimezzano il gap ma una diagonale di Tosi e una parallela di Francia danno il via definitivo alla vittoria (14-23). Un attacco fuori bersaglio di Brina ed il muro di Spicocchi su Piolanti chiudono i giochi. A fine gara, il tecnico Alessandro Della Balda può gioire per una vittoria da tre punti dopo che si era messa davvero male: «Abbiamo fatto tanta fatica perché siamo arrivati in campo non pronti per la battaglia e in più abbiamo fatto tanti regali. Poi però la squadra si svegliata in tempo e, grazie anche a cambi, ha ribaltato le sorti in suo favore. «Questo è vero, ma fino a quando non subentrerà un minimo di esperienza in più nel gestire determinate situazioni saremo destinati ancora a soffrire».

VOLLEY CLUB CESENA – TOP QUALITY SAN GIUSTINO = 1-3
(25-11, 23-25, 23-25, 19-25)
CESENA: Piolanti 17, Brina 12, Gardini 8, Calisesi 8, Altini 8, Baravelli 2, Fabbri (L), Di Fazio 5, Budini, Marchi. N.E. – Grassi, Caniato, Tommasini. All. Andrea Simoncelli e Massimo Malavasi.
SAN GIUSTINO
: Francia 24, Tosi 13, Spicocchi 7, La Rocca 5, Izzo 3, Falotico 2, Giorgi (L), Bartolini 6, Vescovi 2, Ditommaso. N.E. – Marinangeli, Fabbri. All. Alessandro Della Balda e Claudio Nardi.
Arbitri: Emilio Serena e Francesca Mori.
VOLLEY CLUB (b.s. 11, v. 8, muri 13, ricezione 48% (perfetta 29%), attacco 28%, errori 13).
TOP QUALITY (b.s 8, v. 8, muri 8, ricezione 42% (perfetta 25%), attacco 29%, errori 25).
(fonte San Giustino Volley)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 23, 2015 08:56