Fabio Cricco: «Perugia è motivata»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Dicembre 24, 2015 07:00
Cricco Fabio

Fabio Cricco (foto Michele Benda)

Nella serie B2 maschile brilla la Ledlink Perugia che nell’ultimo turno ha superato dopo una aspra battaglia la rivelazione Montorio. I ragazzi del tecnico De Paolis, assente per motivi di salute nell’ultima gara, stanno registrando notevoli progressi, specie con i giocatori esordienti che si stanno rivelando all’altezza della situazione. Il quinto posto della classifica è testimone di un rendimento costante dei grifoni e il regista Fabio Cricco esprime la sua personale fiducia: «Quest’anno è anomalo visto la prossima riforma dei campionati che accorperà la B1 e la B2 in una serie B unica, non ci saranno promozioni ma solamente una permanenza in serie B per le prime nove squadre e la retrocessione nelle categorie regionali per le restanti tre. Detto questo, la nostra squadra punta a fare bene e piazzarsi nelle prime posizioni per migliorare quella con cui aveva chiuso lo scorso anno. Stiamo lavorando molto bene, ci sono le giuste motivazioni e un grande gruppo che esce fuori nei momenti difficili, ci si aiuta a vicenda e io, essendo uno dei più giovani, cerco di fare tesoro di ogni consiglio che mi danno i compagni con più esperienza alle spalle. Avremmo potuto raccogliere qualche punto in più fino ad ora, soprattutto nella partita contro Paglieta e Città di Castello entrambe perse al tie-break, ma siamo comunque contenti di quello che stiamo facendo. A gennaio dopo la pausa ci aspetteranno due partite difficili che saranno il crocevia di questa stagione, ci faranno capire a che punto siamo con il lavoro svolto in palestra visto che affronteremo Osimo (che attualmente sta un punto in classifica sopra di noi) ed Isernia squadra da non sottovalutare». Essendo un debuttante il ventenne giocatore di origine bastiola è uno degli osservati speciali da parte degli addetti ai lavori che giudicano il suo rendimento di buon livello e, soprattutto, adeguato al progetto biancorosso. «Il bello di questo campionato è il fatto che ogni partita ha una storia a sé, non conta se giochi contro la prima o contro l’ultima della classe, ogni partita è diversa dalle altre e se non giochi al massimo delle tue possibilità con tutte rischi di perdere punti o perdere la partita. Dal punto di vista personale sono abbastanza soddisfatto della stagione che sto disputando ma devo crescere ancora molto su fondamentali come il muro e la difesa. È il mio primo anno da titolare in un campionato nazionale e posso dire che si sente molto il divario tecnico; proprio per questo, come detto in precedenza, ogni partita devi scendere in campo concentrato e con la voglia di dare tutto».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Dicembre 24, 2015 07:00