San Giustino soffre ma stende Pagliare

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 10, 2016 21:18
LaRocca-Izzo (muro)

Top Quality San Giustino a muro con Jessica La Rocca e Clara Izzo (foto Marco Bigozzi)

È finita secondo pronostico in favore della Top Quality San Giustino, orfana nella circostanza di Mirka Francia e Martina Spicocchi, che non sono riuscite a smaltire gli acciacchi fisici – ma la cenerentola Abros Pagliare è andata vicinissima ad aggiudicarsi il primo set di questo campionato finora tribolato, all’insegna degli zero in classifica, dopo una prima frazione che non ha avuto storia. Onore e merito, quindi, alla compagine ascolana, che con le varie Meccariello, Roncarolo e Pamic in attacco ha lottato ad armi pari nel secondo set e dominato per larghi tratti il terzo, fino al 23-21 che stava oramai per rompere il sortilegio. Un tre a zero assai più sudato di quanto si possa immaginare, quindi, poiché sul piano del gioco la Izzo e compagne non hanno di certo emulato la prestazione di Bologna, ma che alla fine significa pur sempre obiettivo centrato. Le marchigiane si presentano con la diagonale Carloni-Meccariello, la coppia centrale Stasierowski-Laragione, a lato la Pamic e la Roncarolo e libero la Ventura; le altotiberine schierano opposta Ditommaso, regista Izzo, centrali La Rocca e Vescovi, laterali Tosi e Falotico e libero Giorgi. Sono sufficienti alle padrone di casa una difesa attenta, più tre attacchi vincenti della Tosi e due della Falotico per prendere il largo sui turni in battuta di La Rocca e Tosi. Al primo time-out tecnico è 8-3 per le padrone di casa e il vantaggio andrà sempre più dilatandosi per effetto di qualche punto a muro e anche degli ace con Ditommaso e Falotico (che ne piazza ben tre), mentre il Pagliare risponde solo sporadicamente e l’allenatore D’Angelo sostituisce Meccariello con Di Carlo. Alla fine, su un pallone lungo è la Izzo che si trasforma in schiacciatrice e firma il vantaggio. Partenza decisa delle biancoazzurre nella seconda frazione, anche se il vento cambierà strada facendo, subito un ace, ancora di Falotico (4-0). Qualche sbavatura permette alle avversarie di recuperare fino al 5-4. San Giustino allunga ma poi ridà fiato al Pagliare con errori in battuta e in attacco; Della Balda è allora costretto a chiedere la sospensione sull’11-9. Le ospiti lavorano bene in difesa e con un diagonale di Roncarolo agguantano il pari sull’11-11, poi una veloce e una fast di La Rocca fanno rimettere il naso avanti alle umbre. Pamic cade sul piede destro Izzo, procurandole sul momento una leggera distorsione alla caviglia e allora spazio in regia a Gobbi, mentre Bartolini rileva Ditommaso. Le locali accusano un minimo di sbandamento del quale approfitta subito le pagliarane che, trascinate da un’ottima Pamic, vanno addirittura sul 17-18. Izzo e Ditommaso rientrano e si va avanti sul punto a punto, con due conclusioni vincenti di quest’ultima che sigla il due a zero. Terzo set con la novità di Bartolini in partenza al posto di Falotico, Pagliare non ci sta e va avanti (1-4), tenendo bene il confronto con gli attacchi di Meccariello e della solita Pamic, che consente alla sua squadra di andare al primo time-out tecnico in vantaggio per 8-6. San Giustino non c’è, un ace di Carloni, un attacco fuori di La Rocca e uno sul nastro di Bartolini producono lo strappo, il massimo vantaggio è 7-13. La rimonta delle locali si consuma sul turno in battuta di La Rocca, con due ace della centrale e una Tosi sempre a bersaglio fino al sigillo del punto che riporta avanti San Giustino sul 14-13. Pagliare non si è arreso; anzi, opera subito il sorpasso e va sul 18-20 con l’ace di Carloni, nemmeno il 21-21 fa demordere le ospiti, su una battuta sbagliata e un pallone piazzato di Laragione, le ragazze di D’Angelo sembrano poter vincere il loro primo set stagionale. Vescovi dice però che non è finita e l’ace di Izzo riapre lo scenario della vittoria, un tocco a rete di Laragione e una schiacciata out della Meccariello scacciano la paura e arrivano i tre punti più sofferti del previsto. Non parla molto il tecnico Alessandro Della Balda che ha l’aria di uno uscito a caldo da un mezzo incubo: «Abbiamo giocato male, non mi sento di aggiungere altro e di buono prendo soltanto i tre punti conquistati, che senza dubbio rimangono l’unico aspetto positivo di questa partita».
TOP QUALITY SAN GIUSTINO – ABROS PAGLIARE = 3-0
(25-10, 25-22, 25-23)
SAN GIUSTINO: Tosi 14, La Rocca 12, Falotico 8, Vescovi 7, Ditommaso 4, Izzo 3, Giorgi (L1), Bartolini 2, Gobbi. N.E. – Spicocchi, Marinangeli, Fabbri (L2). All. Alessandro Della Balda.
PAGLIARE: Meccariello 10, Roncarolo 9, Pamic 7, Laragione 5, Stasierowsky 3, Carloni 2, Ventura (L), Di Carlo. N.E. – Spinozzi, Angelini, Straccia. All. Domenico Chiovini.
Arbitri: Simone Fontini e Marina Bucci.
TOP QUALITY (b.s. 8, v. 9, muri 6, ricezione 54% (perfetta 27%), attacco 33%, errori 11).
ABROS (b.s. 9, v. 3, muri 6, ricezione 48% (perfetta 18%), attacco 27%, errori 17).
(fonte San Giustino Volley)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 10, 2016 21:18