Bastia Umbra beffata al quinto set

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 22, 2016 13:00
Servettini Martina

Martina Servettini

Un’affascinante domenica di sport in serie C femminile, dopo cinque set esce sconfitta la Goldenpoint Bastia che tra le mura amiche paga a caro prezzo le assenze e i mali di stagione contro le avversarie della Ecomet Marsciano e fa apparire il punto conquistato come una magra ed amara consolazione. Da evidenziare come il quarto e più delicato set, che rischiava per assegnare bottino pieno alla compagine ospite, sia stato raddrizzato grazie alla prova di carattere messa in campo dalle più giovani bastiole Giada Buzzavi (classe 2000) e Francesca De Nigris (2001), avvalorando l’importanza del bacino giovanile di questa società. Nei primi scampoli di gara è Martina Servettini, che poi chiuderà con uno score di quattordici punti, a farsi sentire, indirizzando subito il match sul 5-0. Marsciano non ci sta e affida i suoi attacchi al tandem Gierek-Ribelli che si rifanno sotto (11-9), ma sale in cattedra Beatrice Bianconi che impacchetta, e Servettini mette il fiocco. Gierek prova a trascinare le compagne e l’ace di Lomurno fa apparire come una illusione la remuntada (19-16), Bastia Umbra allunga e a recapitare a terra la palla dell’uno a zero è il muro di Erika Sfascia. Il secondo frangente resta in assoluto equilibrio, segnato da un po’ di confusione da ambo le parti del campo, fino al break delle ospiti, che rompono l’empasse con Lomurno (12-14). Sfascia mura e si fa murare, Marsciano allunga fino al 15-20. Papini si rifugia allora nella classica girandola di sostituzioni, che sortisce effetti positivi, ma le sue si svegliano troppo tardi ed è il pareggio. Alla terza frazione le padrone di casa rientrano in campo nervose e Marsciano ne approfitta per portarsi avanti (1-4), l’ingresso della Ponti si traduce in due ace ed il risultato è ribaltato. La Ecomet non ci sta e trova appiglio nelle valide alternative dalle bande con Ribelli e Gierek. Le ospiti fanno le prove di fuga con Bastia che rimane aggrappata con le unghie al match. Non basta Bianconi e per le locali si fa dura (13-18), ma è un match infinito, De Nigris, appena entrata rimette l’incontro sui binari giusti (18-19), Bianconi schiaccia a terra il miracolo del 23-23. Finale al cardiopalma, lo risolve Gierek di potenza. Con Sfascia che suona la carica e Gierek che tiene botta, nel quarto parziale il primo break è quello del 5-7 con Bastia pasticciona in ricezione e Marsciano che risente del periodo di saldi (tre errori in battuta). Quando le marscianesi sembrano allungare e mettere definitivamente le mani sul risultato, Servettini mura e De Nigris con tre punti consecutivi manda avanti di uno la sua squadra. Tiene il muro Servettini, schiaccia a terra come una leonessa Giada Buzzavi e Sfascia agguanta il tie-break quando sembrava ormai un miraggio. A compensare la stanchezza ci pensano l’adrenalina e la voglia di portare a casa i due punti rimasti in palio, ed anche il set supplementare risulta avvincente ed equilibrato. Non basta per Bastia Umbra un’ispiratissima Buzzavi, si va punto a punto fino al cambio campo schiacciato a terra dalla Ribelli (7-8); gravi i tre errori in battuta locali che complicano le cose, ma il finale è reso incandescente da un errore arbitrale che incanala la partita. Su quello che sarebbe stato il punto del 9-9, la realtà dei fatti, cruda, dice 8-10. Le biancoazzurre reclamano, s’innervosiscono, e non recuperano più. La gara termina tra le proteste e tanta rabbia. Ma è comunque un punto importante per le ragazze di coach Papini, che si allontana sempre più dalle zone calde e pericolose della classe.
GOLDENPOINT BASTIA – ECOMET MARSCIANO = 2-3
(25-20, 20-25, 23-25, 25-20, 11-15)
BASTIA UMBRA: Servettini 17, Bianconi 14, Sfascia 12, Buzzavi Abuzzao 10, De Nigris 5, Cei 3, Ercolanoni 3, Masciotti (L), Ponti 5, Alessandretti. All. Alessandro Papini ed Alberto Dionigi.
MARSCIANO: Ribelli 20, Gierek 19, Pottini 11, Larini 9, Lomurno 7, Barbabella 5, Grandi, Fagioli (L1). N.E. – Ambroglini, Buttarini, Rosi, Scarabottini, Montini (L2). All. Sandro Severini e Martina Renghi.
Arbitro: Prisca Mastini.
GOLDENPOINT (b.s. 12, v. 4, muri 8, errori 23).
ECOMET (b.s. 15, v. 9, muri 6, errori 14).
(fonte Bastia Volley)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 22, 2016 13:00