Foligno batte Chiusi e saluta coach Guerrini

Andrea Sacco
By Andrea Sacco Febbraio 1, 2016 15:00
Fabrizio Guerrini (Vis Fiamenga Foligno 2015-2016)

Fabrizio Guerrini

Giocano con il cuore le ragazze della Vis Fiamenga Foligno, e lo fanno per il loro allenatore, Fabrizio Guerrini, che sederà per l’ultima volta sulla panchina della squadra. La notizia per la dirigenza era nell’aria da qualche giorno, ma per le atlete è giunta come un fulmine a ciel sereno poco prima dell’inizio della gara. Fabrizio Guerrini, allenatore della Vis Fiamenga Foligno dall’inizio della stagione 2014/2015, comunicava alla dirigenza nel pomeriggio di sabato l’impossibilità a proseguire nell’impegno preso, per motivi strettamente personali. A malincuore la dirigenza ha dovuto prendere atto delle ragioni espresse dall’allenatore, l’ha comunicato a capitan Muste che a sua volta ha informato le compagne. Da quel momento la parola d’ordine è stata solo una: “Vincere per Fabrizio”. Inizia il primo set e la Vis Fiamenga scende in campo e cerca subito di far bene; il risultato rimane incerto fino al 10 pari, dopodiché le ospiti prendono un leggero vantaggio (13-16) che manterranno fino alla fine. Le ragazze di Guerrini, soprattutto nella seconda parte del set, non sembrano pienamente concentrate, ed il Chiusi che è senza dubbio un’ottima squadra, porta a casa il primo set chiudendo 22-25. Il secondo set vede le padrone di casa più aggressive, più attente nel difendere e sfondando spesso anche al centro acquisiscono subito un buon vantaggio (5-1) fino a raggiungere il 17-9; classico momento di appagamento per le padrone di casa, ed il set torna in discussione (21-19) fino a quando Giulia Brunetti (migliore realizzatrice con 22 punti), mette a terra la palla del 25-22. Terzo set fotocopia del secondo, vantaggio delle padrone di casa (13-8), reazione delle ospiti (21-21), Francesca Salvi dal centro mette a terra la palla del 25-22 e del 2 a 1. Il quarto set risulta essere più equilibrato, con la Vis Fiamenga che più di una volta cerca di scappare ma viene sempre ripresa. Il finale è molto emozionante, sul 23-22 le due squadre vogliono entrambe chiudere a proprio favore il set, e si assiste a scambi emozionanti con pregevoli giocate; si procede finché la Vis Fiamenga Foligno chiude a proprio favore per 27-25 una partita la cui vittoria ha un significato particolare. La società e la ragazze, vogliono ringraziare Fabrizio Guerrini per questo periodo trascorso insieme, per le soddisfazioni e le belle emozioni condivise. Grazie Fabrizio, ci hai dato tanto e ci hai insegnato tanto. Di te ci ha colpito oltre alla tua professionalità, alla tua competenza ed alla tua umanità, il modo di come vivi lo sport e la palestra. Alla fine di ogni allenamento e di ogni partita, bastava vederti in volto e dalla tua espressione si capiva che il tuo lavoro non era finito lì, anzi, cominciava in quel momento, perché volevi capire come migliorare, come eliminare gli errori commessi, come ottenere il massimo. Se le cose andavano male per te erano preoccupazioni che ti portavi dietro, se andavano bene la soddisfazione durava poco perché c’era da lavorare per l’impegno successivo. Per te la pallavolo non è un hobby, ma è una parte di te; sicuramente dopo la tua splendida famiglia è la cosa a cui tieni di più. A Foligno non possiamo dire di non essere abituati ai cambi di allenatori, ma questa volta è diverso, e nella speranza che questa separazione dalla pallavolo per te sia una cosa solo temporanea, ti diciamo che le porte della Vis Fiamenga Foligno per te sono sempre aperte. Grazie ancora Fabrizio.
VIS FIAMENGA FOLIGNO –  MB IMMOBILIARE CHIUSI = 3-1
(22-25, 25-22, 25-22, 27-25)
FOLIGNO: Brunetti 22, Muste 21, Salvi 13, Maiuli M. 10, Maiuli S. 5, Nencioni 3, Tabai 1, Castellani, Benincasa, Carletti, Stella, Antonini (L1), Trabalza (L2). All. Fabrizio Guerrini.
CHIUSI: Cassettoni B., Cassettoni S., Checchi, Dubare, Fei, Franceschini C., Franceschini M., Giacobbe, Meconcelli, Pazzaglia, Fruccimi (L1). All. Michele Cacciatore.
(fonte Vis Fiamenga Foligno)

Commenti

comments

Andrea Sacco
By Andrea Sacco Febbraio 1, 2016 15:00