Giuseppe Davide Galli è il nuovo tecnico di San Giustino

Andrea Sacco
By Andrea Sacco Febbraio 4, 2016 11:00
Giuseppe Davide Galli

Giuseppe Davide Galli

Scelta tecnica di prim’ordine per la Top Quality Group San Giustino ai nastri di partenza della fase di ritorno del campionato di B1 femminile. È Giuseppe Davide Galli, 48 anni, il sostituto di Alessandro Della Balda sulla panchina biancazzurra; mercoledì 3 febbraio, Galli ha diretto il primo allenamento per poi parlare con le singole giocatrici. Il ruolo di tattico dell’allenatore della Nazionale italiana, Marco Bonitta, svolto ai mondiali del 2014, la dice tutta sulla caratura di un tecnico federale che ha iniziato la carriera di trainer ancora giovanissimo. Nato a Pergola, in provincia di Pesaro e Urbino, il 17 gennaio 1968, ma residente a Fano, Galli ha mosso i primi passi da allenatore a soli 19 anni, nel 1987, proprio nella squadra del suo paese natale; non si è poi allontanato dall’ambito provinciale negli anni a venire (Fossombrone, Urbino, Fano e Lucrezia le sue tappe), pur salendo di categoria e intanto a Urbino ha conseguito il diploma Isef nel 1991 e la laurea in Scienze Motorie nel 2002; nell’anno precedente, il 2001, la chiamata in Nazionale con la Seniores, sempre di Bonitta, nelle vesti di assistente e tattico: l’argento europeo a Varna e l’oro mondiale di Berlino gli allori conquistati, poi il passaggio al Club Italia come allenatore capo dal 2003 al 2007 e un titolo olimpico vinto a livello giovanile nel 2005 con le Cadette, al quale si aggiungono due successi all’8 Nations, 2 Olympic Hopes, 2 bronzi agli Europei e uno ai Mondiali con la Pre-Juniores. A livello di club, nella stagione 2007/2008 ha preso in consegna la Teodora Ravenna in B1, portandola dal quintultimo al secondo posto. L’anno successivo ha salvato il Codognè in B1, poi nel campionato 2009/2010 è andato a Verona in A2; seguono il biennio di Loreto come responsabile del settore giovanile, l’annata in B2 con lo Junior Volley di Casale Monferrato e nel 2014/2015 il ritorno al Club Italia in A2 con un compito importante, quello di responsabile dei processi selettivi per la nazionale. Infine Rimini, dove ha allenato la squadra di B1 fino al ritiro dal campionato di circa un mese fa (ha incontrato la Top Quality Group lo scorso 5 dicembre al Flaminio), ma nei quadri del Riviera Volley è rimasto in qualità di direttore tecnico del settore femminile. Adesso, l’avventura di San Giustino, dove ritrova la centrale Fabiana Antignano che era con lui a Rimini e dove c’è una squadra che fino a 20 giorni fa occupava la seconda posizione nella classifica del girone C di B1. Una sorpresa, questa chiamata? «Sono stato contattato da diverse società – ha dichiarato Galli al termine della prima seduta da lui diretta al PalaVolley – ma se ho scelto San Giustino è perché mi ha fatto un’ottima impressione il direttore sportivo Antonio Leonardi, parlandomi del progetto che lui e la dirigenza stanno portando avanti. Per il resto, conosco la squadra che ho preso in consegna e che ho avuto per avversaria un paio di mesi fa; la struttura qui allestita è ideale per lavorare e adesso bisogna rimettersi in marcia per recitare un ruolo da protagonista in un campionato alquanto difficile e di indubbio livello». La Top Quality Group è in grado di raggiungere obiettivi ambiziosi? «Il potenziale non manca e ho visto che c’è grande disponibilità al lavoro da parte delle ragazze: speriamo di riavere prima possibile Mirka Francia per diventare protagonisti». L’esordio in panchina per Giuseppe Davide Galli è dunque fissato per domenica 7 febbraio al PalaVolley, quando alle 18.00 la Top Quality Group affronterà il San Michele Firenze nella prima giornata di ritorno della B1.   
(fonte San Giustino Volley)

Commenti

comments

Andrea Sacco
By Andrea Sacco Febbraio 4, 2016 11:00